Utente 184XXX
Gentili dottori,
sono una ragazza di 21 anni e da un po' di anni che ogni tanto ho degli attacchi d'ansia che si manifestano con senso di oppressione,respiro affaticato e sento proprio ilcuore battere forte.Tutto questo negli anni passati succedeva di rado,ultimamente invece questi attacchi sono sempre più frequenti e duraturi;prima,infatti, tutto si risolveva nel giro di qualche minuto o al massimo durava una mezz'ora,ora invece, perdura anche per tutto il giorno e l'ansia è accompagnata anche da tremori,anche forti come ieri...finora non sono andata dal medico per evitare di sentirmi dire"prenda una camomilla e stia più calma",ma ora inizio a preoccuparmi.Vi sarei grata se vorreste darmi un consiglio.

[#1]  
Dr. Vincenzo Menniti

24% attività
4% attualità
12% socialità
SOVERATO (CZ)
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
i sintomi da lei descritti potrebbero essere ascrivibili ad un disturbo di panico caratterizzato da un incremento dell'ansia sia di tipo generalizzato (ansia, apprensione) che critico (cuore che batte forte, oppressione toracica, fiato corto, tremori, vertigini) con un corteo sintomatologico sovrapponibile a quello da lei descritto.
Le consiglierei di rivolgersi al suo curante che, approfondite ed escluse eventualmente le probabili origini organiche del disturbo, la possa indirizzare verso uno psichiatra per il trattamento farmacologico più adeguato. E' bene farlo al più presto per evitare che il perdurare del disturbo dia luogo all'instaurarsi di comportamenti che aggravino il suo disturbo (ad es. evitamento di luoghi affollati per paura che si verifichino gli attacchi, evitamento di luoghi in cui si son verificati gli episodi ansiosi).
Non abbia timore di riferire i suoi sintomi al suo curante; non credo che un coscenzioso professionista banalizzi i sintomi da lei descritti consigliandole i "rimedi della nonna".

Cordiali saluti
dott. Vincenzo Menniti

[#2]  
25789

Cancellato nel 2012
Gentile utente,
i sintomi riferiti sembrano essere indicativi di un disturbo da panico. Come sottolineava il collega, è consigliabile rivolgersi innanzitutto al proprio medico di medicina generale; aggiungerei inoltre che gli attacchi di panico sono curabili con buon successo mediante terapie specifiche.

Cordiali saluti
Giuseppe Ruffolo
www.psichiatria-online.it

[#3] dopo  
Utente 184XXX

Dimenticavo proprio di dire,come accennato dal Dr.Menniti,che non riesco a stare in luoghi affollati;in quei casi infatti l'oppressione aumenta ed è anche capitato che stessi per svenire.Vi ringrazio per le risposte che avete avuto la cortesia di darmi