x

x

Sintomi vari

Gentili dottori,

avrei bisogno di un consulto.

Sono un ragazzo di 34 anni, fumo 8-9 sigarette al giorno, normopeso e non bevo alcool. Da un paio di settimane a questa parte avverto i seguenti vari sintomi, disseminati un po’ sul tutto il corpo:

ho eruttazioni frequenti, a volte fastidio allo stomaco (non dolore ma senso di fame), dolori intercostali al petto sinistro, senso di oppressione al petto (a volte fascicolazioni al seno sinistro come se il cuore "tremasse"), necessità di sospirare, pressione alle tempie, sonnolenza e occhi stanchi, a volte fitte alla schiena o al braccio o alle dita della mano (fitte che durano 1-2 secondi e poi scompaiono da sole), mascella come se fosse “stanca” come se avessi masticato pane duro, ho notato che a volte serro i denti, urino più spesso del solito (ma mai di notte), a volte senso di svenimento o di testa ovattata e ansia al petto come se dovessi sostenere un esame da un momento all’altro.

E’ impossibile per me non attribuire questi sintomi a malattie gravi. Su internet si leggono che possono essere riconducibili a tumori, problemi cardiaci, malattie neurologiche e chi più ne ha più ne metta. Il che mi fa preoccupare non poco.

Ultimamente ho fatto i seguenti esami:

ECG ed esami del sangue di routine la scorsa settimana risultati nella norma.
Esami tiroide (a luglio) risultati nella norma
Visita neurologia per pressione tempie (un anno fa) nella norma
Pressione sanguigna: si attesta mediamente sui 106/65 con 71 pulsazioni (mai avuto tachicardia)

Il medico di famiglia asserisce che sono tutti sintomi riconducibili allo stress e all’ansia che si innesca inconsciamente nella mia mente. In effetti lavoro come giornalista e sono quotidianamente sottoposto a stress. E’ una diagnosi plausibile questa?
Cosa devo fare per averne conferma?A chi potrei rivolgermi?

In attesa di un vostro cortese riscontro in merito saluto cordialmente
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39k 913 271
Gentile utente,


"E’ impossibile per me non attribuire questi sintomi a malattie gravi". Questo ad esempio è un sintomo importante, specie considerando che di esami ne ha già fatti diversi.

Le diagnosi inquadrano i sintomi, e se sono stati inquadrati come un disturbo d'ansia, poi che terapie le sono state proposte ? Perché i disturbi d'ansia sono curabili.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it/wp-admin/install.php
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta dottor. Pacini.

il mio medico ha detto solo di stare più tranquillo prescrivendomi EN da utilizzare al bisogno. Ieri sera ho preso 15 gocce prima di andare a dormire ed ho dormito come un sasso.

Questa mattina presto però mi ha svegliato uno strano tremore al mettorale sinistro: per intenderci era come se ci fosse un punto che fascicolasse. Mi sono riaddormantato senza farci più caso.

Poco fa ho appena misurato la pressione ed è risultata: 100/52 con 97 pulsazioni.

La pressione bassa ce l'ho da sempre, ma queste pulsazioni così alte e il tremore tipo fascicolazione in un punto ben preciso del seno sinistro mi preoccupano

Cosa può essere?Non è la prima volta che mi accade

Cordialità
[#3]
dopo
Utente
Utente
Ho misurato nuovamente la pressione dopo un'ora

adesso ce l'ho a 102/51 con 81 pulsazioni
E' come se mi mancasse l'aria e sospiro spesso
[#4]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39k 913 271
Gentile utente,

Si faccia visitare da uno psichiatra per una cura specifica. Questa con un po' di ansiolitico non incide granché se avesse, ad esempio, un'ipocondria o un disturbo di panico.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Innanzitutto grazie per la sua gentilezza dott. Pacini.
Prenoterò senz'altro una visita come mi ha consigliato di fare.

Psicologicamente però mi pongo la seguente domanda: "E se poi ho veramente qualcosa di fisico?". Non so se sia una domanda corretta, ma mi assilla anche inconsciamente. Ieri sera ad esempio sentivo una pressione alle tempie e alla nuca con un lieve mal di testa e senso di svenimento che mi ha fatto pensare a qualcosa di organico.

Non so magari sbaglio (anzi sicuramente sbaglio), ma non pensavo che lo stress potesse far scaturire tale sintomatologia che è reale, non inventata.
Anche dopo cena ho avvertito gonfiore e nausea. Ma ciò che più mi preoccupa è che a volte ho male alle ossa tipo fitte alla falange del dito medio della mano destra che durano 3 secondi e poi passano da sole, o dietro alla schiena o sul nervo che sta tra il pollice e l'indice.

Quando ciò mi accade penso a malattie neurologiche. E' un circolo vizioso

Grazie del suo apporto
[#6]
dopo
Utente
Utente
Se può essere d'aiuto, poco fa ho aiutato mio padre a trasportare della legna. Subito dopo ho accusato sonnolenza.

Resto in attesa di un vostro cortese riscontro


Cordiali saluti
[#7]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39k 913 271
Gentile utente,

La domanda che si pone è una domanda indicativa di ipocondria. Alla lettera, tutto è fisico. Quindi l'ansia, l'ipocondria sono problemi di cervello.
Ovviamente la domanda si riferisce a paure relative ad alcune malattie fisiche temute, ma in linea generale indica anche la tendenza a non considerare che avere ansia o ipocondria non significa "inventarsi" il malessere, significa avere come sintomo la paura delle malattie.

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio