Utente 431XXX
BUONGIORNO HO UNA FIGLIA DI 18 ANNI CHE DALL'ETA' DI 16 ANNI LE E' STATA DIAGNOSTICO UN DISTURBO BIPOLARE AFFETTIVO.
HA AVUTO DIVERSI RICOVERI MALGRADO LE TERAPIE FARMACOLOGICHE.

LEI A PARTE LA PRIMA CHE NON CONOSCEVO, NELLE SUCCESSIVE MI HA FATTO CAPIRE CHE INIZIAVA A STARE MALE, MALGRADO ABBIA TEMPESTIVAMENTE AVVISATO I MEDICI CURANTI GLI INTERVENTI SONO AVVENUTI QUANDO ORMAI MIA FIGLIA NON ERA PIU' LEI E QUESTO RICHIEDEVA UN RICOVERO.

COSA POSSO FARE PER AIUTARLA?

LA TERAPIA CHE STA SEGUENDO SONO 30 MG DI ABILIFY DA ORMAI 7 MESI SENZA INTERVENIRE SUL DOSAGGIO, ORA DOPO UN MESE DI OSPEDALE LE HANNO AGGIUNTO 10 GOCCE DI SERENASE.

ORA E' IN OSPEDALE ANCORA,

LA MIA DOMANDA E: '" SARA' SEMPRE COSI'"? NON SI RIESCONO A BLOCCARE QUESTE SUE CRISI PRIMA CHE SI SCOMPENSI?

GRAZIE PER LA RISPOSTA.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Il disturbo bipolare presumo sia di tipo I, con fasi deliranti.

Le cure già provate che non hanno prevenuto le ricadute quali sono state ?

Fa uso di sostanze, cannabis o altro ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 431XXX

inizialmente aveva usato haldoil ma le dava rigidità,
risperdal le alzava la prolattina, con abilify non ha avuto effetti collaterali visibili e l'hanno tenuta compensata per periodi di circa 7 mesi. poi succede qualcosa a livello psicologico che nel giro di qualche settimana la porta allo scompenso.

non fuma non beve.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Mai usati altri medicinali ? Ne cito alcuni: olanzapina, litio, depakin ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 431XXX

olanzapina non so a cosa corrisponde.

del litio gliene hanno parlato ma mai usato.

mentre il depakin per un certo periodo sempre dopo le crisi
l'ha usato abbinato all'abilify, che veniva nel tempo sospeso.

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Quindi le crisi si verificano ad abilify sospeso, non ad abilify ancora in corso ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 431XXX

NO NO ASSOLUTAMENTE ABYLIFY ORMAI LO STA PRENDENDO DAL 2015 PARTENDO DA 30 ERA ARRIVATA A 12,50 A DICEMBRE DEL 2015. POI HA AVUTO ANCORA UN'EPISODIO CON RICOVERO E DA FEBBRAIO 2016 PRENDE 30 DI ABILIFY MAI PIU' ABBASSATO. (DA FEBBRAIO FINO AD APRILE 2016 AVEVANO AFFIANCATO AMISULPRIDE)

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Ho capito. Quindi in realtà continuare a usarlo non avrebbe molto senso, se non previene le ricadute.
Lei adesso sta assumendo, a parte le piccole aggiunte, la stessa cura di prima che ricadesse.
Andrebbe rivista.
Aggiungere serenase o amisulpride su abilify non ha senso, hanno meccanismi che competono tra di loro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 431XXX

accidenti. il problema e' che la psichiatria e' territoriale. ho provato a farle fare una visita privata presso un altro ospedale ma me l'hanno riportata con ambulanza a quello di competenza.

come posso intervenire?

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Per ricoverarla nel pubblico sì, preferiscono un criterio di competenza territoriale.

Può rivolgersi a chi crede, non c'è un vincolo per farla visitare, né necessità di sciogliere i legami esistenti con i medici della asl.

Se però non si profilano altre soluzioni e ritenete che la cosa non sia chiara, un secondo parere può essere utile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 431XXX

INTANTO LA RINGRAZIO.
MI PERMETTERO' DI RISCRIVERE A DIMISSIONI AVVENUTE PER VALUTARE LA SITUAZIONE.
CORDIALI SALUTI.

[#11] dopo  
Utente 431XXX

buonasera finalmente le hanno sospeso serenase dicendo che su di lei aveva degli effetti paradosso. in tre giorni praticamente continuava a peggiorare.
ora hanno dimuito abilify e inserito quetiapina con l'obiettivo di eliminare compleatamente quetiapina.

cosa ne pensa di questo farmaco rispetto ad abilify?

ha effetti collaterali diversi?

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Cioè vogliono eliminare l'abilify, non la quetiapina.
E' una terapia alternativa, tutto qui. Meglio tollerata, bisogna vedere se efficace, e quindi la dose è importante come per gli altri.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 431XXX

si scusi pensano che ormai abilify non faccia piu' effetto visto che comunque con 30 mg di abilify si e' comunque scompensata, e lo vorranno sostituire con quetiapina.
ovviamente dovranno vedere gli effetti.

[#14] dopo  
Utente 431XXX

Buonasera sono circa 10/12 gg che Martina prende 400mg di quietapinal, bene i primi 8/10 gg ora sembra fare passi indietro..
A parte il fatto che credo abbia già preso oltre 5 kg.
È' molto labile emotivamente con nulla si arrabbia, non ha fiducia in nessuna, non vuole nessuno l'unica persona che accetta sono io la mamma.
Sono due mesi che è in ospedale venerdì dovrebbe uscire ma senza stare bene. Ci è' venuto un dubbio potrebbe essere sbagliata la diagnosi?

Conoscete qualche struttura specializzata onde poterci rivolgere qualora decidessimo di avere un secondo parere?

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La diagnosi non è di quelle su cui si possono commettere grandi errori.
Uno psichiatra esperto in disturbi bipolari non ha nessuna difficoltà a confermarla o meno, non è necessario solo per questo niente di diverso da una visita diretta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it