Psicofarmaci

egreg. dottori

sono seriamente preoccupato per il mio sttao di salute. assumo psicofarmaci da circa un anno e ne ho cambiati molti. ora ho trovato un video su youtube PSICOFARMACI MARKETING DELLA PAZZIA che mette paura a vederlo. parla di effetti indesiderati degli psicofarmaci che sarebbero tossici per l'organismo. inoltre a lkungo andare causerebbero decifit di attenzione, discinesia tardiva, acatisia e tanti altri effetti collaterali come l'aumento di poeso e il diabete.
Il video dice che questo succede perchè il meccanismo degli psicofarmaci è sconosciuto?

a chi devo credere?
vi prego datemi un aiuto
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 34,3k 836 50
Non ha specificato quali farmaci assume.

Comunque eviti di guardare video o carpire altre informazioni.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 3,5k 180 24
Non dice che farmaci assume e per che cosa.
Su internet si trova un'infinità di scempiaggini accanto a informazioni utili, e non è facile orientarsi.
I meccanismi di azione degli antidepressivi, degli antipsicotici, degli ansiolitici, degli stabilizzatori dell'umore (per citare le principali categorie di farmaci psicoattivi) sono ben noti da anni, chi afferma il contrario è ignorante o in malafede.
Sugli effetti collaterali e i possibili danni occorre fare un bilancio costo-beneficio: non sono caramelle, si assumono per patologie precise che se non curate provocano gravi conseguenze.
Per esempio una volta la schizofrenia era chiamata "demenza precoce" perché il destino di tanti malati era la demenza, ora molti possono avere una vita accettabile grazie ai farmaci.
Comunque "psicofarmaci" non significa niente, ci sono tanti tipi di farmaci che si assumono per periodi diversi, per malattie diverse e a dosi variabili a seconda delle necessità specifiche dei pazienti.

Franca Scapellato

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio