x

x

Citalopram/entact - benzodiazepine - per dott. Ruggiero

Buongiorno Dott. Ruggiero,

da oltre 1 mese assumo Citalopram (sono arrivata adesso a 12 gocce); ho notato un lieve miglioramento anche se ancora non significativo.
Ad esempio continuo in alcuni momenti della giornata ad avere un po' di ansia che si manifesta principalmente con sudorazione alle mani, leggera sudorazione in viso, una specie di languore e molti sbadigli (quest'ultimi forse sono anche causati dal farmaco ma credo siano anche espressione del persistere dello stato ansioso in quanto dopo aver provato ad esempio ad assumere 1 compressa da 0,25 di Alprazolam, gli sbadigli regrediscono)

E' capitato addirittura qualche volta che molti sbadigli in successione precedessero l'attacco di panico, è possibile che ansia e Dap si manifestino anche in questo modo?

Il Citalopram comunque mi causa anche sonnolenza, è forse un po' sedativo?

Lo specialista ha suggerito anche un possibile cambio di terapia sostituendo Citalopram con Entact. Visto che le 2 molecole sono molto simili, qual è la differenza sostanziale fra i due farmaci? Se assumo adesso 12 gocce di Citalopram si puo' poi subito passare a 12 gocce di Entact?

Il passaggio da Citalopram ad Entact può portare ad effetti collaterali? L'Entact secondo Lei è un buon farmaco per i disturbi ansiosi-depressivi e DAP?

Nell'ultimo mese e mezzo ho assunto frequentemente 1 compressa da 0,25 di Alprazolam (in rari casi sono arrivata a 0,50 al giorno). So che le benzodiazepine causano dipendenza, com'è possibile riuscire a togliere gradualmente questa dose di Alprazolam?

Ho letto fra i vari consulti di questo sito che alla base del DAP c'è un "difetto" a livello dei neurotrasmettitori. Ma questo problema può essere di natura genetica oppure no? E perché il Dap può insorgere improvvisamente nella vita di un individuo anche in età adulta?
Lo stress lavorativo e personale può essere anche una delle cause?

Grazie.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 36,7k 872 56
La variazione di farmaco potrebbe essere un po' precoce in quanto la terapia è assunta da un periodo di di tempo breve e alcuni effetti collaterali possono scomparire nel corso di trattamento.

I fattori ambientali agiscono sulla predisposizione a sviluppare dei sintomi.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it


https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio