Utente 128XXX
egr. dr,
soffro da sei mesi di D.E. in fase di mantenimento. A luglio ho fatto delle analisi ormonali prescritte dall'andrologo. esito:
DHT 1.00 (range: 0.16 - 2.0 ng/ml)
LH 0.70 (range: 1 - 9 mIU/ml)
FSH 3.7 (range: 2- 15 mIU/ml)
17 BETA ESTRADIOLO 49.0 (range: < 75 pg/ml)
PROLATTINA 14.50 (range: 2 - 15 ng/ml)
TESTOSTERONE 353.00 (range: 350 - 1150 ng/dl)
Doppler flussimetria peniena con test alla PGE1: esame nei limiti della norma; Penrig 50 al termine dell'esame.

Terapia attuale: 3 iniezioni di Nebid (0, 30 ,60 gg) + 12 settimane di Cialis cp 20 mg (3 vlt a settimana).

A settembre TESTOSTERONE 713.00 (range: 350 - 1150 ng/dl) dopo due iniezioni di Nebid.
Nonostante gli esiti incoraggianti del testosterone, ad oggi non avverto miglioramenti significativi in quanto accuso mancanza di desiderio sessuale(forse dovuto alla prolattina 14.50), stanchezza, cambiamenti umorali e sonnolenza. Il medico sostiene che sia un problema psicologico di cui personalmente non credo.

Desidererei sapere se sia il caso di continuare con questa terapia oppure sia il caso di intervenire anche sulla prolattina per abbassarla. Inoltre, vorrei sapere eventualmente quali altri esami dovrei fare in aggiunta a quelli gia fatti per avere un ulteriore chiarimento sulla mia situazione.

In attesa e fiducioso di una Vostra gentile ed immediata risposta, vi porgo cordiali saluti.

[#1]  
Caroi sdignore,
i suoi dati indicano problema psicogeno, che peraltro è stao confermmato da visita in diretta che di qua non posso contraddire.
Ad avvalorare tale ipotesi stanno: la prolattina ai limiti supoeriori (ma normale) ed il fatto che lei non ci creda. Quest' ultimo è sintomo di grossa ansia.

[#2]  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

senza voler o poter entrare nel merito delle decisioni di chi la ha visitata e seguita, personalmente non capisco il senso del Nebid,(testosterone) mentre i suoi valori di testosterone sono normalin e di Cialis ( un vasodilatatore) allorchè i suoi dati vascolari rientrano nella norma.
Forse bisognerebbe valutare meglio il mantenimento erettile e seguire una terapia che si ponga l'obiettivo di modificare situazioni patologiche.
Certo, la via telematica non rappresenta quella ideale per un problema così sfumato ma importante come il suo
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#3] dopo  
Utente 128XXX

Egregio dr Cavallini,
la ringrazio per la tempestiva risposta, da cui mi sembra di capire che il mio non sia un problema ormonale ma psicologico. quindi lei pensa che debba effettuare una visita psicologica(nonostante la prolattina sia al limite massimo del range)?

Egregio Dr Pozza,
la ringrazio per la tempestiva risposta. Il Nebid mi è stato prescritto perchè il testosterone era a 353, mentre Il Cialis perchè mi capitava, durante il rapporto sessuale con la mia partner, di perdere la turgidità del pene. Riguardo la terapia per il mantenimento erettile può gentilmente darmi ulteriori suggerimenti per modificare la situazione patologica in questione?

Rinnovo ad entrambi i ringraziamenti per l'attenzione dedicatami

[#4]  
Penso prprio: ansia alza prolattina.

[#5] dopo  
Utente 128XXX

Gentile dr Cavallini,
grazie per la sua risposta immediata del 14/09(ansia alza prolattina) che mi ha fatto riflettere al punto che il 17/09 ho voluto rieffettuare (a mie spese) l'esame della prolattina, il cui risultato è stato il seguente:
PROLATTINA 20 (range: 2 - 15 ng/ml).
Preciso anche che ho la visita psicologica prenotata la prossima settimana.
Vorrei sapere se non sia il caso di prendere qualche medicina per far abbassare il livello della prolattina, e se in caso affermativo quale sia il piu consigliato.
Fine ottobre avrò di nuovo la visita con il mio andrologo.
Ringraziandola, voglio fare anche i complimenti a tutto lo staff di Medicitalia.

[#6]  
La prolattina non da problemi fino al doppio del suo valore, ed anche di più, non se la prenda con quella poverella. Tranquillo, non c' entra un piffero, anzi nulla, se no dicono che sono sboccato.

[#7] dopo  
Utente 128XXX

egr. dott. Cavallini,
come sempre la ringrazio per la sua gentile disponibilità. Alle prime analisi ormonali avevo notato una diminuzione del TESTOSTERONE 353.00 (range: 350 - 1150 ng/dl)e un aumento (anche se nei limiti ) della PROLATTINA 14.50 (range: 2 - 15 ng/ml). l'andrologo mi ha fatto fare due iniezioni di NEBID e ho notato l'aumento del TESTOSTERONE 713.00 (range: 350 - 1150 ng/dl) ma con una diminuzione del desiderio sessuale e un aumento della PROLATTINA 20 (range: 2 - 15 ng/ml).Abbassamento del testosterone e aumento della prolattina prima della terapia con Nebid non potevano far pensare a una D.E?
Visto che il mio andrologo ha insistito su delle iniezioni di Nebid, non poteva darmi anche qualche farmaco che agisse sulla prolattina?
Nove anni fa, in seguito a una dieta drastica (circa 20 kg in due mesi) ho avuto lo stesso problema di D.E. con TESTOSTERONE 250.00 e PROLATTINA 7.50.in quell'anno lo stesso andrologo mi fece fare tre iniezioni di SUSTANON e le posso assicurare che già alla prima iniezione mi sentivo in forma sia a livello sessuale che psicologico.
La ringrazio per la pazienza che mi sta dedicando e mi scusi tantissimo per la mia insistenza.

[#8]  
Caro signore,
francamente ho i miei dubbi sulla efficacia ormonale con esami regolari come i suoi, in ogni caso non posso entrare nelle dinamiche della visita dal vivo. In secondo luogo trovare un testosterone che funzione è come trovare una brava moglie: ognuno sta bene col suo ma non è facile azzeccare la preparazione.

[#9] dopo  
Utente 128XXX

gentili medici,
dal mese di febbraio 2009 soffro di D.E. in fase di mantenimento. nel mese di giugno del 2000 ho avuto un problema simile risolto dallo stesso andrologo che mi ha in cura ora che dopo esami ormonali ( testosterone basso ma un po' sotto la norma) ed ecodoppler, mi prescrive tre iniezioni di SUSTANON (ero rinato!!! ).
Ad aprile del 2009 mi sono rivolto allo stesso andrologo il quale mi ha prescritto gli esami ormonali (nella norma,TESTOSTERONE 353.00 range: 350 - 1150 ng/dl e un PROLATTINA 14.50 range: 2 - 15 ng/ml) ed ecodoppler penieno ( nei limiti della norma).
terapia prescritta dall'andrologo:
Nebid tre iniezioni e Cialis tre volte a settimana per tre mesi.
Risultato dopo due iniezioni di Nebid e quasi 5 scatole di Cialis:
NESSUNO.TESTOSTERONE 750.00 range: 350 - 1150 ng/dl)e un PROLATTINA 20 range: 2 - 15 ng/ml) anzi ho notato un forte calo del desiderio sessuale.
mi sono rivolto di nuovo all' andrologo spiegandogli l'accaduto e mi dice che è un fattore psicologico.
mi rivolgo alla psichiatra e psicologa e mi dicono di sopsendere l'uso del cialis e l'ultima puntura di nebid.
terapia prescritta dalla psichiatra:
xanax 5 gocce mattina e sera e zoloft da 5 mg dopo cena per 15 giorni .
volevo gentilmente sapere se la terapia prescritta dall' andrologo era appropriata e se l'uso di questi farmaci dati dalla psichiatra può aiutarmi o sono soltanto peggiorare la situazione.
scusatemi tanto se sono stato un po' lungo nel commento.
in attesa di una vostra gentile risposta, ringrazio lo staff di medicitalia.

[#10]  
non so di quei farmaci psichiatrici giro la sua e.mail alle aree apposite.

[#11]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Forse vuole dire

Zoloft 50 mg

Nel suo caso, con valori di prolattina gia' alta sarebbe controindicato l'utilizzo di antidepressivi che potrebbero comportare un aumento del valore di prolattina (non frequentemente ma puo' capitare)

In ogni caso, tra tanti farmaci, ritengo che lo Zoloft non possa essere indicato per il trattamento di un problema di disfuzione erettile, lo Zoloft come altri farmaci della sua classe.

Andrebbe individuato comunque un antidepressivo che possa agire in modo meno incisivo sulla sfera sessuale.

Le condizioni di disfunzione erettile secondaria a farmaci del tipo antidepressivo possono essere presenti in modo variabile da paziente a paziente, quindi la sua condizione andrebbe comunque valutata dopo un certo tempo di trattamento.

Cosi' introdotto, il suo trattamento potrebbe avere anche dei risvolti negativi sui sintomi ansiosi.

https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#12] dopo  
Utente 128XXX

gent.mo dott. Ruggiero,
la ringrazio tantissimo per la sua risposta.
quando ho effettuato la visita psichiatrica, mi è stata diagnosticata una sindrome ansiosa-depressiva.
Avverto calo del desiderio sessuale, stanchezza,dormo spesso ,ansia da prestazione, perdita dell'autostima e qualche volte non le nascondo che ho desiderato morire per questa mia situazione.
la sua collega mi ha prescritto lo zoloft 50 mg per 15 giorni(1 compressa dopo cena)e le gocce di xanax (mattina e sera).
volevo chiederle (con il cuore in mano) quali antidepressivi potrei assumere senza intaccare la sfera sessuale (già complicata!!!) in modo da discuterne con la sua collega al prossimo appuntamento ( giorno 05/10/2009).
giorno 24/10/2009 ho prenotato un'ulteriore visita dall'andrologo.
la ringrazio anticipatamente per la sua gentile risposta e ringrazio anche gli altri medici che mi daranno ulteriori spiegazioni

[#13]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Mi dispiace questo non e' consentito.

La collega dovrebbe avere le opportune conoscenze in merito per prescrivere il giusto farmaco che curi i suoi disturbi.

Assuma il trattamento come prescritto ed al controllo faccia presente la sua situazione, così consentirà eventualmente una variazione farmacologica più veloce ed efficace.

ci faccia sapere.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#14] dopo  
Utente 128XXX

gent. dott. ruggiero,
la ringrazio per la disponibilità che mi dedica.
stamattina sono andato a visita psichiatrica e ho fatto presente alla sua collega il valore della prolattina e la possibile interazione con il farmaco zoloft 50mg. mi è stato risposto di continuare la terapia con zoloft, e di fare tra un mese circa l'esame della prolattina.
tra 20 gg. rifarò l'esame della prolattina perchè avrò la visita andrologica.
spero vada tutto bene!!!
la ringrazio anticipatamente per la sua evntuale risposta e soprattutto per la sua disponibilità nei miei confronti.

[#15] dopo  
Utente 128XXX

gent,mo dott. cavallini;
per prima cosa la voglio ringraziare immensamente per la gentilezza e cortesia che ha nei miei confronti.
purtroppo ho la sfortuna di avere un andrologo ( molto conosciuto in ambito nazionale!!!) che ha come primo interesse il lato economico e non lo stato di salute del paziente.
costo visita 200,00 EURO;
durata visita circa 6 minuti.
un giorno per aver chiesto una spiegazione sul cialis ( che secondo me poteva evitare di darmelo, perche l'ho sospeso dopo colloquio con la psichiatra e l'erezione è sempre la stessa!!!) ho dovuto sborsare 60 euro.
ho un'infiammazione all'ilatide del morgagni e oltre alla visita e all'ecografia che ho dovuto pagare, mi ha detto che il costo dell' operazione è di 5000 - 6000 euro (degenza due giorni).
mi scusi tanto per lo sfogo.
volevo chiederle gentilmente la differenza tra testosterone libero e testosterone totale e che tipo di testosterone (TESTOSTERONE 353.00 range: 350 - 1150 ng/dl) è quello che mi ha fatto fare l'andrologo.
la ringrazio di nuovo per la sua gentilezza e avrei voluto tanto avere un medico come lei, perchè prima di fare il medico è una persona umile e gentile.
ringrazio,inoltre, il sito di medicitalia che fa in modo di farci conoscere tanti medici bravi.

[#16]  
Lasci stare il testosterone che va bene. Obbittivamnente que4i costi sono eccessivi.

[#17] dopo  
Utente 128XXX

gent. dott. Cavallini,
grazie per la tempestiva risposta.
la cosa che mi fa più rabbia è che dopo aver speso tutti questi soldi(faccio il camionista e mi alzo quasi tutti i giorni alle 4 per guadagnare 800 euro al mese!!!) non ho avuto nemmeno i risultati sperati.
sono convinto del fatto che avrei avuto bisogno di una cura psicologica o psichiatrica visto che sono in un periodo di stress e depressione fortissimo.
da circa 15 gg.sono in cura da una psichitra e psicologa e spero tanto che possano risolvere il mio problema.
grazie di nuovo per la sua disponibilità
e spero un giorno apra uno studio dalle parti nostre del profondo sud.

[#18]  
beh allora visto che fa il camionista ed ha un po di ciccia, non credo che cavere quella idatide serva. Giu la pancia. E questo consiglio lo do gratis.

[#19]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
la sua complessa problematica (inerente sia la parte sessuologica che psichiatrica) necessita di un approccio complesso.

In tal senso non credo che affrontare solamente un problema e poi eventualmente un altro sia sufficiente: occorre approcciare la problematica in modo parallelo ed integrato.

Le consiglio pertanto due possibilità:
- un collega sessuologo che si rapporti con il collega psichiatra
- uno psichiatra competente anche in materia sessuologica che gestica univocamente il problema.

Cordialmente
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com