Utente 105XXX
Dal 1986 soffro di depressione e ansia all'inizio curata molto male, ho assunto tanti tipi di antidepressivi e tranquillanti, ho avuto anche attacchi di panico ma dovuti più che altro al cambio della cura che evidentemente era sbagliato, a febbraio 2007 uno specialista neurologo mi visita con diagnosi sindrome ansiosa-depressiva, abulìa, ansia+++, depressione della timìa non rilevante, somatizzazioni gastiche, cura: Compendium 3 mg. mattina e dopo pranzo, En da 1 mg. la sera, Stiliden 40 gocce, dopo tre mesi la cura è stata ridotta perchè stavo molto meglio della cura precedente che prevedeva Xanax 0,50 x 3 e Cipralex 20mg. la sera, nel 2008 a luglio ho avuto qualche piccolo disturbo ansioso e mi sono rivolto a uno pschiatra in quanto il bravo neurologo era andato in pensione, questo pschiatra mi a cambiato cura diminuendo i tranquillanti e aumentato l'antidepressivo sempre paroxetina, dopo pochi giorni stavo facendo le cure termali mi sveglio la notte e stavo malissimo pensavo che stavo morendo, tremavo, mi sentivo molto debole con palpitazioni molto forti, avevo un tavor orosolubile da 1 mg. lo preso e lentamente mi sono calmato, ma i giorni successivi anche se sono ritornato alla cura che facevo, stavo molto male, insomma un cambiamento di cura veramente disastroso, successivamente non ho avuto disturbi rilevanti e sono andato avanti così, anzi da circa due anni la cura di testa mia lo ridotta progressivamente fino aad assumere oggi 15 gocce di Stiliden dopo pranzo e En 0,25 la sera tardi, diciamo che ogni tanto la notte ho avuto qualche disturbo tipo ansia con calore in tutto il corpo e aumento dei battiti del cuore con aumento della pressione arteriosa ma si è trattato di disturbi di pochi minuti, adesso da pochi giorni dopo che ho avuto una faringo-tracheite con assunzione per sei giorni di antibiotici mi sento stanco anche se faccio brevi passeggiate, soprattutto nella schiena si sente di più questa stanchezza, è il caso di assumere qualche integratore adatto per questo disturbo? Da un anno ho avuto un periodo di stress a causa prima della frattura del malleolo peroneale dx e poi con la domanda di inabilità lavorativa che mi è stata riconosciuta 2 mesi fà, ma è stato un iter molto lungo e complicato.

[#1]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Quale è la domanda?
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2] dopo  
Utente 105XXX

Vorrei sapere se la cura attuale è adeguata o bisogna modificarla anche se di poco.

[#3]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Quale è la cura attuale, da quanto tempo la assume e per quale la diagnosi?
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#4] dopo  
Utente 105XXX

La cura attuale è : Stiliden gocce ( 15 gocce dopo il pranzo), EN 0,25 mg. la sera tardi, la assumo da circa 1 anno e mezzo, diagnosi sindrome ansiosa depressiva con occasionali attacchi di panico.

[#5]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
La paroxetina (Stiliden) al momento è sottodosata per la terapia di mantenimento di un disturbo d'ansia o dell'umore. La benzodiazepina (EN) andrebbe assunta per brevi periodi, limitatamente alle necessità cliniche delle prime fasi di terapia.
E' seguita da uno specialista in psichiatria?
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#6] dopo  
Utente 105XXX

Quindi dovrei aumentare le gocce di Stiliden da 15 al giorno a quante gocce? L'EN lo avevo sospeso, adesso dopo una crisi di ansia di notte lo ripreso da 3 mesi, ma è una dose minima solo 0,25 mg, Occasionalmente mi segue uno pschiatra e una psicologa del Centro Igiene Mentale,

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

il servizio non consente prescrizioni online o soddisfacimento di richieste che possono portare ad una variazione autogestita dei trattamenti.

Sarebbe opportuno che effettui con regolarità controlli con lo psichiatra per la valutazione del trattamento e segua le decisioni di variazioni posologiche che ne conseguiranno.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#8]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Il seguimento occasionale non ha alcun significato. E' necessario affidarsi ad uno specialista, seguirne le prescrizioni e effettuare i controlli periodici previsti.
Come già sottolineato dal collega, il nostro Servizio non è pensato per fornire prescrizioni online o informazioni che possano indirizzare ad una autogestione della terapia.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it