Utente 272XXX
Salve rieccomi dinuovo qui,avevo scritto pochi giorni fà riguardo ai miei disturbi di panico ed ansia...Avevo già scritto che a causa di varie situazioni a settembre ricadute di dap.....da allora prendo aplrazolam gocce.Anni fa per lo stesso disturbo prendevo en gocce e dopo vari esami tutti ok la mia era uno stato ansioso curato con sereupin usato per 9 mesi poi sospeso per gravidanza e dopo aver avuto un aborto nn ho preso più niente ho deciso di affrontare un'altra gravidanza e di pensare solo a quello ed è andato tutto bene fino a settembre scorso.Sono contraria a riprendere sereupin....ma il mio medico consiglia di riassumerlo e ieri parlando col mio psicologo mi ha consigliato di assumerlo,ma devo esserne convinta perchè se lo assumo con la paura che mi faccia male lo farà sicuramente.Il mio medico dice di assumerlo in tutta tranquillità e che posso sospenderlo quando starò meglio senza problemi.Ecco io sono molto confusa e combattuta da una parte dico lo predo mi farà stare meglio però forse dovrò prenderlo per parecchio tempo.Dall'altra dico nn lo prendo ho paura,paura di dover stare male le prime settimane,paura degli effetti collaterali.La prima volta che ho iniziato 8 anni fà nn ricordo se ho avuto effetti mi sembra solo confusione ma nn ricordo bene perchè avevo cosi' voglia di stare bene che avrei preso di tutto.Adesso è il contrario....ho due bambini di 11 e 6 anni che,a causa della mia ansia,hanno perso qualche giorno di scuola.E se prendendolo l'ansia e il panico(che è diminuito molto)torna più forte?Se si ci mettono anche i tremori,le vertigini,la confusione,come faccio a prendere la macchina per accompagnare i bambini?Purtroppo mio marito lavora fuori città e nn mi può aiutare...ci sono giorni che come ieri sono stata meglio e ho fatto mille cose...e giorni come oggi che mi sento cosi' confusa che mi sembra di impazzire,poi la prossima settimana ho la riunione a scuola,il compleanno di mio nipote, di mio figlio....se inizio la cura e sto male come faccio???Mamma mia sono consi' confusa.....spero possiate darmi qualche sicurezza in più...so che per gli effetti collaterali la cosa è soggettiva,io fino ad ora qualsisi medicina abbia preso l'ho sempre tollerata bene,ma adesso sono cosi' insicura boh nn so più che fare...cmq grazie in anticipo..spero che questi alti e bassi passino in fretta....nn mi sono mai sentita cosi'insicura e confusa!!!!

[#1]  
Dr. Matteo Preve

40% attività
8% attualità
16% socialità
CONCESIO (BS)
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
Credo che il consiglio dato dal suo medico e dallo specialista siano da seguire senza particolari preoccupazioni. Si farebbe le stesse domande se avesse la febbre e se dovesse prendere antinfiammatori ed antibiotici? Penso di no.
Il farmaco va assunto quando c'è uno stato psicopatologico, che viene valutato da uno specialista, che necessità di una cura. Mi sembra che in questo momento le sue ruminazioni siano di intralcio a quello che dovrebbe essere un percorso di miglioramento (peraltro come già avvenuto nel passato). Quindi segua il consiglio dei medici che la conoscono è potrà stare di nuovo bene.
La durata della terapia non deve spaventare o incutere timore, ma deve essere valutata con estrema tranquillità insieme al suo specialista.
Cordiali saluti.
Dr. Matteo Preve
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia Cognitiva

[#2] dopo  
Utente 272XXX

Si',infatti ho appena contattato il mio medico e mi ha detto di iniziare con mezza compressa di sereupin per 3 giorni e poi passare ad una,di continuare comunque a prendere le gocce di alprazolam,le vorrei prendere almeno fio a quando la pillola farà il suo effetto e spero presto.Per quanto riguarda gli effetti collaterali mi ha detto di nn leggere il foglietto illustrativo.....ha già prescritto tante volte questo farmaco e mi ha rassicurato che nn dà particolari problemi anzi migliorerà di certo il mio stato....speriamo sono convinta di iniziarlo oggi stesso,sono stanca di sentirmi sempre cosi'...per gli effetti( se ci saranno pazienza)di questo nn si muore.Grazie dottore anke a lei è stato molto gentile!!!

[#3]  
Dr. Matteo Preve

40% attività
8% attualità
16% socialità
CONCESIO (BS)
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
La farmacofobia (paura che un farmaco possa dare effetti collaterali e spesso associata alla mancata assunzione del farmaco) è un aspetto clinico spesso presente in chi soffre di disturbo di ansia. Questa "paura" non le permette di decidere tranquillamente e non le consente di fare quello che sarebbe giusto per trattare il suo disturbo. Deve anche pensare che questo farmaco lo conosce e non le ha dato dei particolari effetti collaterali.
Cordiali saluti.
Dr. Matteo Preve
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia Cognitiva

[#4] dopo  
Utente 272XXX

Si' infatti,grazie per le sue rassicurazioni.

[#5] dopo  
Utente 272XXX

Mi scusi se la disturbo ancora,ho letto che la paroxetina potrebbe causare pensieri suicidi è vero?Ho chiamato pure il mio medico mi ha detto di stare tranquilla ma sono cosi' spaventata....mi scusi forse mi sto facendo condizionare troppo dalla mi ansia!!!

[#6]  
Dr. Vito Fabio Paternò

28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
CATANIA (CT)
PALERMO (PA)
MESSINA (ME)
CALTANISSETTA (CL)
COSENZA (CS)
RAGUSA (RG)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Esatto si fa condizionare troppo. Inizi la terapia come le è stato consigliato alrimenti non cambierà mai nulla.
Cordialmente
Dott. Vito Fabio Paternò

www.cesidea.it

[#7] dopo  
Utente 272XXX

Ho iniziato oggi...con tanta paura...però spero che sia solo una paura infondata,anke perchè voglio seriamente stare bene,senza quest'ansia che mi assale spesso,e senza questa tristezza che spunta quasi ogni giorno!!!!

[#8] dopo  
Utente 272XXX

Un 'ultima cosa,volevo sapere se va bene il dosaggio che mi ha dato il medico di base,in pratica io prendo 13 gocce di alprazolam la mattina 6 il pomeriggio verso le 15,30 e 8 la sera verso le 22,30.Volevo sapere visto che oggi verso le 14,30 ho preso mezza compressa di sereupin se posso prendere ugualmente gli ansiolitici o devo iniziare a scalare le dosi.Il mio medico mi ha detto che va bene cosi' e che si possono prendere anke insieme,ma lui è solo il medico di base....e nn so a chi altro rivolgermi.Ancora nn ho preso gli ansiolitici forse è meglio iniziare a scalare la dose pomeridiana o lasciamo stare la cura cosi'????

[#9]  
Dr. Vito Fabio Paternò

28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
CATANIA (CT)
PALERMO (PA)
MESSINA (ME)
CALTANISSETTA (CL)
COSENZA (CS)
RAGUSA (RG)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Se la cura è stata prescritta cosi', deve segiurla cosi'.
il medico di base può seguira comunque e se lei si è fidata di lui per una prescrizione specialistica, si fidi di lui anche per gli accorgimenti che le suggerisce.
I cambi e le riduzioni di terapia può farli solo chi l'ha visitata direttamente.
Cordialmente
Dott. Vito Fabio Paternò

www.cesidea.it

[#10]  
Dr. Matteo Preve

40% attività
8% attualità
16% socialità
CONCESIO (BS)
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
Segua il consiglio del medico che è sicuramente in grado di poterla aiutare.
Non si faccia condizionare dall'idea di avere degli effetti collaterali, perché un farmaco viene somministrato per migliorare lo stato di salute della persona.
Cordiali saluti.
Dr. Matteo Preve
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia Cognitiva

[#11] dopo  
Utente 272XXX

Grazie mille....

[#12] dopo  
Utente 272XXX

Oggi è il secondo giorno di cura con sereupin,la prenderò alla stessa ora di ieri.Può essere che si traggano subito dei benefici?Nel senso che stamattina mi sono svegliata più serena e tranquilla,solo pensieri positivi un pò di buon umore rispetto agli altri giorni e pochissima ansia....riguardo agli effetti ieri ho avuto un pò di sonnolenza,pressione bassa e nausea la sera.Oggi invece stanchezza una leggere confusione e lievi tremori...è da attribuire al farmaco?Se è si quando potrebbero durare visto che lunedi' ho un impegno importante e se sto cosi' nn so se potrò andarci.... l'alprazolam serve anke per allieviare questi sintomi?Ieri la dose pomeridiana delle gocce nn l'ho presa perchè avevo la pressione bassa e molta sonnolenza....scusate se vi sembrerò un pò stupida a chiedere queste cose e se insisto ma purtroppo sono fatta cosi' quando riguarda la salute!!!!Grazie e scusatemi ancora!!!

[#13]  
Dr. Matteo Preve

40% attività
8% attualità
16% socialità
CONCESIO (BS)
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
Si possono avvertire dei benefici nell'immediato perché paroxetina a un buon effetto sedativi ed ansiolitico anche nelle prime somministrazioni. Ma in generale l'effetto farmacologico insorge nelle prime 2-4 settimane. Gli altri si tomi riferiti sembrano lievi effetti collaterali. L'uso di alprazolam può essere utile per migliorare i sintomi ansiosi nel momento in cui la terapia non ha ancora l'effetto farmacologico voluto.
Cordiali saluti.
Dr. Matteo Preve
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia Cognitiva

[#14] dopo  
Utente 272XXX

Grazie dottore.....gentilissimi come sempre!!!

[#15] dopo  
Utente 272XXX

Scusate se vi disturbo ancora,sabato sera ho avuto un lieve attacco di panico che oltre ai soliti sintomi ho avvertito una sensazione di calore alla testa,poi è passato mi sono messa a letto.Ieri alle 6,30 mi sono svegliata con un senso di calore alle spalle che passava e tornava.Stanotte mi sono svegliata alle 2,30 anke perchè ero un pò nervosa e nn ho chiuso più occhio anke a causa di questo calore che oltre le spalle,un pò alla testa,è sceso alle braccia.Mi sento come se fossi abbronzata....Volevo chiedervi se è l'ansia,o un effetto collaterale del sereupin o qualcos'altro????Sono un pò preoccupata grazie!!!

[#16]  
Dr. Matteo Preve

40% attività
8% attualità
16% socialità
CONCESIO (BS)
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,
Le vampate di calore possono essere sintomi ansiosi che si presentano perché la terapia non sta ancora facendo effetto, essendo pochi i giorni di assunzione. Le consiglio di seguire l'incremento terapeutico consigliato dal suo medico ed aspettare.
Cordiali saluti.
Dr. Matteo Preve
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia Cognitiva

[#17] dopo  
Utente 272XXX

Ok grazie....

[#18] dopo  
Utente 272XXX

Salve e scusate se sono ancora qua,oggi ho chiamato il medico,dovevo aumentare sereupin,siccome ieri sono stata un pò male a causa dell'ansia che mi causavano vampate di calore e pensieri negativi....mi ha detto di continuare ancora 2 giorni con mezza compressa.Oggi sto un pochino meglio....volevo chedervi se prendendo ancora mezza compressa i benefici si hanno lo stesso,e se aumentando la dose possono aumentare gli effetti collaterali?Poi questi pensieri negativi che ho sono dovuti alla medicina o sono io che essendo ansiosa ingigantisco le cose?Con pensieri negativi intendo che penso sto entrando in depressione,che forse non ne uscirò,ho paura di andare a fondo ecc...spero solo sia una mia paranoia visto che la mia mente viaggia troppo!!!!

[#19]  
Dr. Matteo Preve

40% attività
8% attualità
16% socialità
CONCESIO (BS)
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,
L'ansia è responsabile di pensieri negativi o "minacciosi". Lei segua il consiglio del medico che le ha stabilito correttamente un piano di incremento di dosaggio del farmaco in modo che lei possa avere un beneficio sulla sua sintomatologia. Gli effetti collaterali si riducono nelle prime 2-4 settimane.
Cordiali saluti.
Dr. Matteo Preve
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia Cognitiva

[#20] dopo  
Utente 272XXX

Ok grazie, e perdoni la mia insistenza ma aumentando il farmaco è possibile che gli effetti possano aumentare o diminuiscono visto che ormai il fisico si sta abituando?

[#21]  
Dr. Matteo Preve

40% attività
8% attualità
16% socialità
CONCESIO (BS)
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,
Gli effetti collaterali si riducono progressivamente ed indipendentemente dall'incremento del farmaco. La riduzione degli effetti collaterali è accompagnata dalla progressivo aumento dell'effetto terapeutico del farmaco.
Cordiali saluti.
Dr. Matteo Preve
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia Cognitiva