Utente 176XXX
Vi scrivo con una certa urgenza. Ho attacchi di panico e rabbia incontrollabile. Purtroppo 3 anni fa a seguito di fari dolori, sono entrata in un circolo vizioso di depressione, bassa autostima e quant'altro. Senza rendermene conto mi sono repressa e adesso? Ho attacchi di rabbia incredibili, non so più come sfogarla. Ho sempre sonno, ho zero interesse per tutto, sono particolarmente nervosa e non mi piace nulla. Mi sembra di vivere in altro pianeta. Non so neanche io cosa voglio. So solo che sto impazzendo. Mi sembra di impazzire. Il cervello non si spegne mai e accumulo e basta. Ho già cambiato 3 psicologici che non hanno fatto che aumentare la mia rabbia e odio. Più mi dicevano le cose e più mi facevano arrabbiare. Aver realizzato che tutto è conseguenza dell'educazione ricevuta ecc, fa crescere in me un odio terribile vs i miei.

Non riesco più a stare a casa mia e sono entrata in uno stato di iper vigilanza/irrequietezza. Non sfogo, casa mia mi sta stretta, lavorare non riesco. Lavoravo con i bambini ma adesso la cosa mi snerva. Non riesco. Ho perenni mal di testa e non so come aiutarmi. Da quasi due settimane ho iniziato la cura con ZOLOFT 1CP AL MATTINO, 1 CP DI MUTABON ALLA SERA INSIEME A 5 GOCCE DI NEUREPTIL.

Purtroppo sono molto sensibile e ho sempre represso la mia rabbia: causa genitori incapaci che mi hanno insegnato a non esprimere la mia rabbia che buttavo fuori verso di me dandomi morsi quando ero piccola. Adesso, questa cosa è diventata ingestibile. Cosa debbo fare? So di essere in depressione, con bassa autostima, con nervrosi e attacchi di panico misti ad ansia e rabbia orribile. So che sono un soggetto ossessivo/compulsivo. Mi chiedo il tutto quando potrebbe passare perchè è uno stato orribile. Provo rabbia/odio vs tutto/tutti. Più di tutto vs di me.Mi sento inutile, incapace, so fare tutto bene ma nulla mi soddisfa. L'aver scoperto di essere perfezionista in tutto non ha fatto altro che aumentare la mia rabbia.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
"Aver realizzato che tutto è conseguenza dell'educazione ricevuta " Non discuto di ciò che è stato nella sua infanzia, dico solo che non è detto che lo stato di adesso c'entri qualcosa.

Ha una cura, la diagnosi quale è stata ? Riferisce vari tipi di sintomi, però non è chiaro se siano termini tecnici di una diagnosi o sue parole per descrivere questi stati d'animo e comportamenti.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 176XXX

Ho sia la cura, che la diagnosi. La diagnosi è stata: "nevrosi con complessi di bassa autostima, depressione, DOC e DAP". La cura è: "Zoloft al mattino, Mutabon e Neureptil alla sera".

I sintomi che riferisco sono i seguenti:

- stanchezza cronica
- voglia di dormire sempre (DORMO SENZA SENTIRMI RIPOSATA. Mi sveglio più stanca di prima nonostante le tante ore di sonno)
- voglia di morire con sensazione di rabbia forte
- attacchi di panico
- mente sempre preoccupata "eccessivamente"
- ricordi spiaceli alla mente
- incapacità di far tutto
- disinteresse totale
- perdita memoria e concentrazione

A questo, ci si mette l'incapacità totale di adattarmi alle situazioni, di saper affrontare ciò che non mi sta bene, incapacità di sentirmi bene con me stessa e con l'età che ho. Ho 27 anni e mi sento come una bambina di due anni. Incapace di tutto di lavorare, ma più di tutto di non essere in grado di credere in me. Non riesco a credere in nulla. Mi sento totalmente fallita e peggio ancora, ogni lavoro che ho fatto ho dovuto mollarlo proprio per la mia incapacità di gestire le situazioni. Ho atteggiamenti evitanti e peggio di tutto, sono fidanzata ma non riesco a credere in niente. Mi sento immatura. Troppo.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Un ulteriore sintomo che non elenca è la rabbia immotivata ed anche questa andrebbe trattata.

La diagnosi non sembra essere precisa e codificata secondo criteri specifici.

La sua terapia è iniziata da sole due settimane, eventualmente andrà rivista al prossimo controllo se non vi saranno risultati soddisfacenti.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#4] dopo  
Utente 176XXX

Per la rabbia, mi è stato dato il Neureptil. Guardi a dire il vero, non saprei cosa dirle. Dopo un lutto in famiglia, sono entrata in uno strano circolo vizioso da cui mi pare di non uscirne più. Sono diventata iper attiva. Se già prima mi definivo senza meta, adesso la cosa pare proprio non avere più risoluzione.


Se già di mio, non ho mai creduto in me stessa, non ho mai inseguito in sogno, non ho mai fatto ciò che mi piace fare (attualmente non so neanche più cosa mi piace o meno) adesso con questa situazione, sono caduta nello sconforto totale. Tutto mi pare contro e la testa mi sembra venir meno.


Fallimento, rabbia PER NON SENTIRMI BENE CON ME STESSA, ho rabbia col mondo. Ho rabbia per tutto, perchè mi sento insoddisfatta, perchè non riesco ad amare in questo stato, perchè sto male fondamentalmente. Perchè mi sento abbandonata e perchè non riesco a trovare una via di uscita.

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
" "nevrosi con complessi di bassa autostima, depressione, DOC e DAP"."

Le diagnosi sono depressione, doc e dap, le altre parole non sono diagnosi. Anche depressione non è chiaro se sia un sintomo o una diagnosi.

Comunque ha una terapia che può influenzare diversi sintomi, ma è iniziata da poco.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 176XXX

La nevrosi non è una diagnosi?

[#7] dopo  
Utente 176XXX

La nevrosi non è una diagnosi? Senta io ritorno da ogni colloquio con lo psicologo più incazzata e nervosa di prima. In questo stato, in questo momento. Non riesco a lavorare, non riesco a fare nulla. Sto male e da quando sono in mano agli psicologici, sto sempre peggio.

[#8] dopo  
Utente 176XXX

Le diró di più, ad ogni forte dispiacere. Entro in uno stato di irrequietezza orribile. Dove strafaccio. L'idea fissa è fare. Adesso che l'ho capito ho il rigetto di tutto. Ho il rigetto di vivere. Ho proprio il rigetto. É come se fossi entrata in uno stato in cui, vedessi tutto contro. Tutti fanno, ed io no. Tutti lavorano, ed io non riesco. Non posso. Mi sento male. Ho solo voglia di dormire. Per non pensare. La mente ha troppi problemi. Lavorare adesso mi viene difficile come mi viene difficile stare col mio ragazzo. E sono certa che sino a quando non mollo, il problema non sparirà. Perchè associo il mio stato di dover fare, di dover lavorare con lo stare con lui. Come se stare con lui volesse dire: LAVORARE. E non riesco a darmi pace. Non sono in pace. Non sto bene.

[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Nevrosi significa né più né meno "disturbo non psicotico", dap, doc sono tutte nevrosi, quindi ha diagnosi più specifiche, inutile aggiungere una più generica.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 176XXX

Ok, adesso comprendo. Grazie per la delucidazione. In questo periodo mi pare di non essere in me. Mi sento estraniata da tutto e incapace di tutto. Tutto mi fa gelosia. Mi sento indietro rispetto a chi mi circonda. Non riesco nemmeno a trovare una piccola cosa che mi piaccia e prenda la mia attenzione.


Più voglio star bene e più sto male. Più voglio vivere e più muoio. È uno strazio questa condizione. Mi pare di essere diventata un imbecille.