x

x

Disturbo distimico cronico.-

Chiedo gentilmente,dopo 33 anni di sofferenza,come psiconevrosi sindrome ansiosa depressiva,depressione reattiva ecc.ecc.ecc.con cure incisive per i
primi 20 anni e poi saltuarie.Attualmente 6 anni fà un medico del C.I.M. mi
diagnosticò Disturbo distimico cronico con una piccola terapia di mantenimento,
da me fatta per un breve periodo senza ottenere miglioramenti duraturi nel tempo
espletati anche un ciclo di 11 mesi di psicoterapia con 1 incontro settimanale
di 50 minuti.A tutt'oggi sintomi:Insonnia-stanchezza-scarso desiderio sessuale e
desiderio in genere di fare le cose-Apatia ecc.Bisogna conviverci con questo stato?attualmente sono per dormire mezza cp.xanax 0,25 al mattino ed 1 cp.la sera.-Chiedo ad un esperto del settore un aiuto in merito alla mia condizione,
ed i consigli che vorrà darmi.
Spero in una risposta rapida e ringrazio anticipatamente.-
H.1,81 Peso 97 Età 60
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 38,7k 913 271
Gentile utente,

Se ha un disturbo distimico però non vedo attinenza con una terapia a base di ansiolitico, oltretutto assunto regolarmente il farmaco perde la sua proprietà ansiolitica.

Non capisco perché ha soltanto fatto solo una cura per un breve periodo, visto che per i disturbi dell'umore le terapie farmacologiche sono numerose ed efficaci.

La distimia è una malattia curabile, quantomeno non ha senso dire che debba andare avanti senza cambiare se non si sono provate diverse alternative terapeutiche.
Il fatto che duri da tempo non significa che non debba rispondere alle cure.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it/wp-admin/install.php
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio