Utente 238XXX
Scusate il disturbo, ma e' da un anno circa che soffro di questo nodo in gola che non mi da tregua,
La visita dal otorino e tutto apposto , soffro di ansia e depressione , mi sono recato da un psichiatra primario di un famoso ospedale , e a 250 € tutte le volte per 10 minuti mi ha prescritto,
Sono arrivato ad assumere circa da un mese 40 goccia di dropaxin e 3pastiglie di xanax da 0;50 al giorno ma la cosa non mi sembra tanto migliorata , se fosse un tumore alla faringe penso che dopo un anno sarei molto peggiorato? La tiroide e stata esclusa .
In più tanti giorni esagero con un bel po' di vino perché, mi fa stare meglio e mi toglie quel fastidioso nodo in gola , potrebbe essere questa quantità circa 1 o 2 litri al giorno di vino che può dare effetto opposto ai farmaci che sto assumendo ?
Scusate per la scrittura

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La diagnosi non è chiara perché ansia e depressione non è una diagnosi. Se ad esempio è una ipocondria, ovvero un disturbo ossessivo, le dosi e i tempi sono rispettivamente più elevate e più lunghi (2-3 mesi).
Se assume 2 litri di vino al giorno la cura tende a non funzionare, non capisco perché questo aspetto non sia stato considerato nella diagnosi e cura, e perché le siano stati dati ansiolitici essendo un pesante bevitore.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 238XXX

Dottore inanzi tutto grazie della risposta e della disponibilita' di un proffessionista come lei , non so se sia ipocondria o un disturbo ossessivo, so solo dirle che la prima volta che ho cominciato a stare cosi
male e stato 11 anni fa' quando il ginecologo ha detto a mia moglie che mio figlio ancora in grembo aveva i piedini non normali " che poi con le altre ecogafrie non era cosi" ,poi dopo 4-5 mesi che stavo malissimo cioe' molto ansioso soprattutto alla mattina , la poca voglia di vivere ,qualsiasi attivita e' un mattone etc.etc. ,lavorando ne sono uscito dottore facendo il muratore mi tiene molto impegnato , dopo di che ho ricominciato a star male con l'avvento del secondo figlio,con la morte di mio padre, con un tumore diagnosticato a mia madre che poi erano soltanto diverticoli , pero la mia chiamiamola depressione era risvegliata da cambiamenti della mia vita .
La comparsa di questo nodo in gola a febbraio dell'anno scorso era ed e' molto fastidioso , poi ho ricominciato ancora a star male come sopra elencato ma senza problemi reali.
Ho girato molti psichiatri e neurologi ognuno con una terapia diversa , il fatto proprio che mi preoccupa e proprio questo nodo in gola .
Dottore la ringrazio anticipatamente della risposta e della sua professinalita' e mi complimento molto della vostra disponibilita'
ps: dottori cosi ne son rimasti ben pochi.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Quali terapie ha fatto fino ad ora (escludendo ansiolitici) a parte il dropaxin ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 238XXX

Dottore lei e' veramente gentilissimo , escludento ansiolitici vari e tanti
en , lexotan , ecc . ho provato il citalopran ma stavo veramente peggio
cioe' sudori , insonnolenza , attacchi di panico , e l'ansia aumentava.
Ne ho provato un'altro ma non mi ricordo il nome mi era stato dato da un giovane psichiatra di Pavia e non riesco piu' a rintracciarlo .
Grazie ancora dottore

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Quindi in definitiva ha provato 3 medicinali, di cui due simili (paroxetina e citalopram), per cui direi che le restano diverse opzioni, almeno farmacologiche, per la cura dei principali disturbi d'ansia, ossessivo e dell'umore.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 238XXX

Dottore adesso non tocchero per un bel po alcool , se la terapia non funzioera' ritornero ancora dallo psichiatra , potrebbe rassicurami con il nodo in gola ? anche se so che non e' lei che mi ha visitato.
Grazie dottore faro' sapere ancora sul sito, per il momento non aprofitto della sua pazienza

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non ha bisogno di rassicurazione, anzi la rassicurazione tende a peggiorare nel tempo e mantenere le preoccupazioni. La terapia deve incidere sulla preoccupazione e sui segnali corporei automatici, a seconda di quale dei due aspetti sia centrale nella sua diagnosi (statisticamente di solito è il primo che prevale).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 238XXX

Caro dottore , volevo solo essere riassicurato se secondo lei sto nodo in gola non passa ?una patologia importante non sarebbe peggiorata? mentre rimane abbastanza costante , sono fumatore ,come già detto visita da otorino apposto , ed e' 3 giorni che non tocco alcool il morale e leggermente migliorato
puo' ansia darmi costantemente questo fastidio alla gola,
Scusi l,insistenza dottore e ancora grazie

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
" volevo solo essere riassicurato se secondo lei sto nodo in gola non passa ?"

Appunto, è quello che dicevo. Quando ci si pongono queste domande in cui si vuole esser rassicurati di cose che fondamentalmente i medici hanno già discusso e su cui hanno già preso posizione, essere rassicurati in maniera razionale ed esaustiva non fa bene perché alimenta il meccanismo che sta alla base del dubbio (nonostante nell'immediato possa far sentire sollevati).

Non si tratta di trovare il modo migliore per rassicurarla, ma di eliminare l'attenzione a questo sintomo o il sintomo stesso (e queste due condizioni sono oggetto della valutazione psichiatrica che le distingue).

La sospensione dell'alcol la faccia comunque sotto guida medica, la sospensione brusca nel bevitore abituale non è consigliabile senza un monitoraggio.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 238XXX

Ok DOC grazie , al proposito ho visto che opera anche a Milano , se proprio non dovrei migliore la contatterò sempre se possibile, io sono di Lodi

[#11] dopo  
Utente 238XXX

Caro dottore scusi ma ci risiamo , ho dovuto sospendere il dropaxin visto che dopo 3 mesi dall'assunzione stavo peggio, mi sembra ovvio che il farmaco non era appropriato , il problema adesso e' anche la paura di ritornare dal psichiatra che probabilmente mi cambierà terapia e starò ancora male
come con il dropaxin, o altri antidepressivi non danno per i primi giorni l'aumento di ansia?
Le prime volte non ho detto una cosa , oltre a fare il muratore o viceversa sono oss in un ospedale
Psichiatrico da circa 20 anni e in realtà, o perso un po' di fiducia in psichiatri e neurologi , penso che dovrò aspettare che sta depressione passi da sola , inoltre ho letto su internet che in certi casi lo xanax
Porti a depressione infatti da quando lo assumo mi ha diminuito il nodo alla gola ma sono caduto in depressione , o forse era gia' in corso ?
Poi ripeto dottore fino alle ultime volte ci uscivo da solo , il problema e' anche la sospensione dello
xanax che mi aumenterà il famoso nodo alla gola anche se poi del tutto non me lo toglie.
Scusi ancora del disturbo DOC ma come sapra' benissimo parlarne dovrebbe aiutare e lei e' molto
gentile.
Non la disturberò più perché sicuramente c,e gente che ha molto piu' bisogno di me

Ps : DOC e mi scusi per l'italiano che come avra' visto non e' il massimo.

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sta facendo ragionamenti un po ' alla rinfusa. I termini tecnici non è chiaro a cosa corrispondano, le decisioni le prende autonomamente.

Non ha bisogno di un aiuto, ma di una cura. Con questo approccio rischia solo di fare scelte di tipo negativo: non curarsi, smettere le cure, perdere motivazione a curarsi, e fraintendere il senso delle malattie come qualcosa che "dipende da Lei".

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it