Utente 126XXX
Salve ho 17 anni purtroppo soffro di ansia eccessiva da 3 mesi da quando mi è stato detto che forse ho un leggero soffio al cuore, da quelgiorno si puo dire che la mia vita è cambiata continuavo ad avere ansie e io pensao che era il cuore ho fatto 7 visite tra cui un ecg basale e una dalla guardia medica (risultato che e tutto ok), solo che continuo ad avere sempre una sensazione di nausea (sembra che devo vomitare da un momento all'altro, spossatezza e ogni tanto qualche sbandamento) sto provando con i fiori di back un po funziona ma a volte mi ritorna... cosa posso fare? qual'è il vostro consiglio??

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente

la nausea non e' un sintomo esclusivo di ansia, pertanto sarebbe utile parlarne con il suo medico di famiglia per far valutare tali condizioni.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

magari insieme ai suoi genitori si confronti con il suo medico di famiglia esponendo la situazione per come la sta vivendo in questo momento,il medico saprà consigliare quale percorso intraprendere,

Cordiali Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#3] dopo  
Utente 126XXX

Secondo voi cosa potrebbe essere?

[#4]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

allora,

1."...che forse ho un leggero soffio al cuore..." non è una diagnosi; ha fatto numerose visite cardiologiche ma non le è stato mai consigliato un ecocardiogramma, esame indicato nella fattispecie.

2.il vero problema è prevenire una probabile "paura delle malattie" verso la quale tutte le possibili raccomandazioni non sortiscono nessun effetto, anzi..., ecco perchè e necessario recarsi dal proprio curante come le è stato consigliato,

Cordiali Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#5] dopo  
Utente 126XXX

Intanto grazie per la sua risposta, guardi le dirò: fino all'8 di giugno io non avevo questi problemi non sapevo cosa fosse un soffio, del cuore sapevo solo che pompava il sangue, ora so di tutto e di più, fino al mese scorso tornavo dalla palestra andavo a giocare a calcio dal mio amico ecc, mentre ultimamente ho paura di fare sforzi e se faccio degli sforzi inizio ad avere quel senso di nausea e di ansia... ogni volta ke facevo una visita e che il dottore mi ascoltava il cuore e mi diceva non hai niente, per 1 o 2 giorni ero tranquillo poi ritornavano i problemi.... anche i miei dicono che se avevo qualcosa non stavo in piedi non facevo palestra ecc ecc xò riesco a stare tranquillo per 2 minuti se me lo dicono loro, per finire l'ecg basale l'ho fatto di mia spontanea volontà perchè la guardia medica aveva detto di farlo solo se continuavo con l'ansia e se mi volevo togliere ogni dubbio, adesso abbiamo preso l'ipotesi di uno psicologo.... scusi x il disturbo

[#6]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
dopo che il suo medico avrà escluso patologie organiche come responsabili della sua situazione, allora potrà rivolgersi ad uno specialista in psichiatria per la valutazione del caso e l'eventuale inizio di un percorso terapeutico adatto alle sue esigenze.
cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Comunque la presenza di un lieve soffio al cuore alla sua eta' e' da considerarsi fisiologico, quindi di nessun significato clinico, in assenza di rilevanti patologie cardiache.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

dal consulto sembra che stia ripetendo esami uguali a breve distanza di tempo sulla base dell'ansia di avere qualcosa al cuore

"la guardia medica aveva detto di farlo solo se continuavo con l'ansia e se mi volevo togliere ogni dubbio"

Mi sembra un'indicazione discutibile. Se è ansia, non si toglierà mai ogni dubbio, anzi, tenderà a ripetere accertamenti su accertamenti. Se l'ansia continua, direi di far valutare l'ansia da uno psichiatra.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 126XXX

Io mi sono fatto ascoltare il cuore da 5 dottori ogni volta che mi dicevano TU NON HAI NIENTE riuscivo a stare calmo per un padio di giorni ritornando a fare sogni normali e a fare pensieridi un ragazzo della mia età, poi ho anche fatto l'ecg basale il secondo nell'arco di 2 anni (uno era x la palestra e quest'ultimo un mese fà circa x mia spontanea volontà) quello che dico e che io ogni sei mesi faccio controlli x via dell'allergia quindi son sempre sotto osservazione in più 3 anni fà avevo fatto un rx al torace pechè avevo la bronchite e nn c'era niente di anomalo, io inizio a essere stufo di sta cosa perchè questo calvario è iniziato da quando mi è stato detto del soffio, io ho sempre avuto paura di avere qualcosa al cuore e quano mi ha detto qualla cosa e come si mi fosse caduto il mondo addosso, il dottore ridendo mi aveva detto che non era niente.....

[#10] dopo  
Utente 126XXX

solo che dopo un giorno o 2, che magari riesco a non pensarci e non avere problemi, inizio a dirmi dentro di me: e se non mi hanno ascoltato bene e se cè qualcosa e se ce questo e se ce qeullo.

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Appunto, è quel che intendevo, quindi sentirsi dire "tu non hai niente" non ha funzionato, anzi. E poi se si ha bisognod i sentirsi dire "non hai niente" si deve andare non da un medico qualsiasi per sentirselo dire, ma dallo psichiatra per risolvere questo tipo di sintomo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 126XXX

ha perfettamente ragione, come in questo caso io scrivo qui sopra x sentire rassicurazioni, il giorno che ero andato dalla guardia medica ho detto ora mi dirà ke devo andare in ospedale ch dovrò essere operato perchè io stavo male, risulatot: semplici attacchi di panico, mi ha tenuto li un ora mi ha calmao mi ha ascoltato 2 volteil cuore mi ha misurato la pressione ecc ecc, ma 2 giorni dopo purtroppo è riniziato il calavario, ma scusi se ho fatto l'ecg basale si evde se ho qualche malformazione? ormai e una fissa che ho mi spiace se le faccio eprdere tempo

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

quindi qualcuno le ha datto diagnosi di attacchi di panico, perché dice "semplici" ? E' un disturbo che ha un suo rilievo, come vede anziché interessarsi di curarlo lei conclude richiedendo rassicurazioni sul cuore. E così potremmo andare all'infinito. Eppure l'idea ce l'ha perché ha postato il consulto in psichiatria, così come ce l'ha chi l'ha visitata e le ha detto che soffre di attacchi di panico.
Quindi vada da uno psichiatra che le farà una diagnosi ben definita e le imposterà una cura.
Questa è la via logica.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 126XXX

va bene grazie comunque, ormai dello psichiatra ci abbiamo pensato da un pò, le avevo chiesto se si poteva vedere qualche malformazione perchè visto che l'ho fatto anzi ne ho fatti 2 nel giro di due anni forse riesco a tranquillizzarmi lo stesso per un pò e riuscire a inculcarmi nella testa che avendone fatti 2 e non mi e stato trvato niente di anomalo devo cercare di calmarmi, comunque la ringrazio tanto comunque

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Allora non ci siamo capiti. Non deve cercare di calmarsi mi sembra che non ci riesca, che consiglio sarebbe scusi ?
Ha capito il contrario. Non deve cercare buone ragioni per convincersi che non ha niente, questo è evidente che a cose normali funziona ma nel suo caso non sembra funzionare. Quando si ha la cosiddetta "polarizzazione ipocondriaca" frequente in chi soffre di attacchi di panico, cioè la preoccupazione ossessiva e angosciosa di avere qualcosa, si perde di vista il disturbo già diagnosticato e si va dietro alle paure come se fossero delle ipotesi diagnostiche.
Se avevate già pensato allo psichiatra non resta che procedere in tal senso.
Se continua a chiedere a destra e a manca la preoccupazioen peggiora.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 126XXX

Ha ragione in tutti i sensi, la psicoterapia e il caso migliore, perchè nonostante nelle ultime visite che ho fatto inclusa la guardia medica non mi hanno trovato niente nemmeno il soffio io non sono risucito a calmarmi lo stesso, purtroppo la mia e una paura di essere operato, ma quello che io dico e che tutti questi disturbi sono arrivati da quando ho saputo questa cosa

[#17]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Chi ha parlato di psicoterapia ? Dicevo di andare da uno psichiatra, poi il tipo di intervento sarà lui a deciderlo e proporglielo.

"tutti questi disturbi sono arrivati da quando ho saputo questa cosa"

Poteva essere qualsiasi ragione, evidentemente questa tendenza è presente. Una notizia del genere non allarma normalmente, anzi direi che meno di "un soffio" e "forse" nessuno di noi lo può avere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#18]  
Dr. Domenico Serranò

20% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
Caro Utente,
da quello che lei scrive, non ha problemi cardiaci (falso problema), ma sta soffrendo di "disturbi d'ansia" (vero problema)

La cosa piu'corretta da fare e che lei contatti nella sua zona uno psichiatra-psicoterapeuta, in modo che possa farle una diagnosi piu' precisa e procedere con le cure piu' giuste.

Generalmente nei "disturbi d'ansia" se i sintomi sono molto invalidanti si prescrive una terapia farmacologica (ansiolitici e antidepressivi) mentre con la psicoterapia (colloqui settimanali) capirà il perchè sono comparsi tali disturbi.

Visto la sua giovane età insisto a farle presente che è importante che si affidi al medico psichiatra-psicoterapeuta e non fare nulla per sentito dire o di autocura.

I "disturbi d'ansia" sono malattie e come tutte le malattie vanno curate nel modo corretto e si guarisce.


Cordiali Saluti
Dott. Domenic Serranò

[#19]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente

l'indicazione alla psicoterapia non e' una valutazione automatica.

Per poter effettuare una psicoterapia ci sono delle condizioni che valuterà chi la visiterà direttamente.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139