x

x

Birra disturbo bipolare

Gentili dottori,

Soffro di disturbo bipolare, sono in cura con litio, depakin, abilify e seroquel. Ho scritto più volte ultimamente. Ultimamente ho avuto una fase abbastanza eccitata che è rientrata quasi subito con l'aumento di dosaggio dei farmaci antipsicotici, il sonno si è regolarizzato e anche l'umore. Avevo avuto precedentemente una ricaduta depressiva lieve più o meno un mese fa, negli scorsi mesi ho invece goduto di un periodo di eutimia piuttosto prolungato. Una sera, poco prima della ricaduta depressiva (non escludo che questa stessa cosa abbia potuto provocare la ricaduta) ero con dgli amici al bar e avevo bevuto qualche birra, di fatto sono cominciati a saltare nella testa una serie di pensieri intrusivi sempre più frequenti e martellanti, tanto che a un certo punto mi sono dovuto alzare e andarmene a casa, dopo di che ho evitato una serie di attività che mi ero programmato e che quella sera nel solo pensarle mi avevano creato angoscia, ci ho rimesso un pò per riprendermi, ma quando qualche giorno fa ho ricominciato a star meglio ho anche pensato di riprendermi in mano la mia vita e a pensare di ricominciare a fare qualcosa nelle mie giornate. Ieri sera invece stessa sensazione di un mese prima, stessa situazione, bar sotto casa-amici e birra (questa volta 3-4 da 33cl.) e parte questa sensazione molto spiacevole di abbassamento dell'umore, mancanza di voglia nel cominciare suddette attività. Cerco di troncare la conversazione il prima possibile per tornare a casa, mi passa la voglia di fare tutto e mi sfogo sul cibo. Avevo già qualche dubbio che l'alcool potesse portarmi una reazione del genere, aldilà dell'episodio di un mese fa, dopo questo episodio in effetti sembra stia diventando quasi una certezza. Devo inoltre aggiungere che anche fumare mi fa male, "mi prende sempre a male", divento muto e non comunico più con nessuno, la gente se ne accorge nel mezzo della loro euforia e la mia presenza diventa spesso stridente con il contesto, cerco pertanto di fumare il meno possibile e pochissime saltuarie volte. Secondo la vostra esperienza è possibile che la birra e quindi l'alcool producano questo genere di sensazioni anche se assunti in quantità non enormi e non cronicamente, cioè tutti i giorni? Oppure il nesso birre-umore/ansia non ha nel mio caso nessuna connessione e i due episodi sono solo una casualità e le cause di queste reazioni andrebbero individuate altrove? Come mai la reazione che sviluppo al fumo è così diversa da quella degli altri? Può significare qualcosa nello specifico? Come sempre grazie per l'attenzione, cordialmente. Ho provveduto a cancellarmi dall'altro account.
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39.8k 927 271
Gentile utente,

L'alcol tende ad avere un effetto pro-bipolare.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dott.Pacini,

La ringrazio della risposta. Nello specifico qual'effetto pro bipolare? Favorisce eccitazione? Perchè di fatto io noto soprattutto un aumento dei pensieri intrusivi, fino al punto di scoppiare..e poi crollare. Ma soprattutto nel caso specifico l'associazione ansia/umore e alcool le pare un pò forzata (non più di 3-4 birre a sera e non tutti i giorni) oppure effettivamente può esserci un nesso? La ringrazio per l'attenzione e la saluto cordialmente.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentili dottori,

....Nessuno che può rispondere alle mie domande?
[#4]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39.8k 927 271
Gentile utente,

Nel senso che riproduce il ciclo eccitazione-inibizione. Se la cosa accade occasionalmente questo effetto non c'è in continuazione, ma comunque a quelle quantità è possibile.

PS_ non solleciti le risposte, non c'è comunque alcun meccanismo per cui se riscrive riceve prima le risposte.

Il disturbo bipolare è una patologia che si manifesta in più fasi: depressiva, maniacale o mista. Scopriamo i sintomi, la diagnosi e le possibili terapie.

Leggi tutto