Utente 365XXX
Ciao la mia storia è iniziata una sera in compagina dei miei amici.
Quella sera mi ricordo di aver fatto 3/4 tiri di cannabis (premetto che non faccio un abituale uso di cannabis ed era la mia prima volta.dopo quei tiri iniziai a sentirmi estraneo al mondo mi sembrava tutto irreale e avevo le mani che prudevano e la vista leggermente offuscata.
Dopo circa 2 giorni mi ero convinto che era l effetto negativo della cannabis su di me allora mi sono tranquillizzato definitivamente come se non fosse successo niente. Poi ho iniziato a leggere che non produceva questi effetti e mi sono un po' preoccupato.ogni volta che sentivo cannabis o termini simili mi rifacevo a quella sera e in modo lievissimo mi sembrava di provare di nuovo gli effetti di paura e irrealtà .provai la sostanza un altra volta a ballare con effetti simili alla prima ma meno accentuati.e anche li dopo un giorno mi rimisi completamente.adesso ho lievi ritorni di questa sensazione nei momenti meno felici della vita (un oretta al giorno massimo)ma comunque mi da un po' fastidio. La domanda e è una cosa grave o no ? Piano piano si può guarire lasciando tutto alle spalle?e infine sono stati episodi staccati causati dalla sostanza e adesso penso solo al passato e alla paura che ho avuto o soffro di derealizzazzione?

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Non ho capito: ha letto che la cannabis NON provoca questi effetti ? Perché mai ? Li provoca.
Andiamo oltre: le rimane comunque impresso che li ha avuti dopo aver fumato, quindi ogni volta che lo ricorda è a disagio perché le sembra di riprovarli.
Dopo di che la fuma nuovamente (qui non ci vedo una gran logica).

Episodi del genere capitano in chi è predisposto a disturbi di panico o d'ansia in generale, vengono fuori facilmente con la cannabis e questo si sa. A volte durano anche a lungo, ma questo probabilmente perchè non sono dovuti solo alla cannabis ma anche alla vulnerabilità ai suoi effetti, che quindi in alcuni perdurano per tempi lunghi. Non vedo però la logica nel fare ancora cannabis visto questo tipo di reazioni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 365XXX

Grazie dottore per la risposta...gli episodi sono quasi svaniti...ma in un momento di stress ansia o preoccupazione si ripresenta un senso medio-basso di irrealtà per circa tre giorni lasciando poi una settimana alla normalità..non ho più fumato cannabis e secondo me l irrealta si sta leggermente attenuando...un ultima cosa dottore questi episodi scompariranno con il passare del tempo? Secondo lei qual è il mio problema?

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sono tutte domande sul futuro.

Si tratta di disturbi che con la cannabis vengono fuori prima e in maniera più varia come tipo di sintomi, e soprattutto con maggior componente di ossessione.

Sono curabili, e come tali vanno curati se la cosa le continua a dare fastidio.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 365XXX

Grazie mille dottore per le sue parole rassicuranti la cura che probabilmente dovrò affrontare sarà lunga e faticosa?ce una buona probabilità che questi sintomi svaniscano?

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Anche queste sono domande sul futuro. Non le sono utili a livello operativo, poiché pongono problemi vaghi e generali, la riflessione sui quali le aumenta l'angoscia e non la spinge a prendere decisioni pratiche.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 365XXX

Gentile dottore grazie per il tempo che mi dedica
Per adesso questi tipo di sintomi non influiscono con la mia vita però è appunto quel fastidio che non mi fa star bene con me stesso e con i miei problemi. Sono ottimista sull esito e ci tenevo a dire che l episodio più terrorizzante è avvenuto solo la prima volta e piano piano con l aumento delle soddisfazioni diminuiscono i sintomi.
Sono consapevole che le rassicurazioni non servono a niente... Però basandosi sulla sua esperienza nel settore può darmi un suo parere sulla mia situazione?e prognosi?
E infine cosa mi consiglia di fare? Grazie mille ancora

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Sono consapevole che le rassicurazioni non servono a niente... Però basandosi sulla sua esperienza nel settore può darmi un suo parere sulla mia situazione?e prognosi? "

Come vede in pratica conviene sul fatto che non servono ma riapre chiedendole. Il punto è proprio questo. Non è soltanto che non servano, ma è che inducono a peggiorare il controllo delle ansie e dei pensieri ansiogeni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 365XXX

Gentile dottore ..in quest ultimo periodo grazie al pensiero di "questo rimarrà a lungo e non posso farci niente" sto iniziando a non farci più caso non so come però aiuta ...da quel che ho notato provo i sintomi solo quando ci penso...la soluzione starebbe nel controllare meglio la sensazione e non pensarci più ma questo è complicato e richiede un po' di tempo (da quel che ho capito)..niente più domande sul futuro ..cosa mi consiglia di fare adesso? (È da circa 3-4 mesi che ho a intervalli irregolari i sintomi però che vanno diminuendo)auguri di buon natale e felice anno nuovo.

[#9] dopo  
Utente 365XXX

Dottore prima lei ha detto che i sintomi vengono fuori prima e con maggior ossessione ...
Intendeva dire che soffro di disturbo ossessivo compulsivo?ho letto un po' su internet e ho sentito che esiste l ossessione per le malattie ...cosa ne pensa dottore?
Ma in qualunque modo non saprei spiegarmi perché non ci penso sempre ma solo in alcuni momenti e ho fatto delle settimane in assenza del sintomo...

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Può essere, appunto, è una delle ipotesi possibili. Non c'è niente di strano sul fatto che il pensiero non sia "sempre".
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 365XXX

Gentile dottore è molto grave come disturbo? Esiste una cura?mi sembrerebbe di essere un matto..

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Prima di parlare di cure si faccia diagnosticare bene, altrimenti parliamo in generale e non ha senso. Ogni disturbo ha le sue cure.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it