Utente
Buonasera,come da consulti precedenti,dal 2009 ho avuto degli episodi di attacchi di panico e ansia molto forte,e in seguito numerose conseguenze di malessere tra cui pensieri intrusivi e "cattivi"verso di me,dopo una pseudocura del mio dottore nel maggio 2012 anche se la situazione era decisamente migliorata,ma avevo sempre con me un po di ansia senza motivo e una stanchezza,svogliatezza che anche se non fortissima cmq abbastanza pesante,vengo preso in cura da uno psichiatra che mi prescrive cipralex da 10mg 1 pastiglia al giorno al mattino,l' ansia col tempo è sparita del tutto ma accuso sempre un po di stanchezza,assenza di testa,stomaco un po chiuso ,poi dopo un anno siamo passati dal cirpalex 20mg sempre al mattino ma non è cambiata molto la situazione,da circa 4 mesi il dottore mi ha detto di provare di prenderle la sera,la prima settimana è stata uguale ma la seconda con sorpresa mi son sentito davvero bene....il problema che gia alla 3 settimana è ritornato tutto come prima,stanchezza,poca voglia di fare(se non cose obbligate come il lavoro o qualcosache mi tiene molto impegnato)stomaco chiuso,pesantezza,ora il medico mi ha prescritto al mattino Cymbalta 60mg 1 compressa e continuare alla sera con 1 di cipralex 20mg

La domanda che mi pongo è questa puo' andare bene come terapia per i disturbi che ho (associando i 2 farmaci)oppure ce qualcosa di sbagliato,perchè a questo punto devo valutare un altro specialista

[#1]  
Dr. Mario Savino

40% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Io aspetterei, i serotonergici (cipralex) sono solitamente ottimi anti-ansia ma non necessariamente risolvono TUTTI gli episodi depressivi.
Il Cymbalta invece è un serotonergico ma agisce anche sulla noradrenalina, in altre parole è un "doppia azione" e quindi solitamente ha uno spettro d'azione più ampio sui sintomi depressivi. L'associazione fra i due anche se in teoria in parte ridondante (entrambi agiscono sulla serotonina) può talvolta accentuare l'attività di entrambi.
Io non cambierei specialista al momento, la terapia antidepressiva è spesso difficile da mettere a punto e può essere necessario valutare diverse strade. Attenda 8 settimane e ne riparli col Suo specialista.

Molto cordialmente

MS
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Dottore,la ringrazio per la risposta al mio consulto,vorrei chiederle una cosa,come scritto sopra dopo una settimana che ho inziato a prendere alla sera il cipralex 20mg(prima l'ho sempre preso al mattino)mi son sentito davvero bene per circa 1 settimana poi come prima,cosa puo' essere successo?

Grazie

[#3]  
Dr. Mario Savino

40% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Difficile dirlo, può essersi trattato di una coincidenza così come di una circostanza che ha favorito un miglior assorbimento del farmaco e/o una sua maggiore efficacia durante la giornata successiva grazie all'assunzione serale.
Tuttavia, anche se non si fosse trattato di una risposta "placebo" legata al "cambiamento" non è stato un effetto stabile cui quindi non gli darei grande importanza

Un caro saluto

Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria

[#4] dopo  
Utente
Grazie dottore!
le auguro una buona giornata

[#5]  
Dr. Mario Savino

40% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
anche a Lei

MS
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno dopo circa 3 mesi di cura con Cymbalta la mia situazione era notevolmente migliorata,(da giugno poi avrei dovuto scalare il cipralex 20mg da 18 gocce fino a 12 ,scalare 1 goccia ogni 4gg) e di testa mia poi arrivato alle 15 gocce ho smesso di prenderlo verso fine giugno,settimana scorsa dopo aver fatto uno sforzo fisco sportivo non da poco sono arrivato a casa con un po di brividi e stanchezza,che si è protratta per 2 giorni quando poi mercoledi' ho iniziato ad avere lo stomaco completamente chiuso e se provavo a mangiare mi veniva da rimmettere,respirazione a mezzi respiri a causa del gonfiore addominale e un paio di scariche di diarrea,ieri dopo la visita al pronto soccorso ( ha solo ascoltato la pancia) e fatto un esame visivo dicendo che non cerano problemi particolari e nel caso non si sitemasse nei giorni successivi di informare il medico di base e il cps nel quale sono in cura.

Quello che chiedo è questo stato di chiusura totale di stomaco,rigidita' addominale,mezzi respiri,e continue deglutizioni e rutti come se avessi la pancia piena e un po di nervosismo, possono essere il risultato della non corretta sospensione del cipralex ( tengo a precisare che stamattina va gia meglio almeno la colazione l'ho fatta senza grossi problemi) oppure potrebbe essere un altro problema??

Grazie

[#7]  
Dr. Mario Savino

40% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
difficile dirlo così, cmq sembra una sindrome aspecifica
proverei ad aspettare secondo i consigli del medico di Pronto Soccorso

Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria

[#8] dopo  
Utente
Buonasera,grazie della risposta,rileggendo mi sono dimenticato di scrivere che oltre allo stomaco totalmente chiuso e al gonfiore addominale ecc ecc erano presenti anche sintomi "depressivi" stanchezza,malumore estenuante,perdita di voglia di fare qualsiasi cosa,tristezza per il futuro( come sempre senza "un motivo fondato",ma dato proprio dallo "squilibrio" del mio cervello se cosi si puo' dire)non so se mi sono spiegato, i miei sintomi depressivi non sono dati da delle condizioni della mia vita,anzi la cosa mi rattrista sempre perché non ho motivo di stare cosi male e triste che ci soffro!

ora va molto meglio,tutto passatto e ho ripreso a mangiare come si deve,grazie ancora del vostro supporto.

[#9]  
Dr. Mario Savino

40% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Ne sono felice, mi stia bene!
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria