x

x

Astenia prolungata

Buongiorno,
circa 2 mesi fa durante la mia abituale giornata lavorativa, esattamente in pausa pranzo, ho cominciato ad accusare un forte senso di giramento e di improvvisa stanchezza, tornato in ufficio ho deciso di tornare a casa in quanto il senso di "ubriachezza" non accennava a passarmi, probabilmente peggiorato da un mia preoccupazione che ha accentuato il tutto.
Ecco da quel momento ho continuato con questo senso di stanchezza perenne, associato a scarso appetito, poca lucidità e senso di spossatezza che ormai si protrae da circa due mesi con alti e bassi.
Lavorando in un ospedale mi sono fatto visitare da un otorino, questo non riscontrandomi nulla di particolare tranne un accenno di nistagmo vestibolare mi disse che forse questo era associato a una piccola infiammazione dovuta alla cervicale.
Passando le settimane la situazione rimane altalenante con episodi di forte senso di stanchezza associato a poca lucidità, ho effettuato diversi esami del sangue e un holter cardiaco tutto è risultato nella norma.
Inizialmente si dava la colpa alla pressione bassa, ma monitorando i parametri nel tempo questi risultano sempre prefetti.
Dopo circa un mese dall'inizio di questi sintomi ho passato 3 giorni dove mi sentivo rinato, tutte le sensazioni elencate erano scomparse, dopo questi giorni però si sono ripresentate queste situazioni che non sono costanti ma risultano presenti durante la giornata.
In queste settimane ho preso una decina di giorni di malattia, provando a riposare e a staccare la spina del tutto, i sintomi sono comunque rimasti con giornate migliori e giornate peggiori, senza un miglioramento sostanziale.
Ora la mia dottoressa mi ha consigliato di fare una gastroscopia in quanto è da qualche settimana che digerisco smesso anche per un solo bicchiere d'acqua e accuso questo senso di pienezza con difficoltà di digestione, questo per controllare lo stomaco ed eventuali virus correlati ad esso.
L'unica costante in questo periodo è la mia difficoltà nel dormire serenamente, mi spiego meglio, circa due settimane prima dell'inizio di questi sintomi il mio sonno non era più ristoratore come un tempo, il problema non sussisteva nel momento di addormentarsi ma durante la notte con un sonno frammentato e almeno una sveglia intorno alle 4 di notte con conseguenza difficoltà nel riprendere sonno, questo si è ripresentato durante questi mesi, non come una costante ma quasi. Ora sto assumendo 2mg di melatonina prima di andare a letto per cercare di migliorare il mio ciclo sonno-veglia.
Dopo tutta questo mattone di spiegazione volevo escludere un problema psichiatrico-psicologico e per questo chiedo a voi se ci possono essere delle correlazioni e magari qualche esame per escludere alcune patologie, sinceramente in questo lungo periodo di astenia mi sento molto a terra e anche se mi sforzo a farmi forza in me sta nascendo un sensazione di malessere generale con nessuna voglia di fare le mie attività quotidiane o anche solo di uscire con i miei amici.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.6k 897 60
Se pensa di dover escludere problematiche psichiatriche sottostanti dovrebbe sottoporsi a visita.


Dr. F. S. Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Non ho capito a cosa si riferisce sinceramente.