Utente 950XXX
Gentili medici, 5 anni fa mi è stata diagnosticata dallo psichiatra la DAP con agorafobia, che mi ha curato (con successo quasi immediato dopo circa 20gg di terapia) nei primi 90 giorni con Xanax 0,25 al mattino 0,25 a mezzodi e 0,50 la sera insieme a Elopram 20mg la sera, dopo aver scalato lo Xanax fino all'eliminazione ho continuato con Elopram 20mg per circa 2 anni mezzo fino a sett 2010.Non ho avuto nessun tipo di problema, sembrava che fossi guarito del tutto, sino a maggio 2011 quando mi sono ricomparsi dapprima i sintomi della DAP, in aggiunta ho cominciato ad avere il terrore dei coltelli, utensili ecc. e la paura che potessi essere un pericolo per gli altri.Sono andato dal mio medico curante il quale mi ha consigliato di ripetere la terapia datami dallo psichiatra 3 anni fa, ma purtroppo dopo due mesi di terapia non ho avuto nessun giovamento anzi le mie paure e l'ansia erano aumentate,alternando anche giorni di depressione e isolamento sociale quindi sono ritornato dallo psichiatra il quale mi ha diagnosticato ansia depressiva ossessiva con spunti fobici e mi ha prescritto per i prox 20gg: Xanax 0,50 3 volte al di, anafranil 75mg 1 compressa la sera piu 5 gocce di Entumin 100mg/ml. adesso nonostante non abbia mai smesso la terapia a distanza di due anni mi è tornata l'ansia seguita da momenti di depressione e ossessioni di non fare tutto il possibile per i figli, ossessioni che non riuscirò a mantenerli a pagare il mutuo ecc. lo psichiatra quindi mi ha prescritto insieme all anafranil da 75 che già prendo lo zoloft 50 tavor 2.5 mezza al matt mezza al pom e 1 alla sera insieme a 10 gocce di imprumen più una compressa di disipal la sera. quello che voglio chiedervi la terapia è adeguata al mio quadro clinico o è esagerata. questi medicinali diminuiranno la mia libido,se si posso fare qualcosa? Vi ringrazio di cuore anticipatamente per le risposte.

[#1]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

di per se' sarebbe stato opportuno un aggiustamento posologico con l'anafranil piuttosto che l'aggiunta di un altro antidepressivo.

Detto cio', il suo psichiatra avrà avuto buoni motivi per indicare il trattamento attuale. Il consiglio è di seguire con fiducia le prescrizioni. Anche per gli effetti collaterali è importante uno stretto monitoraggio clinico poiché a priori è difficile dire cosa può accadere.
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#2]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Quel tipo di problema che riferisce non sembra parte del DAP, ma piuttosto ricorda il DOC, i due disturbi possono coesistere nella stessa persona contemporaneamente o in periodi diversi.
"ansia depressiva ossessiva con spunti fobici" non significa niente, esistono le categorie diagnostiche, per cui forse tutte queste parole significano disturbo ossessivo, faccia chiarire.
In effetti anche la scelta della cura sembra orientata verso il disturbo ossessivo (DOC), ovvero l'anafranil. Non è chiaro perché, anziché usare l'anafranil a dose piena, sia stato associato zoloft a dose inefficace, né si capisce perché ci siano quelle aggiunte di neurolettici serali.
Le ipotesi sono due: o gli schemi sono del tipo "più farmaci ma nessuno a dose efficace", e quindi è ipotizzabile rivedere la cura e semplificarla con un farmaco solo a dose piena. Oppure, la diagnosi non è esclusivamente di tipo ansioso ma vi sono ricorrenze depressive indipendenti, nel qual caso si può pensare di associare all'antiossessivo (anche in questo caso a dose efficace) un farmaco stabilizzatore dell'umore.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#3] dopo  
Utente 950XXX

Cari medici grazie x la risposta, Dott Pacini purtroppo seguo alla lettera ciò che il mio psichiatra mi ha prescritto ma comunque farò presente al prossimo controllo le sue perprplessità, perchè a quanto ho capito la terapia lei non la condivide in pieno. tenga presente che anche io ho avuto delle perolessità mi sembravano esagerate, però pensandoci bene avevo creduto che il manifestarsidei sintomi nonostante stessi assumendo l'anafranil da 75 giustificasse l'inserimento degli altri farmaci. Di nuovo grazie di cuore a tutti i medici

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
L'anafranil si utilizza fino a 300 mg. Può naturalmente darsi che il medico voglia associare due farmaci,cosa che in genere si fa se non c'è risposta a uno a dose piena.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it