Utente 517XXX
Buongiorno!

Sono in cura da diversi mesi con Efexor 150mg ore 14:00, Depakin Chrono 500mg ore 21:00 e Tavor 1mg al bisogno a causa di un disturbo d'ansia, DAP con depersonalizzazione e derealizzazione e una lieve depressione. Da poco ho cambiato psichiatra e ho iniziato a fare psicoterapia, e il nuovo medico vista la mia obesità con BMI superiore a 30 mi ha consigliato di assumere Topamax al posto del Depakin, dati i suoi effetti dimagranti sul lungo termine. Però io sono Ipocondriaco, e sono subito andato a leggere informazioni sul foglietto illustrativo e su internet, e ne ho trovate di tutti i colori sul Topiramato. Non che non mi fidi del mio psichiatra, ma la mia indole ipocondriaca mi spinge a diffidare... Ci sono decine di effetti collaterali, di cui alcuni veramente nefasti. E' una molecola che, a quanto ho letto, comporta molti rischi. Attualmente ne sto assumendo 50mg al mattino ore 08:00, poi altri 50 mg la sera ore 20:00 per un totale di 100 mg al giorno. Mi ha detto che piano piano, settimana per settimana, la dose dovrà esssere incrementata e portata circa a quella del Depakin. La cura quindi è composta da Topiramato mattina e sera, venlafaxina dopo pranzo. Volevo chiedervi ulteriori pareri, sapere se realmente quello che ho trovato corrisponde al vero, se realmente l'assunzione di questa molecola comporta dei rischi o quantomento rischi in proporzione molto maggiori rispetto ad altre, se è sconsigliata, se ci sono delle avvertenze... Qualsiasi cosa che un ipocondriaco debba sapere! Vi ringrazio di cuore... anticipatamente! Antonio.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

la sicurezza del farmaco non e' in discussione.

Non condivido questa variazione terapeutica.

Il punto e' che io non condivido l'utilizzo dello stabilizzante con lo scopo di farla dimagrire.
E' un possibile effetto, non e' detto che possa accadere, la perdita di peso e' percentualmente riferita al peso di partenza.

Infatti, il suo trattamento con Depakin e' sottodosato, e potrebbe non essere il Depakin responsabile del suo aumento di peso.

E' invece opportuno considerare il motivo della sua obesita', considerare gli aspetti relativi alla presenza di un aumento di peso dovuta alla assunzione dei farmaci, attuare tutte le condizioni necessarie per favorire una sua perdita di peso attraverso esercizio fisico e dieta.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 517XXX

Gentile dottore, innanzitutto la ringrazio per la risposta!

Quindi lei mi dice che il farmaco è sicuro e che posso stare tranquillo? Io avevo letto di effetti nefasti come cecità, glaucoma ad angolo acuto, aritmie, acidosi metabolica, ecc... ma le ripeto, sono ipocondriaco...

In che senso il Depakin era sottodosato? Avrei dovuto prenderne un quantitativo maggiore?
Mi è stato detto che come effetto collaterale il depakin prevede un aumento di peso, mentre il Topamax no, quindi è stata anche una scelta dettata per arginare il crescente aumento di peso.

Credete che la scelta di topiramato per la mia cura mi porterà ad un peggioramento del mio quadro clinico? O che nel mio caso il Depakin sia più efficace e più indicato?

Per quanto riguarda la dieta e l'esercizio fisico, anche se la cosa non è attinente all'argomento, stò già cercando di metterle in atto!
Grazie ancora!

Antonio.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La terapia indicata non è per un disturbo d'ansia o una depressione, è per un disturbo di tipo bipolare, associato magari a disturbi d'ansia.

Il topiramato non sostituisce il depakin nella sua funzione di prevenzione degli episodi di eccitamento o agitazione, mentre è vero che in generale influisce meno sul peso. Non è detto che induca calo di peso, non è una costante.

E' risultato utile in alcuni disturbi della condotta alimentare, ed è quindi frequente che si usi per modificare il comportamento alimentare, ma non semplicemente "per dimagrire".
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
il topiramato si è affacciato da tempo relativamente breve sul panorama degli antiepilettici con effetto stabilizzante dell'umore. Pertanto gli studi di efficacia clinica con questa indicazione sono in numero inferiore rispetto a farmaci più "affermati" come il valproato di sodio (depakin) e altri ancora. L'effetto collaterale della diminuzione dell'appetito fu notato nei primi trials clinici (il topiramato nasce come antiepilettico con indicazione pediatrica) quando si vide che i bambini ai quali veniva somministrato perdevano peso durante il trattamento. Al momento quindi non esiste ancora indicazione ufficiale per il trattamento dei disturbi dell'umore, sebbene se ne inizi a fare uso in maniera via via maggiore. Il fatto che la molecola sia approvata per uso pediatrico dovrebbe tranquillizzarla sulla relativa sicurezza e tollerabilità. Del resto anche ricercando notizie e opinioni su altri farmaci, non troverà altro che commenti negativi e effetfi nefasti o quasi mortali. Provi a farlo con l'aspirina e ne leggerà delle belle. Eppure credo che un'aspirina l'abbia presa qualche volta nella sua vita, senza pensarci troppo su. Si consulti comunque sempre con lo specialista di fiducia.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it