Ansia generalizzata

Salve a tutti, sono un ragazzo di 26 anni, ringrazio anticipatamente per chi leggerà e sarà in grado di schiarirmi un po le idee. Partiamo dal fatto che, sono 5 anni che ho smesso con droghe ed alcol, devo dire che quando ne facevo uso andava tutto "bene" un bel giorno successe che, mischiando novalgina (per un incidente in moto) a dell'erba e alcool mi provocò un fortissimo abbassamento di pressione con attacco di panico, non riuscì più a muovermi..in poche parole, fortissimo davvero, dopo quel giorno decisi di smettere con tutto ciò che assumevo, da lì partì il mio calvario. All'inizio feci più volte ritorno in ospedale dove i medici ovviamente non trovarono nulla di nulla, da premettere che tutto ciò accadeva in Svizzera e non italia, ed il fatto stesso di non riuscire ad esprimermi al meglio mi portò alla condizione di dover tornare in Italia...una volta tornato, sembrava che stessi meglio, ma gli attacchi di panico non cessarono per nulla, anzi, aumentavano. Non vorrei divagare più di tanto in discorsi che, non hanno fine.
Sono due giorni che non prendo più "sertralin da 50 mg" ne prendo 200mg ogni mattina, ogni qualvolta non lo faccio, non appena cammino o faccio degli spostamenti con il corpo, o come delle forti scosse alle gambe, parte posteriore delle gambe, al viso e tutta la testa..la cosa è alquanto fastidiosa, aggiungendo che...non faccio più uso di calmanti, ma prendo solo il "trittico" 100 mg la sera prima di dormire, tutte queste scosse sono dovute dai medicamenti, oppure si tratta di altro?perchè ho come la sensazione di avere sempre del muco in gola?che muco non è alla fine.
Avrei molto da dire però mi tocca limitarmi, credo che in linea di massima sono riuscito a dir quel che volevo, magari non riceverò risposta ma ringrazio anticipatamente.
[#1]
Dr.ssa Tiziana Corteccioni Psichiatra, Psicoterapeuta 126 7
Buonasera,
le "scosse" potrebbero essere dovute sia alla sospensione degli ansiolitici sia alla mancata assunzione di Sertralina 200 mg. Per quanto riguarda la "sensazione di avere il muco in gola" non mi risulta che possa dipendere dai farmaci. Le consiglio di contattare lo Psichiatra che la segue farmacologicamente in quanto, conoscendo in maniera approfondita la sua storia clinica e farmacologica, può fornirle indicazioni più precise in merito alla terapia.

Cordiali saluti.

Dr.ssa Tiziana Corteccioni
www.tizianacorteccioni.it

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto