Utente 422XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 32 anni, da qualche settimana ho questo problema;
in poche parole mi sento come se avessi sempre aria sullo sterno e in gola, è un tipo
di sensazione che se fossi in astinenza da un qualcosa che non capisco, oppure
ancora più semplicemente, come se avessi appena bevuto una bevanda gasata.
(che non bevo mai)
L'alimentazione è abbastanza equilibrata, sono una persona ansiosa e faccio un
uso di un farmaco ansiolitico da 3 mesi.
Ho smesso di fumare di botto dallo scorso Agosto,quindi la mia domanda è, dipende
dall'ansia?, oppure può essere ancora un tipo di astinenza da fumo non ancora
"smalita" anche se sono passati 7 mesi?.

Grazie mille

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

L'ansiolitico lo usa sempre o in maniera irregolare ? Le è stato dato dicendole che soffriva di che cosa ? Ansia in generale ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
L'utilizzo di un ansiolitico per tempi prolungati non è giustificato ed andrebbe introdotta una terapia efficace per i suoi disturbi.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#3] dopo  
Utente 422XXX

L'ho sempre usato in maniera regolare, dal 22 Dicembre quando avevo deciso di rivolgermi ad uno Psichiatra, lo Xanax ne prendevo 1 mg la mattina dopo colazione e 0,50 dopo cena fino a Febbraio, (ovviamente gli orari potevano variare non sono sempre stato diciamo puntuale , (esempio alle 9 di mattina e alle 21 di sera, capitava anche la mattina verso le 10 e la sera verso le 22. Ho iniziato a scalare da qualche settimana, cioè 0,50 mattina e sera)
Mi è stato somministrato per attacchi di panico, improvvisa palpitazione tremore,extrasistoli sporadici dovuti dall'ansia, senso di forte stress mentre lavoravo, malesseri generali che un pò mi stanno condizionando la vita.
I sintomi e malesseri sono un po diminuiti visto che per il momento sono fermo con il lavoro da Febbraio , ma ora spesso sopratutto la sera, soffro di questi piccoli disturbi,come fame d'aria, astinenza da qualcosa.

Rispondo anche al Dott. Ruggiero , come dovrei fare allora, visto che Xanax non mi sta facendo grossi miracoli, ma la guarigione si ha dopo alcuni mesi?

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Sarebbe il caso di farsi dare una cura per il panico, se la diagnosi è stata questa. E' abbastanza incomprensibile come a seguito di questa diagnosi la cura sia consistita in un ansiolitico, per giunta poi assunto in maniera regolare così da vanificarne ogni effetto sintomatico. In ogni caso anche un effetto sintomatico di un ansiolitico non risolve il decorso del disturbo di panico, che infatti sta procedendo secondo il suo andamento tipico: meno attacchi, più limitazioni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 422XXX

E' questo che non riesco a capire, se questi semplici sintomi che ripeto, non sempre li ho, spesso di pomeriggio o la sera, mi vengono, non riesco a collegare se è ansia o altro.
Poi la cura per il panico,se non lo faccio con Xanax che è fatto apposta per gli attacchi di panico cosa dovrei usare, dovrei aumentare il dosaggio?, perchè la mia ultima chance potrebbe essere anche andare da un analista ,effettuando una psicoterapia una volta al mese almeno.......ma sono disoccupato attualmente, e mi verrebbe in salita.
Attualmente a me sta salvando il fatto che i sintomi non mi vengono se vado in bicicletta spesso, faccio allenamento oppure passeggiate, ma se mi capita ad esempio una cena con amici all'improvviso arriva questo malessere.

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Esistono altre terapie che sono validate e corrette al posto della benzodiazepina.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"E' questo che non riesco a capire"

Non c'è niente da capire. Le serve una cura per il panico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 422XXX

Forse non mi sono spiegato bene io ,per intenderci, l'ho ripeto brevemente.
Io soffro di attacchi di panico (ogni tanto) Sintomi (tremore,tachicardia,sudorazione ecc) e fin qui ci siamo.

In questi giorni, non mi sono venuti questi sintomi,perchè sono sporadici, ma i sintomi che sto accusando in questi giorni sono solo quelli che ho scritto nel titolo, quindi è sempre PANICO?
risp per il dottor Pacini

Per il dottor Ruggiero, mi può indicare le alternative, ne parlo con il mio medico, che pare che voglia che continui solo con Xanax che non sta facendo effetto come dovrebbe

Grazie mille

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Nessuno può fare diagnosi sui sintomi. Ha una storia di attacchi di panico, il panico non è curato attualmente, riferisce sintomi corporei compatibili con il panico (sia i sintomi che le modalità con cui li riferisce) e fa ragionamenti tipici del panico..

Ma il punto è che chiedeva di "capire". Le diagnosi le sono già state fatte, seppur vaghe. Manca la cura.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 422XXX

Se la cosa persiste ne parlerò con uno psichiatra, dato che questo disturbo non mi sta passando, evidentemente la cura che sto facendo con Xanax non è proprio il massimo.
Un ultima domanda, secondo lei mi servirebbe effettuare anche una psicoterapia 1 volta al mese da un analista?.
Dove mi fa parlare ecc...? Dico una volta al mese, perchè spesso le sedute hanno più o meno queste tempistiche.
Grazie mille

[#11]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Una psicoterapia ha una cadenza di sedute settimanali e deve avere preventivamente delle condizioni di eleggibilità altrimenti perde tempo.

Le è stato già spiegato che la sola terapia con xanax è sintomatica e non risolutiva ed il suo medico se non conosce altre terapie la invia da uno psichiatra.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Semplicemente sta cercando la cura che non corrisponde al concetto di malattia.
La psicoterapia non è uno che "la fa parlare". La terapia degli attacchi di panico non è lo xanax.
Il fatto di attendere non mi pare un grande argomento, non ha atteso, ha chiesto di essere curato, ma stato scelto un trattamento sintomatico, che poteva aver senso nei primi giorni, poi si deve pensare ad altro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 422XXX

Ma mi scusi, senza polemica e senza far capire che voglio insegnare il suo mestiere, ma ho cercato questa nozione su Wikipedia, perchè anche io avevo dei dubbi e ho trovato questo.
Etimologicamente la parola psicoterapia - "cura dell'anima" - riconduce alle terapie della psiche realizzate con strumenti psicologici quali il colloquio, l'analisi interiore, il confronto, la relazione ecc.,
E poi mi scusi, se lo Xanax è contro gli attacchi di panico, lo so perchè non solo mi sono documentato e me lo ha detto lo psichiatra quando me lo ha prescritto, ma forse l'unica pecca e che calma i sintomi al momento ma non li combatte del tutto, questo è possibile.
Comunque dovrò ridurlo e abolirlo dalla mia terapia direttamente visto che io sono ancora in queste condizioni, e non sto guarendo del tutto.

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

No, etimologicamente la psicoterapia è una cura che si svolge attraverso "l'anima", se vuole, non la cura dell'anima che non il minimo significato. Utilizza metodi psicologici, cioè metodi che si svolgono secondo dinamiche di azione-reazione indotta dall'esterno, che si traduce in cambiamenti interni.
Quindi non è né la cura dell'anima, né la cura della psiche, perché l'anima non saprei cosa sia, la psiche allora è curata anche coi farmaci.

Xanax non è una cura per il panico. Non è l'unica pecca che sia sintomatico, è l'unico vantaggio. Per il resto non ha una funzione antipanico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it