Utente 237XXX
Gentili Dottori,
da anni ho un problema che mi affligge.

E' iniziato tutto a circa 10 anni.Ogni qualvolta andavo a scuola ero tormentato da mal di stomaco e flatulenze continue. Questo problema,che ho cercato di curare senza successo,l'ho portato avanti fino ad oggi.

Ovviamente è stata la scuola il luogo dove il problema si manifestava principalmente.

Pochi giorni fa,per la prima volta,sono ricorso agli psicofarmaci per poterlo risolvere.
Il dottore mi ha detto che è un problema chimico lasciandomi sorpreso,perché tutti gli altri mi avevano detto che era un problema che si inquadrava in una sfera ansiosa e quindi psicologica.

Il suddetto Dottore mi ha prescritto come cura il Levopraid. 10 gocce tre volte al dì.
Lo assumo da 5 giorni e non ho risolto nulla.
Volevo chiederVi se il farmaco agisce subito,e quindi posso già decretarne il fallimento,oppure c'è bisogno di più tempo.

Grazie a tutti Voi.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
C'è bisogno di più tempo.

Comunque rispetto al suo ultimo consulto non sono passati i cinque giorni in cui chiedeva come assumerlo.

Può fare chiarezza?
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 237XXX

Gentile Dottore,
non ricordo quando ho iniziato la cura,ma se ci tiene così tanto glielo farò sapere.

Lei mi sa dire più o meno quali sono i tempi di efficacia del Levopraid?

La ringrazio infinitamente.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

dovrebbe fornire notizie quantomeno dettagliate per poter avere risposta.

Le sue domande vertono sempre su dubbi relativi al trattamento che, probabilmente, possono essere chiariti dal prescrittore, se ve ne è ancora uno.

Il dubbio che sorge è che lei possa gestire le terapie in modo autonomo e, pertanto, richiedere rassicurazioni in merito, questo accade anche perchè i tempi tra le sue richieste di consulto che si succedono non corrispondono tra l'una e l'altra.

Se il giorno 18/1 richiede chiarimenti sul levopraid ed il giorno 8/2 fa intendere di non averlo ancora assunto come fa il giorno 11/2 (oggi) a stare a cinque giorni dalla assunzione?

Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#4] dopo  
Utente 237XXX

Gentile Dottore,
ho chiesto del Levopraid quando il medico me lo segnò,ma non lo assunsi ancora.

Sono in cura da una psichiatra da più di un anno,non riuscirei a gestire da solo tutti i farmaci che prendo.

Comunque sono certo di averlo assunto sabato 9 o venerdì 8. Non so se un giorno faccia la differenze.

Sarei felice se mi desse una risposta riguardo i tempi d'azione di questo farmaco che finalmente doveva "salvarmi" e invece si è andato ad aggiungere ad altri fallimenti.

Grazie Dottore

[#5] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Ci vogliono almeno una quindicina di giorni.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#6] dopo  
Utente 237XXX

La ringrazio Dottore.

Speriamo bene