Utente cancellato
Salve ho 27 anni faccio l'università soffro di ansia cronica mi vengono degli attacchi di panico ogni 3 giorni prendi EN 30 gocce al bisogno, devo ammettere che risolvono l'ansia, ma ho paura degli effetti cognitivi, è già difficile studiare normalmente figuriamoci con un ansiolitico che a quanto ho letto su internet crea dei problemi cognitivi, se non prendo l'EN sto malissimo per ore, sono confuso, devo stare tranquillo a riguardo dell'assunzione ? qual'è il vostro rispettabile parere ?

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Il trattamento dei disturbi d'ansia deve essere adeguato per tempi e molecola, senza l'utilizzo di benzodiazepine che possono comportare assuefazione e dipendenza.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
360075

dal 2016
grazie, cosa pensa della relazione deficit cognitivo da ansiolitici e studio ?
vede il rapporto tra tutti due una cosa possibile ? cioè studiare sotto ansiolitico ? o pensa che non è una cosa possibile o che forse si spende più energia nello studio cioè che l'ansiolitico vanifica lo studio ? qual'è il vostro rispettabile parere ???

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Cosa non è chiaro del fatto che ho risposto che le benzodiazepine non vanno utilizzate?
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
360075

dal 2016
grazie!

[#5] dopo  
360075

dal 2016
non voglio contrariarla dottore ma nel caso si voglia utilizzare l'ansiolitico di cui stiamo parlando, pensa che ci sia una limitazione nel atto dello studio ??? Grazie !

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
In realtà sta contraddicendo quanto le ho risposto.

Chiariamo che le benzodiazepine portano riduzione delle funzioni cognitive poi faccia come crede.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#7] dopo  
360075

dal 2016
Grazie farò come dice lei !

[#8] dopo  
360075

dal 2016
scusi se ne approfitto per avere informazioni !
ma le benzodiazepine creano riduzione nella sfera cognitiva in senso permanente o il tempo dopo l'assunzione ???
perche un conto è se uno gli prende e dopo cerca di studiare è chiaro che sarà intontito e non capirà niente di quello che studia ???
lei intende questo o intende che la riduzione è permanente e duratura ???
è solo per chiarire, poi farò come dice lei ! ne parlerò con lo psichiatra !

[#9]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#10]  
Dr.ssa Irene Pergentini

16% attività
0% attualità
0% socialità
PISA (PI)
CARRARA (MS)

Rank MI+ 16
Iscritto dal 2016
Il disturbo di ansia di cui soffre non si cura con le Benzodiazepine, ci sono farmaci migliori e curativi, non sintomatici, con minor o assente impatto sul cognitivo. Si rivolga a uno specialista psichiatra ed effettui una visita di persona.
Dr.ssa irene pergentini

[#11] dopo  
360075

dal 2016
Io non voglio andare a contro corrente ma:
"L'uso a breve termine delle benzodiazepine influisce negativamente in più aree della cognizione; l'effetto più importante è l'interferenza con la formazione e il consolidamento dei nuovi ricordi e può indurre amnesia anterograda.[67] Tuttavia, i ricercatori hanno opinioni contrastanti in merito agli effetti della somministrazione a lungo termine. Un punto di vista è che molti degli effetti a breve termine possono continuare nel lungo termine e che possono anche peggiorare e non vengano risolti dopo aver interrotto l'uso delle benzodiazepine. Un'altra teoria sostiene che i deficit cognitivi dei consumatori cronici di benzodiazepine si verificano solo per un breve periodo dopo l'assunzione o che il disturbo d'ansia sia la causa di questi deficit."

riportato da wikipedia io sono d'accordo con l'ultima teoria citata nel testo, ma ci sono anche altri studi che evidenziano che l'impatto cognitivo sulla vita di tutti i giorni è insignificante, dico questo così chi legge il Post può trarre benefici. quindi io l'EN lo prendo tranquillamente.

[#12]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Certo Wikipedia ha studiato medicina e si è specializzata in psichiatria.

Che sciocco aver studiato sui libri per anni, bisognava attendere il 2016 e la laurea e la specializzazione si possono prendere con Wikipedia, google, facebook ed anche whatsapp e Twitter.

Faccia come le pare
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139