Utente 458XXX
Buongiorno, vi scrivo perché da un mese a questa parte sono caduto nel totale terrore di avere questa malattia. Tutto è iniziato con un po di debolezza, e il giorno dopo dolore alla parte posteriore delle gambe. Il mio medico dice che è sciatalgia, per la debolezza mi ha fatto fare esami del sangue con controllo valori tiroidei, risultati tutti nella norma. Questo mi ha mandato ancor più in ansia perché mi aspettavo qualcosa come anemia o una carenza vitaminica. Sono iniziate le fascicolazioni, prima nelle gambe, poi un po dappertutto (ora diminuite). Passo i giorni a controllare sintomi su google e la mia paura cresce sempre piu. La spossatezza non cala. Di notte mi sveglio molte volte, vado in confusione mentale. Ho avuto tre attacchi di panico. decido quindi di fare una visitan neurologica. Il neurologo (specializzato anche in psichiatria) mi fa qualche test velocemente di equilibrio, forza, vista. E mi dice che la mia spossatezza è dovuta a depressione reattiva, ansia e ipocondria. Mi prescrive tre farmaci ma ho deciso di non prenderli per ora perché sono convinto che ci sia dell'altro. Di mio sono molto ansioso e ipocondriaco, e nell ultimo mese sono costantemente in ascolto di ogni piu piccolo sintomo. Ho chiesto al mio medico e al neurologo se era il caso di fare una risonanza ma Mi hanno detto che non mi serve. Ora ho questa debolezza e questa sciatalgia, e sto avvertendo anche dei tremori alle mani, che ho letto possano essere tre sintomi di sclerosi multipla. negli ultimi due giorni avverto anche fastidi agli orecchi e sensibilità ai rumori forti. Vorrei il vostro parere se è il caso di sentire un secondo neurologo e/o eseguire una risonanza. Vi prego aiutatemi

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente

anche dal contenuto del post si evince un notevole stato ansioso che va curato tempestivamente senza farlo cronicizzare. I sintomi che menziona sono aspecifici, la sciatalgia non ha correlazione con la SM ma va ricercata la causa ( lombosacrale?).
Intuitivamente concordo con quanto detto dal collega ma se per Lei è più tranquillizzante un secondo parere neurologico nulla vieta di consultare un altro collega.
Lasci perdere internet per autodiagnosi, lo usi per altri fini, ma autodiagnosi proprio no, è estremamente deleterio.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 458XXX

Grazie dottore,
Quindi sintomi che ho non sono riconducibili ad un esordio di Sm? Ho letto che anche questa malattia dà sintomi aspecifici. Purtroppo sono davvero nel panico totale: faccio almeno due volte al giorno quel test di toccarmi il naso ad occhi chiusi (riuscendoci sempre per ora) e anche quelo di stare in equilibrio su una gamba. Dimenticavo di dirle che due giorni fa ho anche avuto una fitta alla tempia forte e mal di testa. Piango di continuo e mi sento davvero patetico. Mi scusi...

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

"faccio almeno due volte al giorno quel test di toccarmi il naso ad occhi chiusi (riuscendoci sempre per ora) e anche quelo di stare in equilibrio su una gamba" anche questo è un chiaro sintomo ansioso, infatti una persona non ansiosa non fa questo tipo di prove, anche se affetto da malattie importanti.
Ha avuto pure la fortuna di incontrare un neurologo che è anche psichiatra per cui è stato "visto" nella Sua globalità, neurologica e psichica.
Comunque non può stare in questo stato psicologico, ne risente fortemente la qualità della vita, deve pertanto affrontare il problema.
Quali farmaci sono stati prescritti?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 458XXX

Mi è stato prescritto xanax, brintellix e levopraid. E l'esito della visita dice: "obiettività neurologica negativa, non segni focali ne di lato. Depressione del tono dell'umore reattiva, ipocondria." Lui questa debolezza fisica la ascrive ad una depressione ( gli ho raccontato che tre anni fa persi la mamma per un glioblastoma e questo può influire sul mio terrore delle malattie neurologiche). È che mi sembra cosi difficile pensare che la mente possa debilitare cosi anche il corpo

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la mente può causare tanti segni e sintomi fisici, compresa una paralisi o una falsa gravidanza (con tanto di pancia e arresto delle mestruazioni), per portare solo due esempi.
Se la sintomatologia dovesse persistere Le consiglierei di iniziare la terapia secondo le indicazioni e le modalità prescritte dallo psichiatra.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 458XXX

Caro Dottore buongiorno,
Volevo aggiornarla sulla mia situazione.
Da quache giorno ho iniziato a prendere lo xanax prima di dormire e ho notato miglioramenti a livello di debolezza. Le prime due settimane di agosto ero in vacanza e i dolori alle gambe parevano essere diminuiti (non dovendo stare seduto su una sedia 10 ore davanti a due monitor).
Quello che mi sta terrorizzando è che mi sono accorto, tappandomi un occhio alla volta, che col dx ci vedo meno, nel senso che non metto bene a fuoco, specialmente le scritte che vedo alla tv (in particolare quelle bianche). E in entrambi gli occhi vedo le "mosche volanti" (a dire il vero queste già da un po, soprattutto in luoghi luminosi). Non ho dolori all occhio dx e non ho zone cieche (per ora), ma La mia paura è che sia una neurite ottica. Avevo fatto il test per la vista a gennaio e avevo in entrambi gli occhi 12/10...
Non so da quanto ho questo calo all occhio Pero ho letto che la neurite (avvisaglia in molti casi di Sm) peggiora progressivamente nell arco di settimane.. è vero? Terrorizzato ho convinto il mio dottore a prescrivermi una risonanza encefalo che faro lunedi, ma ho cosi paura...

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sintomatologia che riferisce non è tipica di neurite ottica che si manifesta con altre caratteristiche. Per i disturbi visivi che descrive è consigliata una visita oculistica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 458XXX

Grazie Dottore,

Un'ultima domanda:
Lunedi eseguiro la risonanza magnetica con e senza contrasto ad encefalo e tronco; in caso andasse bene è abbastanza per escludere la SM o dovrei farla anche al midollo spinale? Nel senso se avessi questa malattia qualcosa si vedrebbe già lunedi?

Grazie

[#9] dopo  
Utente 458XXX

Anche un'ultima cosa, queste sere sto assumendo prima di dormire una pastiglia di xanax da 0.5 a lento rilascio, come mi aveva prescritto il neurologo. Secondo lei può inficiare sull esame e/o avere un cattivo effetto sulla sostanza di contrasto se lo prendo anche queste sere prima di lunedi?

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per escludere una SM è necessario effettuare la RM anche al midollo spinale, ovviamente la RM encefalica è già sufficiente in caso di sospetta neurite ottica, in tali casi sospetti, non credo comunque sia il Suo, si richiede anche uno studio particolare delle vie ottiche da effettuare contestualmente all'esame generale.

L'assunzione di ansiolitici come lo xanax non altera l'esito della RM, Le dirò di più, nei soggetti claustrofobici spesso il neuroradiologo somministra al paziente l'ansiolitico pochi minuti prima dell'esame.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 458XXX

Referto
Tonsille cerebrolesi superano il limite del frame magno per iniziale malformazione di chiari.
Normalità del sistema ventricolare e dei solchi delle convessita.
A sinistra in corrispondenza della sostanza bianca che circonda il corno frontale si riconosce un'area di alterato segnale iperintensa sulla sequenza flair di non univoca interpretazione trattandosi di modificazione demielinizzante di tipo aspecifico.
Non sono evidenti modificazioni di segnale dopo somministrazione di contrasto.
Si consiglia controllo a distanza di tempo.
Normali i meati acustici interni. Nei limiti della metodica il segnale dei segni durati e dei vasi del poligono del willis.
Sella Turchia normale. Non alterazioni sulla sequenza pesata in diffusione.

[#12] dopo  
Utente 458XXX

Sono in attesa di visita neurologica, su consiglio del mio medico.
E pensare che secondo lui e secondo il primo neurologo consultato non serviva nessuna risonanza..
Incredibile come la mia vita sia cambiata nel giro di una mattinata....
È vero quello che dicono.. Gli incubi li si fa da svegli non mentre si dorme.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è ovviamente corretta la visita neurologica anche per fare visionare direttamentele le immagini della RM al collega ma non si disperi perché l'area di alterato segnale è stata definita aspecifica e di non univoca interpretazione, non è detto che sia necessariamente patologica.
Sarebbe opportuno che il controllo RM lo facesse con mezzo di contrasto ma ascolti prima cosa Le consiglia il collega.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 458XXX

Questa che ho fatto era con mezzo di contrasto, o intende la prossima?

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi scusi, non avevo letto che questa RM è stata effettuata con mezzo di contrasto, la non impregnazione patologica del mezzo di contrasto è un elemento molto positivo che indica trattarsi di un'areola non attiva, sempre se di origine infiammatoria.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 458XXX

Non capisco ma mi fido.
In ogni caso cercherò di ammorbarLa il meno possibile anche perché è abbastanza evidente che io abbia qualcosa di grave.
Grazie gentile Dottore

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non è detto che abbia qualcosa di grave, non si fasci la testa prima di romperla...

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 458XXX

Buongiorno Dottore, ho fatto la visita dal neurologo.
Guardando la risonanza ha detto che non si tratta in alcun modo di una lesione da sm ma è una gliosi di scarso valore clinico.
Mi ha consigliato una dieta povera di glutine perché una causa potrebbe essere questa (non sono celiaco però). Il test neurologico è risultato nella norma. Mi ha rassicurato e mi ha consigliato degli ansiolitici.
Mi ha detto di fare un controllo con risonanza fra 7-8 mesi.

Lei che ne pensa dottore?
Eppure sul referto della risonanza non c'è scritto gliosi..

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la visione diretta di una RM è cosa diversa dal leggere solo il referto, per cui mi fiderei del Collega.
Condivido ampiamente il consiglio del controllo RM a distanza di tempo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro