Utente 444XXX
Salve ho 18 anni e voglio raccontarvi in modo sintetico la mia storia,fumavo giornalmente le canne dopo un po ho deciso di smettere per poi ricominciare appena ho fumato dopo tanto tempo mi sono sentito malissimo il cuore batteva fortissimo e non mi sentivo piu le gambe tremavo e un senso di irrealtà mai provato mi sono spaventato tantissimo sono tornato a casa mi sono riposato e il giorno dopo mi sentivo meglio ma il senso di irrealtà di stare dentro a un sogno è rimasto per tantissimo tempo per poi andare via quando stavo bene emotivamente.L ultimo periodo prima della ricaduta mi sentivo benissimo e felice ma ad un tratto mi sentivo stranissimo come un senso di stanchezza alla testa sono andato a casa mi sono messo a dormire e quando mi sono svegliato mi sentivo tutto calore nel corpo e la sensazione di morire da un momento all altro sono andato all ospedale mi hanno fatto l ECG ma tutto regolare mi hanno consigliato uno psicologo.Sono andato da mio padre per stare piu tranquillo ma mi sono presi altri attacchi di panico con un senso di malessere la sera bruttissimo ma mi sono ripreso e ho deciso di ritornare a casa.Appena tornato la sera mi veniva il vizio di sentire il mio cuore che sentivo dei tuffi sono andato a casa e ho cominciato ad andare su internet per vedere che cosa potevano essere da quel momento è iniziato il calvario ho cominciato ad andare nel panico piu totale in quel periodo sono passato ad avere problemi al cuore a tumori , non mangiavo piu mi sentivo in mondo tutto mio per pensare a queste malattie ero stranissimo i miei movimenti erano lenti e avevo degli spasmi nel sonno veglia e un mal di testa vedevo le luci piu abbaglianti e pensavo a cose strane che non potevano mai succedere , quindi ho deciso di riandare da mio padre e piano piano mi sono risollevato anche se i pensieri strani e senza senso rimanevano anche con flashback,quando sono tornato da me mi sono chiuso in casa perche quando uscivo il senso di irrealta si faceva sentire di piu ed era cambiato non era piu un sogno ma un senso di distacco con pensieri sulla vita e musiche nella testa che riuscivo a controllare dopo un po ho ricomciato a uscire e mi sentivo meglio ma mi prendevano gli attacchi di panico . Mi sono spaventato moltissimo quando stavo sul balcone di casa e sentivo il mio pensiero come se mi volevo buttare di sotto cosi sono andato dal medico con la paura di essere impazzito mi ha detto se sentivo le voci, da li il panico piu totale mi dicevo dentro di me è vero sento le voci sono pazzo,dei pensieri incontrollabili come se io li accettassi e la paura di avere un allucinazzione .Ormai vivo nel terrore ho ricomnciato a non uscire piu di casa perche è come se so di essere diventato pazzo ed è come se il mio pensiero vuole sentire le voci anche se non le sento comunque riesco sempre ad essere il ragazzo di sempre quando sono con in pubblico. A breve andró da uno psichiatra e il medico nel frattempo mi ha detto di scrivere i miei sintomi da una parte.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La sua domanda quindi quale è ?

Una precisazione. Aveva deciso ad un certo punto di smettere di fumare cannabis, perché ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 444XXX

Perche alla fine mi sono detto che non porta a niente e quando ho ricominciato alla prima canna mi è venuto questo attacco di panico e da li non ho piu fumato anche le sigarette . E adesso ho questa paura che mi assale di schizzofrenico o di esserlo devo dire che questi pensieri e ossessioni si fanno sentire quando mi chiudonin casa.
È come un circolo vizioso.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

E' una reazione negativa alla cannabis che è frequente, ha uno strascico più o meno protratto. L'ossessione è la cosa più spiccata di solito. Volendo è curabile, se non si risolve, con cure che sono non dissimili da quelle che si usano per i disturbi spontanei.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 444XXX

Il fatto della cannabbis è successo un paio di anni fa e adesso ho questi pensieri ma penso che nella mia infazia ho avuto delle compulsioni, ma i pensieri sono bruttissimi comunque ci terrei a fargli leggere i sintomi che ho scritto sul mio telefono che mi ha consigliato il dottore ma non entrano nei 400 caratteri

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se è da due anni che va avanti così, mi farei visitare e curare. In questi due anni nenssuno l'ha mai valutata, non ha fatto nessuna cura ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 444XXX

Solo la sensazione di stare in un sogno è durata tanto queste ossessione e paure delle malattie da quando ho cominciato ad anadare su internet a vedere i sintomi

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Appunto, ma anche questo è un comportamento non casuale. Quindi la cosa sta durando da due anni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 444XXX

Sisi ma col tempo se ne andato ma quando è tornato questo senso di irrealta in piu si è aggiunta ipocondria e pensieri strani e osessivi

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sta ripetendo la stessa cosa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it