Terapia antidepressiva

Buongiorno
Scrivo per chiedere un parere sulla terapia antidepressiva che sto seguendo. Dal 2001 il medico di base mi prescrisse il sereupin 10mg per l’ansia, per il primo anno il farmaco mi attivò molto e non ebbi più problemi di ansia. Negli anni successivi l’effetto “attivante” spari ma comunque non avevo l’ ansia, che tornava quando provavo a scalare la dose così non ho più tentato di ridurla. Ho provato anche ad andare da uno psicologo per 3 anni ma non né ho tratto alcun beneficio. Nel 2016 sono stato operato per la sindrome di Arnold Chiari e parlando dei miei problemi d’ansia con il neurologo mi consigliò di cambiare il farmaco con Escitalopram 10mg perché secondo lui era più indicato per i miei disturbi, cosa che ho fatto anche se non ho notato particolari differenze o miglioramenti. Da giugno di quest’anno pur prendendo il farmaco soffro ancora d’ansia, la cosa strana è che non ho particolari motivi per essere ansioso (forse sono un po’ più stressato per il lavoro ma non più del solito) inoltre mi sento sempre stanco con la testa ovattata, passo il sabato e la domenica a dormire ma sono sempre più stanco. Il mio medico di base mi ha fatto fare le analisi per cercare eventuali carenze come magnesio, sodio, sideremia ecc.. ma non risulta nulla, così mi ha prescritto di aumentare la dose dell’ Escitalopram a 15mg. Quello che vorrei chiedere,( nei limiti del consulto online e della breve descrizione fatta) e se secondo voi i sintomi che vi ho descritto possono essere causati dal fatto che dopo 16 anni il farmaco non è più efficace, e se sia la scelta giusta aumentare la dose o se ci possono essere delle alternative o altri esami da fare. Ringrazio per la disponibilità.
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 44k 998 248
Gentile utente,

Che l'efficacia cessi dopo 16 anni è ingiudicabile, però può evolvere in sé il disturbo, e quindi magari la cura va riconsiderata per questo, non tanto perché sia cambiata l'azione del farmaco in sé.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#2]
Utente
Utente
Grazie per avermi risposto subito, lei mi consiglierebbe una visita psichiatrica prima di aumentare il dosaggio? inoltre volevo chiederle la sua opinione in merito all' uso dell' inositolo in rete leggo pareri discordanti (tanto per cambiare), sarei tentato di provarlo ma non vorrei che in abbinamento agli antidepressivi potesse creare più problemi che benefici. La ringrazio per la disponibilità
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 44k 998 248
In generale una visita la fare, se è da tanto che nessuno valuta la situazione, con l'intento di farsi indicare le opzioni possibili.
Non suggerisca allo specialista o proponga opzioni da valutare, ci pensa lui.
Allergia ai farmaci

Allergia ai farmaci: quali sono le reazioni avverse in seguito alla somministrazione di un farmaco? Tipologie di medicinali a rischio, prevenzione e diagnosi.

Leggi tutto