Utente 231XXX
salve dottore,
ultimamente e' peggiorata la situazione riguardo alla mia pressione ballerina. le fonti di stress sono molte. spratutto la scuola ed un dirigente che crea problemi ai docenti e io non riesco più a reggere. il cardiologo ha rilevato pressione 195-128 non si abbassava con le gocce di ipotensivo sotto la lingua e mi ha prescritto xanax 5 gocce la mattina e 5 la sera.
la domanda e' questa: lo xanax crea dipendenza?
quando fra un mese dovessi sospenderlo come dovro' fare ?? devo ridurre gradualmente? e poi essendo questo farmaco un sintomatico il mio fisico come reagira? la mia pressione cosa fara? queste domande le ho gia poste al vostro cardiologo e al neurologo il quale mi ha detto che la branca di riferimento era la psichiatria.
in attesa di una risposta le porgo cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente

Una pressione di questo tipo andrebbe valutata approfonditamente è ridotta con i presidi previsti per tale patologia.

L'alprazolam è una benzodiaepina che esplica la sua efficacia ansiolitica a dosaggi terapeutici che sono ben lontani dalle 10 gocce totali.

Il farmaco può dare assuefazione e dipendenza, nel suo caso è più probabile la sola assuefazione per cui il dosaggio risulterà sempre meno efficace.

In particolare, l'indicazione al trattamento dovrebbe comunque scaturire da una diagnosi appropriata ed anche se fosse "disturbo d'ansia" il trattamento nel lungo termine con benzodiaepine non è di prima scelta.

Ora, se la sua problematica può essere considerata anche sul versante psichiatrico sarebbe opportuno far valutare la situazione da uno specialista.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 231XXX

grazie dottore. ho effettuato due, tre visite cardiologiche dove hanno vagliato la situazione. non ci sono cause secondarie ma potrebbe essere una lieve ipertensione che potrebbe anche essere non trattata se non con un farmaco ipertensivo tipo losaprex, meta' compressa la mattina e meta' il pomeriggio. io sono molto refrattaria all'idea di assumere questo farmaco per cui mi sono indirizzata per la diagnosi del cardiologo che vuole provare a trattarmi con lo xanax. Cio' che rende la terapia difficile da individuare sono questi repentini rialzi di pressione che persistono per un po.. e poi in altri mometi la pressione torna normale..c'e' da dire che io non uso il sale e quindi sto veramente attenta riguado all'alimentazione. . spero che lo xanax mi aiuti. cosa sia efficace . Dottore, se fosse disturbo di ansia quale farmaco sarebbe di prima scelta?

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
È stato escluso un iperinsulinismo ad esempio?

Sinceramente non posso essere d'accordo con questo tipo di trattamento anche se il rialzo pressorio fosse "ansiogeno", ed in ogni caso non dovrebbe raggiungere questi valori.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente 231XXX

Temo anche io, dottore, che questi rialzi siano eccessivi...e forse da trattare, come dice lei, diversamente. iperinsulinismo? questo non so dirglielo. posso dirle che la glicemia va bene, ora non so da quale esame si potrebbe evincere l'iperinsulinismo...che dire dottore...il problema e' che per me, paziente, visto che la medicina oggi e' divisa per settori soprattutto nel mio caso dove questi rialzi di pressione sembrano dipendere dal settore sia da quello cardiologico che , eventualmente, psichiatrico o altro, diventa difficile prendere una decisione...ci vorrebbe un medico, quello di una volta, che prendeva le fila della situazione e faceva una diagnosi....oggi, invece, per noi pazienti diventa anche dispendioso andare di qui , di la....e a volte ho potuto notare che forse, mi consenta questa osservazione che non e' assolutamente riferita a lei che invece vedo che mi ha risposto( ma lo dico a lei che essendo uno psichiatra, forse ha una maggiore attitudine ad accogliere uno sfogo), diventa, le dicevo, uno scaricabarile...mi sento disorientata..ne capisco un po' di medicina nonostante i miei studi siano stati umanistici e quindi cerco anche io di tirare le somme...ma mi sento un pochino sballottata...io penso che prendendo il losaprex, nel momento in cui la pressione si abbassa, come accade,cosa faccio? svengo? questi sono i miei timori....mi scusi se l'assillo....lo prenda come uno sfogo...buona giornata

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Ha fatto una curva da carico di glucosio con prelievo a digiuno sia della glicemia che della insulinemia?
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6] dopo  
Utente 231XXX

non l'ho mai fatta, dottore....non l'ho mai fatta in quanto il medico generico visionando i miei esami credo non l'abbia ritenuto opportuno perché la glicemia era nella norma, il colesterolo invece no aveva il valore di 250. c'e' da dire che questi sbalzi di pressione li ho sempre avuti ma in queto periodo, visto che sono soggetta a forti fonti di stess il quadro e0 peggiorato. cerco con lo xanax di tenere la cosa un pochino sottocontrollo, ma cio che mi preoccupa e' tornare al lavoro...sono in malattia da 10 giorni. sono un astacanovista del lavoro, nel senso che non ho masi usufriuto più di due tre giorni di malattia negli anni....ho sempre lavorato con diligenza..da due anni un dirigente scolastico si sta comportando non secondo i canoni della normalta....più di 10 docenti queast'anno si sono trasferiti altrove a causa sua ....io no...perché il caso da me seguito mi aveva chiesto di rimanere...e io, che penso sempre agli altri più che a me stessa sono rimasta in quell'istituto dove gli abusi abbondano...cosa accaduta anche nei miei confronti....sono crollata..e cio mi crea stress....l'idea tra pochi giorni di dover tornare mi fa schizzare la pressione a 300..come devo fare dottore.....se prendo ulteriore malattia potrei non poter più usufruire dei giorni..bruciarmeli ..se vado......e' difficile la mia situazione...temo per la mia salute...e per salvagiardare il posto di lavoro...nelle mani di un dirigente....non mi faccia andare oltre dottore.

[#7] dopo  
Utente 231XXX

forse una cosa potrei aggiungere sempre in riferimento alla pressione. studiando da sola la mia pressione ho notato che c'e' una risposta eccessiva alle emozioni...come se , per usare dei termini non so se consomi, andasse in circolo troppa adrenalina....una risposta estrema agli stimoli...una sorta di instabilita' vegeto emotiva.

[#8]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

l'iperinsulinismo potrebbe essere la causa di una vasocostrizione che può dare rialzi pressori di questo tipo.

Anche se la causa fosse di tipo ansiogeno il trattamento con le sole benzodiazepine non ha indicazione nel lungo termine.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#9] dopo  
Utente 231XXX

dottore la ringrazio e farò presente al mio medico generico questi suggerimenti cordiali saluti

[#10] dopo  
Utente 231XXX

un' ultima cosa: il lexotan e' un farmaco con le stesse proprieta' dello xanax? e le gocce di hen?

[#11]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003