Utente 150XXX
gentili dottori, sono una ragazza di 22 anni, e vi scrivo per esporvi un problema che mi sta ormai distruggendo la vita.
soffro di depressione con attacchi di panico dall'età di 19 anni. a questa età ho iniziato ad assumere CIPRALEX GOCCE, 10 gocce al giorno, poi ho aumentato senza mai andare oltre le 15 gocce. stavo meglio e riuscivo ad avere una vita sociale accettabile. lo scorso dicembre ho però interrottto la cura perchè di nuovo depressione e attacchi di panico erano tornati.
la mia psichiatra mi ha prescritto CYMBALTA, tuttavia dopo un mese di trattamento ho sospeso la cura a causa di forti capogiri, accompagnati da pallore intenso e stanchezza e a volte fastidiosissimo mal di testa . siamo passati allo ZOLOFT, ma questo problema (che non avevo mai avuto peraltro)non se ne è andato. in seguito ho scalato zoloft fino a sospenderlo, ma i giramenti sono ancora presenti. ho fatto una visita dall'otorino, che ad un primo esame non ha rilevato nulla, ora dovrò sottopormi ad una risonanza magnetica.
sono chiusa in casa a causa di questi sbandamenti accompagnati da stanchezza e orecchie tappate.
la mia domanda è la seguente: posso ritornare al cipralex? oppure dato che dopo 2 anni di trattamento non avevo più effetti è opportuno non riprenderlo in considerazione? e come mai questi giramenti sono iniziati in concomitanza con l'assunzione di Cymbalta ma smesso il farmaco sono rimasti?
spero possiate aiutarmi, e nell'attendere una vostra cortese risposta porgo cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Il percorso è un po' strano, nel senso che prima fa trattamenti antipanico e dopo approfondimenti neurologici, in genere se mai è l'inverso.

La diagnosi è depressione con attacchi di panico, ma "disturbo di panico" o depressione con associati fenomeni di questo tipo ? Inoltre, visto che la forma è ricorrente anche sotto terapia antidepressiva, la diagnosi è confermata o no ?

In presenza di sintomi vertiginosi, che possono anche essere propri del panico, di solito funzionano meglio antidepressivi di altra categoria. Non figurano i classici antidepressivi antipanico, anche se ha preso molecole similari. Ci sono forme di panico in cui dominano sintomi vertiginosi, ma dalla visita neurologica sono risultate vertigini o pseudo-vertigini (soggettive), e il neurologo vuole la risonanza per verificare che cosa ?

Su cosa prendere non può rivolgersi virtualmente qui, deve sentire il suo medico cosa ritiene di fare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1.se la sua Psichiatra è d'accordo può ritornare alla terapia iniziale che comunque volendo può essere ancora aumentata rispetto alla posologia precedente.

2.da come li descrive lei non sembrano vertigini vere e proprie ma una sensazione soggettiva di sbandamento e questo potrebbe fare parte del corredo dei sintomi collegati ad un disturbo ansioso depressivo misto,

Cordiali Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#3] dopo  
Utente 150XXX

Gentili dottori, innanzitutto desidero ringraziarvi per la tempestiva risposta.
in merito alla risposta del dottor Pacini vorrei però precisare che non ho fatto alcuna visita neurologica fino ad ora, ma solo una visita dall'otorino ed è stato lui a prescrivermi la risonanza.
la mia diagnosi è depressione ( tristezza, angoscia) con attacchi di panico. infatti ora come ora vivo reclusa. il cipralex mi aveva aiutato molto per i primi due anni, ma a dicembre tutti i sintomi si sono ripresentati.per questo la psichiatra che mi segue ha deciso di cambiare farmaco prescrivendomi dapprima Cymbalta poi Zoloft. in particolare con quest'ultimo riportavo discreti miglioramenti,il fatto è che ho deciso di interromperlo (pur sapendo che le mie crisi depressive si sarebbero ripresentate), unicamente per verificare se i sintomi da sbandamento capogiri e stanchezza fossero dovuti ad esso. tuttavia avendolo smesso, e avendo notato che nulla è cambiato ( se non che sono di nuovo super depressa) mi sono convinta che questi fenomeni non fossero dovuti al farmaco.
ora sono un po confusa perchè oltre al problema non da poco delle depressione mi trovo a dover convivere con questi capogiri. che fare?

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

scusi ma non è più logico che a questo punto ricontatti il suo psichiatra e segua le sue indicazioni, altrimenti prende una strada diversa dietro a iniziative sue e rischia di perdersi in un bicchier d'acqua.
Intanto faccia rimettere una cura per il suo disturbo, riferisca allo psichiatra di questo sintomo, ammesso che già non lo sapesse, e poi deciderà.
Se l'otorino ha ritenuto indicata la risonanza, ovviamente la faccia, ma qual'era il dubbio dell'otorino da risolvere con la risonanza ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 150XXX

Gentile dottore, lei ha perfettamente ragione, il fatto è che ho fretta di tornare alla mia vita, di riprendere a seguire le mie lezioni all'università... ed essendo ansiosa di mio tento di risolvere i problemi che si presentano il prima possibile..
comunque, l'otorino mi ha prescritto la risonanza in quanto sostiene che se fossero presenti patologie nella parte interna dell'orecchio, queste sono rilevabili solo attraverso risonanza.

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ma solo sulla base del sintomo "vertigine" o perché alla visita e alle prove ha riscontrato qualcosa ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 150XXX

no, solo sulla base del sintomo vertigine. mi ha detto che è la prassi per avere un quadro preciso e completo dell'orecchio.
posso approfittarne per farle una domanda? è vero che il cipralex è utilizzato per le depressioni minori? lei cosa ne pensa dello zoloft?

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

il cipralex è utilizzato per la depressione, non necessariamente minore. E per altre cose.
Cosa ne penso in che senso ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 150XXX

secondo Lei è un buon farmaco per trattare una depressione importante con annessi attacchi di panico? da notare che gli attacchi di panico non mi vengono mai in casa, ma solo quando sono fuori o in mezzo a gente.
inoltre come Le ho detto sono molto molto ansiosa e spesso a casaccio mi viene tachicardia ( massimo 110 bt/min). dico " a casaccio" perchè ho fatto esami cardiologici di ogni tipo e il mio cuore è sanissimo. lo zoloft agisce su questo aspetto? Quando esco, spesso le crisi di panico cominciano perchè sono terrorizzata dall'idea che possa comparire la tachicardia, che quando mi viene mi fa stare malissimo.

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

non è che debbea essere un'opinione del medico. Il farmaco è già in circolazione con una sua indicazione ufficiale.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 150XXX

.... se non lo chiedo al medico a chi lo chiedo?
buon lavoro.

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Appunto, ma il medico lo ha già. Non si fida di quello che le dice ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 150XXX

certamente, ma credo che qualunque persona che scrive qui sia comunque seguita da un medico.. e voglia soltanto un altro parere. d'altronde, in caso contrario, significherebbe essere seguiti " virtualmente" cosa che non ha molto senso.
la ringrazio per le risposte che mi ha dato e la saluto.

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, ma non capivo la richiesta di un parere generico su un farmaco che è in commercio da anni, ha già provato ed inoltre è stato prescritto da un medico con cui è in contatto tutt'ora.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#15]  
 Maria Clotilde Pettinicchi

20% attività
0% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
PADOVA (PD)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
gentile utente
mi chiedo se ha davvero il desiderio di stare meglio e tornare alla sua attività di studentessa.Se è già seguita da un collega ed il farmaco è in commercio da anni,come gli altri che ha assunto,dov'è il problema?
Saluti
Prof. Maria Clotilde Pettinicchi

[#16] dopo  
Utente 150XXX

il mio problema sta nel fatto che ho interrotto lo Zoloft per capire se i giramenti di testa erano dovuti ad esso. l'ho interrotto gradatamente, scalandolo. inizialmente i capogiri sono rimasti, per cui ho dedotto che non erano dovuti al farmaco. da ieri l'ho smesso completamente e oggi zero giramenti. non riesco a capire cosa devo fare. voglio tornare alla mia vita, ma se questo significa avere costanti sbandamenti, preferisco cambiare farmaco. tutto qua.

[#17]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

non si capisce il suo ragionamento: ha tolto il farmaco e i giramenti di testa sono rimasti, quindi da lei "ha dedotto che non erano dovuti al farmaco". Allora perché poi dice che preferisce cambiare farmaco perché non vuole avere sbandamenti ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#18]  
 Maria Clotilde Pettinicchi

20% attività
0% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
PADOVA (PD)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Gentile utente
ribadisco la domanda se vuole veramente stare meglio o se non sia più utile questo rimanere nel limbo di "capogiri e vertigini",che per definizione sono sintomi solo "soggettivi"e quindi mai dimostrabili.Il mio consiglio è di avere più determinazione e seguire le prescrizioni della collega.Dietro ogni prescrizione cìè sempre un ragionamento,nulla è dato a caso.
Seguita la prescrizione,vedrà il risultato.
Un'altra considerazione è obbligatoria:lei mangia normalmente o ha anche disturbi del comportamento alimentare?Saprà di essere sottopeso,il collega cosa ne pensa?
Forse è da rivedere la diagnosi.
Saluti
Prof. Maria Clotilde Pettinicchi

[#19] dopo  
Utente 150XXX

gentile dottoressa, la ringrazio per la risposta. in effetti sono parecchio magra, ma mangio normalmente, in famiglia siamo tutti magrissimi. La mia psichiatra non ha preso in considerazione questo fatto perchè comunque, mangio normalmente e di tutto.
forse Lei ha ragione, devo affidarmi alle cure e cercare di reagire di più... tendo a lasciarmi molto andare... vedo le mie amiche fare una vita normale e ho fretta di guarire, poi sento i capogiri e mi convinco siano dovuti al farmaco allora mi dico " non riuscirò più a guarire". è difficile. la mia depressione poi è legata alla scoperta a 19 anni di una malattia rara e incurabile, e anch'essa non mi aiuta a reagire. spero tanto che affidandomi alle cure riuscirò finalmente a stare meglio. quest'oggi sono andatra a fare una passeggiata ( sto sempre in casa) e l'aria fresca mi ha fatto benissimo. solo che mentre passeggiavo mi sentivo così instabile, che sono cmq tornata a casa giù di morale... anche quei momenti in cui intravedo uno spiraglio e mi faccio coraggio, sono annullati sia dalla prospettiva di tenermi sti maledetti capogiri, sia dalla paura che siano in qualche modo legati al farmaco ( cosa che mi fa pensare di doverlo sospendere e quindi di non guarire dalla depressione). scusi lo sfogo... grazie e buona serata.

[#20] dopo  
Utente 150XXX

per il dott. Pacini. forse non mi sono spiegata bene, sul pc non è facile. non ho MAI avuto problemi di capogiri/sbandamenti. prendo cimbalta partono i capogiri. la psichiatra mi dice, probabilmente non lo tolleri passiamo a zoloft. i capogiri rimangono. siccome a questo punto, la dottoressa dubitava fortemente che fossero dovuti al farmaco mi ha detto : lo scaliamo fino a toglierlo, se ti rimangono, è chiaro che il farmaco non c'entra. se spariscono era proprio un effetto collaterale. così ho fatto,e a distanza di 2o3 giorni posso dire, che a volte non li ho a volte si. anche la mia psichiatra si trova in difficoltà nel capire se siano a questo punto legati o meno a sto benedetto farmaco. spero di essermi spiegata,
saluti.

[#21]  
 Maria Clotilde Pettinicchi

20% attività
0% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
PADOVA (PD)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Gentile utente
è arrivato il momento di fidarsi e di seguire le prescrizioni terapeutiche della collega.
Se assume e sospende i farmaci con questa rapidità come fa a dire se fanno bene o male?
Così non sarà mai libera e sicura diaver percorso una strada
Auguri
Prof. Maria Clotilde Pettinicchi

[#22]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ho capito. Quindi se aspetta altri giorni la situazione si chiarirà. Ma perché ha dedotto che non fossero dovuti al farmaco dopo un giorno solo ? Non è più logico lasciar passare qualche giorno e rimandare il giudizio ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#23]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ho capito. Quindi se aspetta altri giorni la situazione si chiarirà. Ma perché ha dedotto che non fossero dovuti al farmaco dopo un giorno solo ? Non è più logico lasciar passare qualche giorno e rimandare il giudizio ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#24] dopo  
Utente 150XXX

si effettivamente ha più senso! è che sono ansiosa, non ho pazienza....
mi è venuto un dubbio ieri sera: io prendo una pastigliettta di beta bloccante per la tachicardia ( che cmq non è dovuta al cuore). è sconsigliata l'interazione antidepressivo + betabloccante? il betabloccante che prendo è il bisoprololo.
grazie e buona domenica.

[#25]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Più che altro se la tachicardia ha origine ansiosa ovviamente si prevede che una cura efficace la controlli, altrimenti finisce per usare farmaci per controllare sintomi isolati, che poi in realtà usa per controllare lo spavento ad essi associato più che il sintomo in sé.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#26]  
 Maria Clotilde Pettinicchi

20% attività
0% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
PADOVA (PD)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
gentile Utente
la collega conosce la rara malattia da cui è affetta?
Saluti
Prof. Maria Clotilde Pettinicchi

[#27] dopo  
Utente 150XXX

Gentile dottoressa, mi scuso per il ritardo con il quale le rispondo, ma in questi giorni sono stata malissimo. si la dottoressa è al corrente della malattia ma lei mi ha detto di non conoscerla molto.
sto assumendo lo zoloft, ma mi gira fortissimo la testa mi ronzano le orecchie e ora mi è venuta una sfogazione pruriginosa in varie parti del corpo.
la psichiatra mi ha spiegato che lo zoloft è assorbito dal fegato e questi sintomi sono dovuti al fatto che il fegato non lo assorbe bene. io ho assunto cipralex tre anni e non ho avuto di questi problemi.
la mi adepressione è grave, non esco di casa, e ho delle angoscie che spesso sfociano in crisi di nervi.
a breve torno ad una visita perchè lo zoloft mi uccide.. però siccome sono ansiosa vorrei sapere se ci sono farmaci che siano molto selettivi, e quindi non mi diano effetti come questi! in attesa di parlarne con la psichiatra. la mia paura è di non riuscire a sconfiggere questa maledetta depressione....
grazie

[#28]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"la psichiatra mi ha spiegato che lo zoloft è assorbito dal fegato e questi sintomi sono dovuti al fatto che il fegato non lo assorbe bene."

Non è questo il meccanismo. Per quale motivo il fegato non dovrebbe metabolizzare (non assorbire) bene questo farmaco ?

I fastidi dei primi giorni di cura con lo zoloft, o oltre i primi giorni di cura, sono possibili indipendentemente dalle capacità di metabolismo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#29]  
 Maria Clotilde Pettinicchi

20% attività
0% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
PADOVA (PD)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
gentile utente
come ho detto i suoi sintomi sono molto soggettivi e le impediscono di curarsi con una certa continuità.
Lei riferisce l'inizio della patologia depressiva all'età di 19 anni dopo aver appreso della rara malattia ed afferma anche di essere stata meglio con il cipralex,allora perchè lo ha sospeso?
Bisogna che lei faccia il punto della situazione prima con se stessa,poi con la collega.Sentire tanti pareri non credo che le gioverà tanto.
Auguri
Prof. Maria Clotilde Pettinicchi