Utente 410XXX
Buongiorno,
Da qualche mese ho cominciato a soffrire di attacchi di panico notturni che col tempo si sono trasformati in una forte ansia che mi attanaglia tutto il giorno e che mi impedisce di uscire di casa e di svolgere le attività più comuni. Ho cominciato un percorso con una psicologa ma gli attacchi di panico mi impediva di dormire con conseguenze pesanti. Il mio medico di base mi ha prescritto tavor per dormire e lo xanax 3 volte al giorno per calmare gli Stati d'ansia. Ho preso appuntamento con uno psichiatra ma che non avverrà prima del 6 giugno, nel frattempo mi chiedevo è corretto prendere insieme due ansiolitici come il tavor e lo xanax. Le dosi sono 2 gocce di xanax la mattina 2 dopo otto ore e 4 prima di coricarmi. Insieme alle 4 gocce prendo 1/4 di mg di tavor.
Inoltre da quando prendo lo xanax ho un senso di nausea che mi accompagna tutto il giorno, è possibile che sia dovuto al medicinale? Se si passa dopo qualche giorno oppure è un effetto collaterale costante?
Grazie

[#1]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,
fino al momento della visita con il collega Psichiatra è utile che Lei segua le indicazioni del Suo medico curante. Personalmente tendo a non prescrivere mai due ansiolitici contemporaneamente. Non credo che il senso di nausea possa essere riferibile allo Xanax, quindi non lo considererei un effetto collaterale, ma verosimilmente, un sintomo.

Cordialità
Dr. Roberto Di Rubbo

[#2] dopo  
Utente 410XXX

Lei mi consiglierebbe di sospendere il tavor eventualmente? O di ridurlo un po' alla volta fino a toglierlo? Non vorrei tornare a non dormire. Purtroppo il mio medico curante mi dà indicazioni generiche, tipo : lo prenda quando serva, ma so che gli ansiolitici non vanno presi e sospesi a piacimento.
La ringrazio anticipatamente

[#3]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,
non posso che rinnovarle il consiglio datole precedentemente, non potendo io interferire con le indicazioni del Suo curante. Segua pertanto dette indicazioni finche non sarà vista dallo Psichiatra.

Cordialità
Dr. Roberto Di Rubbo