Utente 421XXX
Salve... vi scrivo perché non so cosa fare.
Sono un ragazzo di 23 anni. Credo di soffrire di disturbo ossessivo compulsivo e dico "credo" perché in questi anni mi sono molto informato anche se non ho avuto una diagnosi perché mai frequentato uno psichiatra (ci andrò a breve).
Questo disturbo mi fa pensare cose che mi fanno schifo, ossessioni per l'appunto e questa cosa sta segnando la mia vita, ora arrivo alla domanda.
Premetto di essere vergine.
Mi sto forzando all'astinenza praticamente perché ho paura delle ossessioni. Questo disturbo mi fa pensare cose schifose ed io ho smesso di fare qualsiasi cosa legato all'autoerotismo per non farmi venire ossessioni. Sono diventato ossessionato anche con la pulizia, soprattutto per quella intima, mi pulisco eccessivamente anche solo se ho il dubbio che ci siano tracce di liquido seminale e da un po' di tempo sto notando gli effetti di questa mia "astinenza" (Sono circa 8 mesi che non pratico masturbazione volontaria, mi sono capitate solo polluzioni notturne), quando mi capita di andare dalla ragazza della quale sono innamorato, torno a casa con dolori fortissimi sull'inguine e ai testicoli, tanto che non riesco a camminare per 2 giorni, ho erezioni improvvise (e il mio disturbo ne approfitta dicendomi che sono eccitato per le cose orribili che mi fa pensare: pedofilia, stupro e quant'altro), e anche quando ho "voglia" evito del tutto, ma ad esempio stasera ho sentito la fuoriuscita di liquido seminale seppur io non abbia veramente fatto niente, me lo sono semplicemente pulito più volte, non ho veramente eiaculato, e quando mi siedo, sento sempre gocciolare e ogni tanto devo pulirmi.
L'astinenza di masturbazione fa male? Dovrei farlo? In che modo potrei pulirmi adeguatamente: solo acqua o anche sapone? Odio i residui e odio dovermi pulire tante e tante volte... non ne posso più.
(Vorrei sottolineare che ho la sclerosi multipla, quindi forse il gocciolamento post-minzione è dovuto anche a questo... ma in che modo potrei evitarlo? Sono mesi che metto la carta igienica negli indumenti intimi davanti al pene per non bagnarmi ogni sacrosanta volta gli indumenti... poi l'urina si insidia nella pelle (non sono circonciso e ho molta pelle) e crea un odore sgradevole, ma io evito che si crei perché mi pulisco eccessivamente, ma non vorrei irritare, tra l'altro sono mesi e mesi che mi brucia quando faccio la pipì, ho già fatto tutte le analisi delle urine compreso urinocultura delle 24h e non è uscito niente.)

[#1]  
Dr. Manlio Converti

48% attività
16% attualità
20% socialità
MUGNANO DI NAPOLI (NA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Ma godersi la vita? Fare sesso con la sua ragazza?
Le piacerebbe o i suoi pensieri non sono sulla sua ragazza ed è questo a terrorizzarla?
Se non sono sulla ragazza ma su uomini, va tutto bene, deve solo trovare un ragazzo con cui fare sesso, ma deve lasciarsi andare sulla masturbazione, godersi le eiaculazioni e tutto il loro contorno perché queste "schifezze" sono le più divertenti del mondo.
Inoltre scusi, lei non parla mai dei sentimenti e delle sensazioni della sua ragazza. Perché lei non le salta addosso?
Scrivere mille dettagli erotici non aiuta. Fare sesso con qualcuno che le piaccia e sia consenziente invece sì.
Immagino che lei abbia anche supporto di un supporto terapeutico perché il suo dolore ed il sesso, la gioia e i pensieri angoscianti non si sommino creando troppa confusione e sarà uno psichiatra dal vivo a stabilire se potranno essere d'aiuto de farmaci.
Nel frattempo si consenta tutte le eiaculazioni in tutte le forme che vuole, da solo o con una o un partner consenziente e maggiorenne....
A partire dalla sua attuale ragazza, ovviamente!
Anche lei ha diritto al sesso!
Dr. Manlio Converti

[#2] dopo  
Utente 421XXX

Scusi ma lei non ha capito il punto del problema... le ossessioni ovviamente non sono sulla ragazza e non hanno fondo di verità, mi pare di capire che lei non conosce il disturbo ossessivo-compulsivo, che fa venire ossessioni ed immagini indesiderate, per questo ritenute da me schifose. Se io avessi immagini su uomini e fossi gay, quest'ultime non mi farebbero poi così schifo, non trova? Ad ogni modo le immagini sono di altra natura e sono orribili per me, mi pare di averlo anche spiegato.
Ad ogni modo la mia preoccupazione era se non farlo avrebbe potuto provocare queste cose: dolore inguinale e ai testicoli, erezioni incontrollate etc.
E nel caso io decidessi di farlo per sì ovviare a questi problemi ma anche come ha detto lei "godermi la mia intimità", in che modo sarei veramente pulito dopo? Solo con acqua? Anche con detergente? Come ovviare al problema del gocciolamento post-minzione e post-masturbazione? Non posso mica fare, pulirmi, tornare alla mia vita quotidiana e appena mi siedo sento le fuoriuscite e andandomi a controllare sono "sporco". Mi succede per 3-4 volte dopo la pulizia, e non posso davvero perdere un'ora a pulire dopo averlo fatto, perché mi dà fastidio avere quei residui nel pene.

[#3]  
Dr. Giovanni Portuesi

28% attività
12% attualità
12% socialità
PINEROLO (TO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Pensi che piano piano può migliorare la sua difficile situazione.
Un aiuto psichiatrico è utile se non altro per alleviare l ' intensità delle ossessioni e compulsivi, con dei farmaci.
Provi a pensare che una fantasia non rappresenta un pericolo, tra pensiero e azione vi è una grande differenza.
Molte persone con il suo disturbo migliorano sostituendo piano piano i rituali compulsivi con altri meno penosi. Il suo caso è problematico perché non le permettono una qualunque attività sessuale. E l' astinenza aumenta l' intensità delle fantasie che lei non vorrebbe avere. Provi ad allentare qualche maglia di questa catena ossessiva. Certo l ' ideale sarebbe poter coinvolgere un partner, ma se non le è possibile faccia piccoli passi verso quello che ritiene possibile: ad esempio rituali di lavaggio "limitati" , o provare a pensare che una parte delle sue fantasie non sono condannabili, oppure pensare che masturbarsi con le fantasie che ha rappresenti "il minore dei mali", rispetto a fare del male a se stesso. Ovviamente spetta a lei il giudizio, i miei sono solo suggerimenti.
- ancora una volta coinvolgere sia pure in maniera limitata un partner e un aiuto specialistico sono passi che ritengo consigliabili.
Dr Giovanni Portuesi

[#4] dopo  
Utente 421XXX

Io NON voglio masturbarmi pensando quelle cose, ma automaticamente vengono nella mia mente quando più cerco di mandarle via. Non posso controllarle, ho letto che bisogna accettare la loro presenza e non il loro contenuto, però è davvero dura, sto male psicologicamente e spesso piango perché le ossessioni sono pedofile ed io non sono stato, non sono e non sarò mai un pedofilo.
Seppur io abbia questa certezza, però, le ossessioni arrivano comunque, ed è davvero difficile mandarle via. Più ci penso e più arrivano. Dovrei imparare ad evitarle, infatti andrò da uno psichiatra per questo.
La ringrazio dottor Portuesi perché lei ha centrato il problema.

[#5] dopo  
Utente 421XXX

Ad esempio ieri sera, per ovviare al problema della situazione di disagio per l'eccitazione e il gocciolamento di liquido seminale, mi sono masturbato. Inutile dirvi che ho perso ore a pulire e che ho avuto pensieri ossessivi schifosi nel mentre.
Ora, a distanza di un giorno, dopo essermi di nuovo pulito bene bene stamattina, mi sono ritrovato ancora del liquido seminale. Possibile sia un gocciolamento della masturbazione di ieri? O sono mini eccitazioni che causano questa cosa? Voglio risolvere questa cosa, non posso passare le mie giornate a lavarmi lì. Anche se è una questione psicologica, il gocciolamento è vero, esiste ed è sulla punta del pene ogni volta che me lo sento. Non finisco nemmeno di pulirmi, mi siedo e rieccolo lì, vado a controllarmi ed effettivamente c'è. A volte solo pipì, a volte liquido seminale.

[#6]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
E' evidente che questa abbondante presenza di liquido organico allo sbocco dell'uretra (secrezione prostatica? urina?) debba essere interpretata anche dal punto di vista urologico, considerato anche il fatto che lei ci ha accennato di essere portatore di una malattia neurologica. Tutto questo ha comunque minima rilevanza dal punto di vista sanitario, rispetto al vortice emotivo che è in grado di causare, assolutamente sproporzionato alla realtà della situazione. Immaginiamo che per il suo problema neurologico lei abbia già avuto a che fare con un urologo, sarebbe senz'altro il momento per una rivalutazione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#7] dopo  
Utente 421XXX

Non ho mai avuto a che fare con un urologo, la mia neurologa non mi ci ha mai indirizzato...

[#8]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Sarebbe certamente il momento di farlo. Ovviamente la valutazione deve essere diretta, a distanza non si può giudicare nulla ed anche fare delle ipotesi non ha nessuna utilità.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#9] dopo  
Utente 421XXX

La ringrazio... proverò a parlarne con la mia neurologa... anche se non cosa dirle per farmi mandare da un urologo.
In più sono obeso, ho perso circa 50 kg, ero 210 e oggi sono 160 circa e questo provoca in me molto imbarazzo, che so, in casi come questo, non deve esserci.

[#10]  
Dr. Manlio Converti

48% attività
16% attualità
20% socialità
MUGNANO DI NAPOLI (NA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Un chi più ne ha più ne metta ma decisamente lucido...
Sembra una puntata di un quiz con sempre nuove sorprese.
Gliene faccio una io...
LEI PUO' anzi... LEI DEVE SPORCARSI e GODERSI il liquido seminale, come tutti quanti.
Tra l'altro è la terapia migliore, dopo quella con lo psicoterapeuta dal vivo dal quale lei non va, trovando più divertente giocare qua...
Lei non è diverso dagli altri, le fantasie sono libere e lo sperma anche di andare ovunque e sporcare giocosamente il mondo!
Soprattutto la sua ragazza della quale non parla mai...
Esiste davvero? Non le chiede mai di fare sesso? Anche lei ha problemi notevoli come i suoi?
Dr. Manlio Converti

[#11] dopo  
Utente 421XXX

Non è la mia ragazza, ho semplicemente detto di esserne innamorato. Lei sottovaluta la situazione definendomi uguale agli altri, che vivono con tranquillità la propria sessualità. Io ho problemi di fondo che mi impediscono di farlo. E mi scusi, trova così strano che mi dia fastidio essere sporco di liquido seminale ogni 2 per 3? E non trovo divertente giocare qui, semplicemente ho preso appuntamento con la psichiatra per la prima visita e ci andrò a breve.

[#12]  
Dr. Manlio Converti

48% attività
16% attualità
20% socialità
MUGNANO DI NAPOLI (NA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Bene, auguri. Si dichiari alla sua innamorata e sì lei è uguale agli altri!
Dr. Manlio Converti