Come si prosegue?

Mi sto curando da un disturbo di ansia da 4 settimane ( Sabato) con Zoloft 50 mg.
Situazione attuale l'ansia è ancora presente purtroppo anche se un po' più blanda, i pensieri ripetitivi anche sono in diminuzione ma ancora presenti. La notte quasi sempre dormo bene( 7/8 ore senza particolari problemi). Effetti collaterali pochi ( diarrea per 3 settimane ora in diminuzione, un po' di orgasmo ritardato e un po' di diminuazione della fale).
Fine Novembre visita di controllo.
In tal caso visto la presenza dei disturbi, fermo restando come già detto da Voi specialisti che la cura si verifica alle 6 settimane, in caso di persistenza come si procede? Aumento del farmaco? ed in che misura?
Oppure si puo' prospettare una continuazione a tale dose?
E' ovvio che sarà lo specialista che mi segue a decidere ma secondo la Vostra esperienza quale sarebbe la naturale prosecuzione della terapia?
grazie
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.7k 990 63
La valutazione del suo specialista è quella definitiva per la prosecuzione della cura che non ha una regola fissa a prescindere.

Il dosaggio è genericamente minimo ma ciò non implica che dovrà essere aumentato per forza se non c'è bisogno.

Del resto, già precedentemente ha richiesto con insistenza quando potessero giungere effetti terapeutici in quanto non stava bene.

Ora che tali effetti, come preannunciato, sono giunti, ha iniziato con un nuovo meccanismo ansiogeno sul futuro del suo trattamento.

Attenda con pazienza il succedersi degli eventi.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore della risposta.
Chiedo tutte queste informazioni perché ho molto desiderio di riprendere del tutto una vita serena e normale.
Lei in ogni caso è molto disponibile e sempre preciso nelle risposte.
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.7k 990 63
Il mio dubbio è che sia molto ansioso.

Comunque con le giuste terapie tornerà ad una vita normale.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Ansioso? Non è un suo dubbio ma è la realtà.
In questo periodo particolarmente ma in generale sono sempre stato ansioso ma non patologico.
Ad esempio se mi arriva una raccomandata a casa e non so il mittente è capace che ci penso tutto il giorno.
Comunque spero di riprendermi al più presto.
Grazie sempre