x

x

Ansia e farmaci

Salve, avevo scritto tempo fa chiedendovi consiglio sulla attuale cura per i disturbi di ansia e panico con agorafobia, mi era stato detto di attendere fiduciosa gli effetti della cura.Sto assumendo gabapentin 500 mg al giorno e 150 mg di maveral. Più tavor 1,5 mg che sto scalando. Questa cura in effetti ha ridotto molto l'ansia, soprattutto da quando è stato introdotto il gabapentin. Il mio psichiatra mi ha detto di fargli sapere come va perché se ho ancora ansia si potrebbe alzare il dosaggio del gabapentin. Sto decisamente meglio almeno a casa l'ansia è sporadica e leggera, prima era una costante 24h su 24h e molto invalidante. A poco a poco sono tornata anche ad uscire di casa,ad oggi però ancora non riesco a fare cose banali come spesa al supermercato da sola, viaggi, cene al ristorante pieno ecc. Sto facendo una terapia cognitivo comportamentale ( fatto solo 5 sedute per adesso ) e mi chiedo se io debba puntare su questa tenendo la cura invariata oppure se i farmaci possano in effetti aiutarmi fino al punto di tornare a fare una vita senza questi limiti. So che il mio psichiatra è la persona più adeguata a cui rivolgermi al tempo stesso però mi rendo conto che almeno da quanto ho capito lui preferisce stare cauto con i farmaci e lasciarmi lavorare con la psicoterapeuta. Ovviamente se io dovessi dirgli che la mia ansia è ancora insopportabile mi aumenterebbe il farmaco. Ho un po' la sensazione che la decisione sia nelle mie mani e non so bene come comportarmi. L'ansia è più sopportabile ma la mia vita è insoddisfacente, mi manca molto fare le piccole cose quotidiane che mi fanno stare bene.Mi sento un po' frustrata e dipendente dal mio accompagnatore fidato ( il mio compagno ).
Ho anche timore che questi farmaci mi facciano ingrassare dato che dopo 2 mesi in cui non riuscivo quasi a mangiare mi sembra di aver fin troppo appetito.
Grazie di cuore
Un saluto
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38k 912 63
Se non sta bene deve comunque riferirlo al suo psichiatra senza il timore della variazione di terapia.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dr. Ruggero per la sua risposta. Glielo riferirò di certo. Per la sua esperienza i farmaci possono togliere la paura di affrontare situazioni come: luoghi affollati, grandi negozi, mezzi pubblici ecc? Oppure è necessario superarle aspettando i tempi della psicoterapia?
Grazie ancora e buona giornata
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38k 912 63
I farmaci sono efficaci in esattezza diagnostica.

Lei riferisce dei sintomi che possono essere trattati con i farmaci che riferisce, secondo la mia esperienza l'efficacia è possibile con altre classi farmacologiche.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Mi scusi dottore, non ho capito bene se i farmaci che assumo possono trattare i sintomi che ho o se pensa ce ne siano di più adatti e se sì potrebbe indicarmi la classe farmacologica? Giusto per capire se ci sono altre " speranze" per me. Le vorrei dire che non tollero molto bene gli ssri, maveral sembra essere l'unico che tollero bene. Il medico mi aveva sostituito il maveral con paroxetina ma non ho avuto benefici anzi sono peggiorata.
Grazie ancora

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto