Utente 173XXX
Salve, sono un ragazzo di 31 anni. Da qualche mese (6 mesi) soffro dei seguenti disturbi:
- dolore muscolare al collo (avverto una certa rigidità dei movimenti
- dolore saltuario sotto le ascelle.
- dolore alla spalla sinistra (saltuario).
- Formicolii alle mani soprattutto notturni.
- fascicolazioni in varie parti del corpo (soprattutto polpaccio sinistro con leggera rigidità)
- quando piego il collo in avanti avverto una leggero formicolio al piede sinistro
- Senso di calore agli arti (soprattutto alle mani)
- situazione di apprensione continua credendo di avere gravi malattie.

Tali sintomi non sono mai invalidanti, infatti vado a correre regolarmente faccio nuoto e in queste situazione tali sintomi si attenuano notevolmente (tali sintomi si attenuano anche con una doccia o un bagno caldo)

Ho effettuato diverse analisi del sangue complete (anche la tiroide) tutte nella norma.

La psichiatra a cui mi sono rivolto mi ha detto che si tratta di sintomi d'ansia e mi ha prescritto :
- Elopram compresse 20 mg (1 al giorno)
- XanaX 0,25 mg (1 o 2 al giorno)

La cura va avanti da due mesi e ho notato alcuni miglioramenti e alcune ricadute soprattutto nei giorni in cui vado su internet a cercare da solo le cause della malattia.

Secondo voi la cura è appropriata e soprattutto per quanto riguarda la situazione del collo dovrei farmi vedere da un neurologo o ortopedico, in quanto credo sia causata da un incidente avuto in scooter.


Grazie

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

il suo trattamento e' adatto alla sua diagnosi in esattezza di diagnosi.
In ogni caso la benzodiazepina non puo' essere mantenuta per un periodo superiore alle 8 settimane.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La cura può essere specifica ma la dose non è massima.

"soprattutto nei giorni in cui vado su internet a cercare da solo le cause della malattia."

Andarsi a cercare con preoccupazione i sintomi può essere già un sintomo di un malessere, ma il fatto di trovare informazioni in questo tipo di disturbi produce un peggioramento di queste preoccupazioni, e soprattutto la tendenza scorretta a farsi guidare da informazioni che si filtrano con ansia e spavento, o peggio ancora che si suppone di poter comprendere nel loro significato clinico.

Si faccia guidare dal medico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#3] dopo  
Utente 173XXX

Grazie dottore per la pronta risposta, ma non ho ben capito.
In particolare la mia pschiatra mi ha parlato di possibile fribromialgia. Secondo lei dovre fare ulteriori accertamenti (ad esempio approfondire i dolori al collo).


Saluti

[#4] dopo  
Utente 173XXX

Grazie dottore per la pronta risposta, ma non ho ben capito.
In particolare la mia pschiatra mi ha parlato di possibile fribromialgia. Secondo lei dovre fare ulteriori accertamenti (ad esempio approfondire i dolori al collo).


Saluti

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
La fibromialgia e' da considerarsi in riferimento ad una sintomatologia psichiatrica con dolori diffusi non spiegabili dal punto di vista clinico.

Il trattamento previsto e' comunque di tipo psichiatrico.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6] dopo  
Utente 173XXX

Quindi prima di parlare di fibromialgia dovrei effettuare altri accertamenti clinici. Oppure sono sufficienti gli esami del sangue e la visita pischiatrica già effettuata?

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Ma una diagnosi attuale non c'è ? (oltre alla possibile fibromialgia)
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 173XXX

La diagnosi attuale fatta dallo psichiatra è fibromialgia, anche in considerazione del fatto che tutti i dolori lamentati sono saltuari e non hanno una sede stabile (mi ha parlato di dolori itineranti).

L'unico mio dubbio è se tali dolori possono essere in qualche modo legati ad una patologia del collo (esempio cervicale), in quanto tutto è partito con una grossa buca presa con lo scooter e l'unico dolore "non itinerante" è dolore muscolare al collo con una certa rigidità dei movimenti.

Tale situazione non risolta mi ha creato molta ansia e da lì sono partiti tutti gli altri dolori.

Saluti e grazie ancora per le risposte.

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

fibromialgia o possibile fibromialgia ?

Non vedo che senso abbia mettere in dubbio la diagnosi senza una base, il medico avrà valutato che i sintomi sono legati ad un tipo di problema e Lei dubita che siano legati ad altro, non si capisce perché.
Non è neanche chiaro se è una diagnosi fatta o no.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 173XXX

La diagnosi è stata fatta, mi sono espresso male nel post precedente, la diagnosi parla di fibromialgia.

Ho chiesto questo consulto per avere un vostro parere sull'argomento, sulla cura datami ed eventualmente se ci sono altre analisi da effettuare.

Mi rendo conto da solo che l'ultimo punto della mia richiesta serve probabilmente a tranquillizzarmi ed ad escludere altre patologie.

Inoltre vorrei sapere se esistono altri rimedi, da accompagnare alla cura farmacologia, per curare la fibromialgia (ad esempio attività sportive indicate o stile di vita consigliato

Grazie ancora

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

chiedendo rassicurazione per dubbi gratuiti si peggiorano questi dubbi nel tempo.

Però non capisco: lei diceva che secondo la psichiatra sono sintomi "d'ansia", allora dov'è la diagnosi rispetto all'ansia ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 173XXX

Mi scusi, ma non capisco io, fibromialgia non è una diagnosi? La dottoressa mi ha detto che tale fibromialgia è dovuta allo mio stato d'ansia generalizzato.

Saluti

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Allora c'è uno stato d'ansia generalizzato ? E a quale diagnosi corrisponde ? Fibromialgia è una diagnosi incentrata sui sintomi dolorosi, che si associa tipicamente a sintomi d'ansia o d'umore, ma questi vanno qualificati, configurano una depressinoe, un disturbo d'ansia generalizzato ? E' un disturbo d'ansia generalizzato (DAG) con una fibromialgia indipendente ?

Le terapie sono in parte comuni. Lei ne sta assumendo già una e ha avuto dei miglioramenti, quindi sono da valutare dosi, alternative e associazioni in base al tipo preciso di diagnosi riscontrata e ai sintomi più fastidiosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 173XXX

Grazie per le risposte. Le confermo quanto detto esplicitamente dalla dottoressa e mi scuso se non uso i termini medici appropriati, la diagnosi è fibromialgia dovuta al mio stato d'ansia generalizzato.

In particolare il mio stato d'ansia è partito dal terrore di avere malattie gravi (tumore , sclerosi multipla , sla) e più leggevo i sintomi più li avvertivo.

Adesso va meglio, "l'umore" è buono solo che i dolori muscolari soprattutto al collo non passano e secondo la dottoressa tali dolori sono legati al fibromialgia che curo come scritto nel mio primo post.

Sto cercando di effettuare un ginnastica dolce e il nuoto spero che queste attività mi posso aiutare a venirne fuori prima.
Grazie ancora.

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

il sintomo che descrive (la paura delle malattie) non è che sia specifico del disturbo d'ansia generalizzato, ma non vorrei che "ansia generalizzata" fosse un modo per dire che è ansioso abitualmente e niente di più. La paura delle malattie, quando assume una forma di ossessione può effettivamente creare grande ambiguità tra peso dei sintomi e peso della preoccupazione, perché l'attenzione ai normali segnali li rende oggetto di preoccupazione, segnalazione, spavento, etc. Nella fibromialgia i dolori possono essere provocati in determinati punti, mentre l'avere dolori, rigidità e quant'altro riferiti come sintomi è comune in molti disturbi psichiatrici, dalla depressione ai disturbi d'ansia.

Comunque, la cura copre diverse possibilità diagnostiche.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 173XXX

Dottore le volevo chiede se in questi casi è "normale" un andamento altalenante dei sintomi.Giorni in cui mi sento benissimo e giorni in cui riavverto i sintomi descritti.

Per fortuna sto notando che con la cura si allunga il periodo di "benessere" rispetto ai giorni di "malessere".

grazie ancora

[#17]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

nelle prime settimane è piuttosto normale come decorso sotto cura, ovviamente l'obiettivo finale ottimale se possibile è quello di un effetto stabile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#18] dopo  
Utente 173XXX

Gentile dottore,

La situazione continua ad essere saltuaria, non si stabilizza, dovrei parlarne con il mio psichiatra per aumentare la dose? Dall'ultimo consulto il mio psichiatra mi ha detto di sospendere lo XanaX 0,25 mg (1 o 2 al giorno)e di prenderlo solo in caso di bisogno.

Lei che mi consiglia?

Grazie

[#19]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Per sapere cosa fare deve utilizzare il rapporto con il medico che la segue, qui non è possibile fornire indicazioni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it