Utente 455XXX
Gentili Dottori , da circa 5-6 mesi soffro di febbricola con variazioni nell'arco della giornata.
La temperatura raggiunge massimo i 37.3, con variazioni indipendenti da mattina pomeriggio sera. Mi spiego meglio: in pratica alle volte posso avere il lieve lnnalzamento tutto il giorno o solo per qualche ora , posso averla al mattino o pomeriggio o sera. Alle volte ho una temperatura di 37.2 e dopo un'ora di 36.1. Non ho bisogno di misurarla per vedere la variazione, ma la percepisco; quando c'è il lieve aumento sento gli stessi sintomi di un'influenza. Normalmente in passato la mia temperatura si aggirava intorno ai 36.4-36.5 , con aumenti in casi influenzali; forse anche per questo sento subito l'innalzamento.
Ciò è accentuato da uno stato di debolezza ,astenia , mancanza di energie che persiste da quasi 2 anni. Con la febbricola presente negli ultimi mesi , ho dei disagi a livello fisico.
Ho effettuato diverse analisi :
-Emocromo completo ,tas ,ves,pcr. Globuli bianchi bassi :3530 in un range di (4500-8000).
Tas elevato 991 ( ma lo è sempre stato negli ultimi 5 anni , probabilmente per le ricorrenti faringiti e infezioni da streptococco di cui soffrivo da bambina; Cio è quello che mi ha detto l'otorino) , il resto nella norma.
-IgG positivo 24
- IgM,EpsteinBar, Sierodiagnosi di Widal Wright , tifo antigene H,O.Paratifo A e B Brucella, Urine , Elettroforersi delle sieroproteine, Esami tiroidei , Potassio , Magnesio. Tutto negativo.
-Ho eseguito un'ecografia addome completo nella norma
-Un RX torace con esito : Accentuazione della trama bronco-vascolare ai campi polmonari in esame . Seni costo frenici liberi. Emiodiaframmi normoacuti. Ombra cardiaca nei limiti di norma.
Tra le varie visite eseguite mi è stato detto che potrebbe essere variazioni normali della temperatura , ma non riesco a capire perchè se sono "NORMALI", le percepisco e ho questo stato di malessere continuo.
Mi è stato anche prescritto Levopraid .
Volevo chiedere se potrebbe essere conseguenza di un disagio psicologico. Ossia il lieve innalzamento della temperatura , piuttosto che da un punto di vista fisico , potrebbe dipendere da un fattore psicologico?
La nostra mente è in grado di provocare la febbricola , senza che vi sia un problema fisico?
Qualora potesse essere così ,cercherei la causa altrove e non più da un punto di vista Salutare/fisico.
Nel RingraziarVi
Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La mente non provoca nulla, è una manifestazione, una funzione. Se mai il cervello.
Ma non ho capito una cosa fondamentale: quei numeri di temperature sono misurazioni o no ? Perché Lei dice che non misura ma percepisce delle variazioni, ma allora quelle misurazioni così esatte da dove derivano ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 455XXX

Gentile Dottore,
mi scusi per l'errore ,ma per mente intendevo un fattore psicologico.
Quindi potrebbe essere una manifestazione del cervello?
Quei numeri ,si sono misurazioni della temperatura. Mi sono espressa male.
Io misuro la temperatura, ma indipendentemente ,ancor prima di misurarla percepisco il lieve innalzamento . Cioè non ho bisogno del termometro per accorgermi che la temperatura è in lieve aumento. Non ho bisogno del dato sul termometro per vedere la temperatura un pò più alta. è qualcosa a livello fisico sento il lieve innalzamento accompagnato da sintomi "tipo influenzali", la misurazione con il termometro conferma l'innalzamento.
Spero di essermi spiegata meglio che in precedenza.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Tutto il percorso diagnostico alla fine ha portato a qualche diagnosi, anche provvisoria ?
Il levopraid è stato prescritto per che cosa ? Cioè rispetto a quale diagnosi ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 455XXX

La diagnosi è stata: normali variazioni della temperatura.
Il levopraid più che per la diagnosi è stato dato per aiutarmi a stare meglio.

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, quindi la variazione di temperatura è stata già giudicata.
Il levopraid per stare meglio, ma perché il levopraid ? Ci sarà una considerazione diagnostica, altrimenti perché la scelta di un medicinale ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 455XXX

Si , la variazione della temperatura è stata diagnosticata come normali variazioni. Anche se per me non sono "normali" perchè fisicamente percepisco l'innalzamento e tutto ciò detto in precedenza.
Più che considerazione diagnostica, il levopraid è stato prescritto per stare meglio da questi sintomi, derivanti dalla febbricola , più astenia e debolezza .

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non capisco esattamente la logica del levopraid se non fornisce altre spiegazioni. Ci sarà una ragione per cui tra mille farmaci è stato scelto uno di quel tipo ...
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it