Utente 457XXX
Gentilissimo dottore
Mi rivolgo a lei in quanto ho notato che è estremamente preciso nelle risposte, specie in quest'ambito. Mi scuso subito per la lunghezza del consulto e la quantità di domande
Sono Una ragazza di 24 anni e studio odontoiatria
È iniziato un mese fa con sintomi tipici di sm: formicolio, prurito, bruciore, disestesie, vertigini, dolore perioculare etc. Ho fatto 2 visite neurologiche negative, nella seconda sono stati rilevati dei rot leggermente vivaci e masseterino vivace, a cui la neurologa non ha dato nessuna importanza considerandoli riflessi ansiosi (sono molto ansiosa e ipocondriaca e ho già fatto una terapia di 2 anni a riguardo). Ho la brillante idea di cercare su internet il significato di questi riflessi vivaci e mi compare la sla. Da quel giorno (2 settimane fa) tutti i sintomi di sm sono cessati di colpo e sono iniziati quelli della sla: è iniziato come una sensazione di Bolo isterico e la lingua che mi sentivo "strana", come se scivolasse. Tutto questo però non è evoluto né in disfagia né disartria e in alcuni giorni regredisce per poi tornare. Poi è iniziata questa rigidità alle braccia sia muscolare che articolare, mi sento una sensazione di muscoli che tirano, stamattina al braccio destro questo "tirare" è diventato anche doloroso. La rigidità articolare sembra risolversi quando schiocco dita e polsi, specialmente a destra, ma devo farlo spesso quindi dalla Mattina alla sera schiocco i polsi e le dita. Per ora le gambe sono normali. Per quanto riguarda le fascicolazioni durante il periodo "sm" avevo dei cloni nell'ordine di 3/4 episodi al giorno, per pochi secondi e non tutti i giorni, se poggiavo la mano sentivo il muscolo sollevarsi, ieri invece ho avuto una strana sensazione come di vibrazione (che inizialmente ho scambiato anche per formicolio) che è durata qualche ora e se mettevo la mano sopra si fermava. Deficit di forza inteso come roba eclatante non ne ho, ma gli oggetti ho la sensazione che siano leggermente più pesanti del solito e a freddo ho una sensazione strana alla prensione, come se sentissi il braccio come se si staccasse, altre volte sento le dita rigide ma Nel complesso faccio tutti i movimenti in maniera normale salvo queste strane sensazioni. In ultimo sto dimagrendo, ho perso un chilo in circa due settimane e ho paura che sia dimagrimento muscolare perché sì, mangio leggermente di meno e ho una perenne ansia addosso, ma non è che stia facendo la fame. Eseguo tutti i giorni quando mi sveglio le manovre di mingazzini, romberg, camminata su punte e talloni e lo faccio senza problemi, non mi sento stanca o affaticata, ma questi sintomi mi stanno terrorizzando. La mia neurologa ha già escluso la sla, ma ho paura che l'abbia fatto perché non è andata a fondo, cioè stava cercando la sm, non la sla. Le mie domande sono (continuo in un altro messaggio)

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dopo avere letto i sintomi della SLA "tutti i sintomi di sm sono cessati di colpo e sono iniziati quelli della sla", questo è un indizio di sintomatologia psicosomatica unitamente a "Eseguo tutti i giorni quando mi sveglio le manovre di mingazzini, romberg, camminata su punte e talloni e lo faccio senza problemi", già basterebbero questi due elementi per escludere malattie organiche.
Inoltre molti sintomi sono di tipo sensitivo mentre Lei sa bene che la SLA è una malattia che colpisce il versante motorio causando un deficit dei movimenti.
Inoltre l'età non è certamente tipica della malattia in questione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 457XXX

Gentilissimo dottore
Inanzitutto grazie per la celere risposta che mi ha già tranquillizzato. Le invio il continuo del messaggio
Le mie domande sono
1 questi sintomi sono un inizio di sla?
2 quando si dice "deficit di forza", si intende che un malato di sla da un giorno all'altro non riesce più a sollevare le braccia o è una cosa graduale?
3 con 2 visite negative secondo lei dovrei farne una terza più mirata per la sla?
4 ho letto che nella sla l'interessamento del 1 motoneurone comporta i riflessi vivaci e il babinski, il 2 motoneurone porta fascicolazioni atrofia e scomparsa dei rot. Ma se è una malattia che interessa entrambi i motoneuroni come fa a esserci contemporaneamente scomparsa e vivacità dei rot? Domanda da "ignorante"curiosa
5 dimenticavo di dirle che ho fatto pure una RM da cui è uscita una lesione aspecifica di 2 cm, che però la mia neurologa ancora non vede come sm, infatti per la risonanza con contrasto che farò a breve non mi ha neppure prescritto il midollo, cosa che mi ha lasciato un po' di stucco. Secondo lei questi sintomi possono essere collegabili a una sm?
La ringrazio anticipatamente per la pazienza

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1. No.
2. Il deficit di forza si sviluppa gradualmente e si manifesta come impossibilità a compiere determinati movimenti.
3. No, eventuali segni di SLA vengono colti in qualsiasi visita neurologica, non necessariamente la visita deve essere effettuata in maniera mirata.
4. Può succedere in tempi diversi.
5. I sintomi riferiti sono aspecifici, cioè in comune con molte condizioni, compresa SM, ma in ques'ultimo caso si manifestano in maniera continuativa.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 457XXX

Gentilissimo dottore
Grazie mille ancora per la risposta. Ultime domande
1) questa lesione aspecifica di 2 cm (che è frontale sottocorticale e senza restrizione della diffusività in dwi) di che altra origine potrebbe essere?
2) ha una ipotesi per questa strana sensazione al braccio? È molto rigido, come fosse sempre contratto e con questa strana sensazione alla prensione, essendo nettamente prevalente al braccio destro ho pensato a una sindrome da tunnel carpale, ma non saprei
Grazie anticipatamente

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1. Vascolare? Congenita? Post-traumatica?
2. Senza un'accurata valutazione diretta sarebbe poco corretto avanzare ipotesi a distanza.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 457XXX

La ringrazio infinitamente dottore
Se vuole la aggiorno quando avrò i risultati della RM con contrasto
Grazie e buon weekend

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, può farmi sapere l'esito della RM.

Buona serata e buon fine settimana anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 457XXX

Gentilissimo dottore
Scusi ancora il disturbo, avrei una domanda :qualora la lesione captasse il mdc la diagnosi sarebbe automaticamente sm o ci sono altre patologie sovrapponibili a un quadro simile? La ringrazio anticipatamente

[#9] dopo  
Utente 457XXX

Ps le volevo anche chiedere se sono molto frequenti casi in cui vi è assoluta negatività delle visite neurologiche, ma positività dei test diagnostici e conseguente diagnosi di sm

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche con impregnazione del mezzo di contrasto la diagnosi non è automatica ma aumentano le probabilità che possa trattarsi di una malattia demielinizzante.

Non sono frequenti ma esistono i casi di SM in cui l'esame neurologico è nella norma.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 457XXX

Dottore mi dispiace disturbarla ancora ma è appena successa una cosa che mi ha gettato di nuovo nel panico della sla. Stringendo molto forte il pugno destro il seno destro ha iniziato letteralmente a ballare a un ritmo velocissimo per pochi secondi . Non ho idea se fosse una fascicolazione o cos'altro, ma il seno si è proprio sollevato. È vero che sto in uno stato di tensione assoluta da più di un mese ormai e questi giorni ancora di più dato che la RM si avvicina, ma questo episodio mi ha davvero terrorizzato. Può essere un sintomo di sla? Braccio e seno sono collegati in qualche modo?
La ringrazio e scusi se abuso della sua pazienza

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

tranquilla, non ha nessun significato patologico l'episodio descritto. Ad alcuni soggetti e in determinate posizioni può succedere ed è una cosa del tutto normale.
Si rassereni.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 457XXX

Gentilissimo dottore
Grazie per la risposta, spero sia davvero come dice lei perché la tensione e l'angoscia mi stanno giocando un brutto tiro. Le volevo anche chiedere: è possibile una atrofia muscolare senza deficit di forza? Perché sto notando che si stanno facendo nei buchi nei muscoli, in particolar modo al polso destro, quando lo fletto si fa un buco evidente all'altezza del l'articolazione radio ulnare, e quando invece allungo le dita si fanno due buchi vistosi alla base del pollice. Però ancora non ho deficit, faccio tutti anche se le braccia me le sento sempre stranissime e il polso rigido.
La ringrazio anticipatamente per la risposta e la pazienza

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

probabilmente "i buchi nei muscoli" sono delle condizioni fisiologiche che si determinano in seguito ad alcuni movimenti e posizioni in soggetti perfettamente normali ed è Lei che dà un significato patologico vedendo attualmente solo malattie.
Non dia peso ad ogni cosa.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 457XXX

Gentilissimo dottore
Grazie ancora per la disponibilità
Le volevo chiedere se un possibile angioma cerebrale presenta anch'esso una iperintensità di segnale flair e t2. Perché chiedendo un po' ai miei parenti (zii cugini) ho scoperto che due di loro hanno un angioma cerebrale e altri tre un angioma capillare. E visto che so che l'angioma ha eziologia spesso genetica stavamo vagliando anche questa possibilità
La ringrazio anticipatamente

[#16] dopo  
Utente 457XXX

Aggiungo che io stessa da piccola avevo un angioma capillare sul gomito he poi è regredito e in effetti da quando sono iniziati i Sintomi mi è anche spuntata una chiazza sul ventre che sembra proprio un angioma. Aggiungo che prendo la pillola concezionale da 7 anni. Potrebbe essere una possibilità concreta?

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

senza vedere le immagini come si fa a rispondere alla Sua domanda? Il neuroradiologo mi pare che non abbia ipotizzato nulla, ha definito l'alterazione "aspecifica", quindi allo stato attuale non si può ipotizzare niente di concreto.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 457XXX

Buongiorno dottore
Finalmente domani farò questa RM e avrò una risposta, spero definitiva perché questo calvario mi sta togliendo la voglia di vivere. Avrei una domanda: nella sla la debolezza persiste anche dopo aver riposato? Appena sveglia la mattina e dopo il sonnellino pomeridiano la debolezza è molto attenuata, ma riprende poi poco dopo aver cominciato a fare sforzi fisici anche minimi (continuo a non avere deficit di forza, ma gli oggetti continuano a sembrarmi pesanti e le braccia le sento che mi danno fastidio se le tengo in una certa posizione per un tempo prolungato)
La ringrazio anticipatamente come sempre per la disponibilità

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la SLA non causa debolezza o stanchezza, stia tranquilla.

Buona domenica sera
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 457XXX

Gentilissimo dottore
Ho appena parlato con la mia neurologa e le ho chiesto se non fosse il caso di estendere la RM anche al midollo e lei ha risposto di estenderla solo alla cervicale, ma con la precedente RM senza mdc la cervicale era perfetta. La mia domanda è : nella sm le lesioni al midollo si concentrano solo alla cervicale? Perché mi sembra assurdo con un sospetto di sm in atto non prescrivere anche il midollo!!

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Il tratto cervicale è quello maggiormente interessato ma se non sono state riscontrate alterazioni con la RM senza mezzo di contrasto l'utilità di ripeterla col contrasto è relativa.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 457XXX

Buongiorno dottore
Sono appena tornata dalla RM, il referto lo avrò mercoledì, ma ho già parlato con il neuro radiologo. Ha detto che la lesione non ha captato il mdc e che, Cito, é una lesione quasi identica alla corteccia, quindi a suo avviso di natura benigna probabilmente congenita. Mercoledì stesso andrò dalla neurologa per vedere un po' tutto. Posso finalmente stare tranquilla o per ulteriore sicurezza dovrei fare pure il Resto del midollo?
Un'altra domanda : durante la RM avevo la cannula del contrasto nel braccio destro, quello che mi sta dando più fastidio, e mentre stavo sotto la macchina e tenevo entrambe le braccia immobili, si sono intorpidite e non me le sentivo più ma solo il destro mi faceva male. Però il tecnico mi ha detto che non era normale e non c'entrava niente con l'ago. C'entra qualcosa con la sla? Mi sono spaventata tantissimo
La ringrazio anticipatamente

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la RM effettuata è sufficiente a tranquillizzarLa, non è necessario fare il tratto cervicale in quanto normale alla RM senza mezzo di contrasto.

Le sensazioni avvertite agli arti superiori è probabile che siano state causate dalla posizione immobile iassunta durante l'esame. Sintomo di SLA? Assolutamente no essendo queste solo sensazioni, infatti la componente sensitiva non fa parte della sintomatologia della predetta malattia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 457XXX

Gentilissimo dottore
È stata o veramente gentile, la ringrazio tantissimo
Ultima domanda: ho letto che in caso di sla vi è la lingua "protrusa", che significa precisamente? Che è più protrusa del normale, come se uscisse di più nel movimento di protrusione, o che nel movimento di protrusione devia? Io la lingua quando la protrudo non mi sembra più lunga del normale, ma in effetti in bocca la sento come se "stesse più avanti"....

[#25] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non vada a leggere nulla, in un soggetto come Lei è estremamente nocivo ed ha un impatto negativo sulla Sua qualità della vita.
Il problema della lingua, quando c'è, si manifesta nelle fasi avanzate della malattia quando il paziente è già allettato.
Deve curare il disturbo ansioso rivolgendosi ad uno psicologo o ad uno psichiatra.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente 457XXX

Gentilissimo dottore
Sono assolutamente consapevole che devo riprendere in mano la terapia interrotta l'anno scorso perché di certo non voglio più rivivere questo incubo. Grazie ancora per la sua gentilezza e disponibilità

[#27] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, si rilassi e trascorra un sereno ferragosto.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente 457XXX

Buongiorno dottore
Mi dispiace disturbarla ancora, ma ho appena visto una cosa brutta. Io ero convinta che la RM non c'entrasse nulla con la sla, invece ho appena letto che in caso di sla vi è alterazione della sostanza bianca con iperintensità in t2,e ora sono terrorizzata che sia il mio caso....

[#29] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la RM non è un esame utile per la diagnosi di SLA, serve solo per escludere altre patologie, stia tranquilla.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 457XXX

Salve dottore
Mi dispiace doverla disturbare ancora, ma ormai sto scivolando nella pazzia. Ho appena visto a lingua protrusa che in alcuni punti si solleva, sono fascicolazioni alla lingua! Io ormai non sto più vivendo, non esco più, piango ogni secondo, sto arrivando a pensare che era meglio se mi diagnosticavano la sm così per me era statisticamente impossibile avere la sla. Dottore le fascicolazioni alla lingua sono specifiche di sla bulbare? Eppure non ho disfagia disatria o dispnea. Sono disperata

[#31] dopo  
Utente 457XXX

Ps in caso di sla la cpk è sempre elevata? Ho fatto le analisi il mese scorso ed era a 64

[#32] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

pensi a curare la psiche, mi pare però che occorra una terapia farmacologica, non abbia timore dei farmaci.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#33] dopo  
Utente 457XXX

Gentilissimo dottore
Fosse per me avrei Iniziato una terapia farmacologica anni fa, ma i miei genitori sono contrari, non ne vogliono proprio sapere e nemmeno la mia neurologa quindi nessuno me li prescrive e io sono costretta in questo limbo di sofferenza. Potrebbe per favore rispondere alle domande? La ringrazio

[#34] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

faccia una visita psichiatrica e vedrà che il collega Le prescriverà un'adeguata terapia, così non può vivere, si rovina gli anni migliori della Sua vita.
Riguardo le domande che pone, Le ricordo che le continue rassicurazioni, che peraltro ha già avuto dal sottoscritto, sono il migliore alimento per l'ansia.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
Utente 457XXX

Buongiorno dottore
Purtroppo sono costretta a rivolgermi di nuovo a lei. Il 18 ho parlato con la mia neurologa per i miei sintomi (tremori fascicolazioni alla lingua etc) e quando le ho chiesto se c'entrasse qualcosa la sla mi ha prescritto degli ansiolitici perché secondo lei "si vedeva che stavo male anche solo a pensarlo", quindi non mi ha nemmeno visitato . Sono andata in vacanza ed è stato un inferno fra crisi di panico, pianto e tentativi di nascondere tutto ai miei amici. Ora mi sembra che la lingua si stia rimpicciolendo e mi sento impacciata nei movimenti, spesso mi tremano mani e gambe. Cosa mi consiglia di fare? Chiedere un'altra opinione neurologica, dato che la mia neurologa è convinta che io non abbia niente? Non so che più che fare, sono nel panico totale e nessuno mi crede o mi ascolta

[#36] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è molto probabile che il Suo sia solo uno stato ansioso considerato che "Sono andata in vacanza ed è stato un inferno fra crisi di panico, pianto e tentativi di nascondere tutto ai miei amici".
Anche la sensazione di lingua "rimpicciolita" è probabile che sia solo una Sua sensazione dettata dall'ansia.
Se serve per darLe tranquillità, nulla vieta di sentire un secondo parere neurologico.

Faccio inoltre copia-incolla di parte del post 34
"faccia pure una visita psichiatrica e vedrà che il collega Le prescriverà un'adeguata terapia, così non può vivere, si rovina gli anni migliori della Sua vita".

Cordiali saluti e buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#37] dopo  
Utente 457XXX

Dottore anzitutto grazie per la risposta
Le vorrei fare una domanda tecnica : so che essendo una malattia a eziologia sconosciuta non si può parlare di prevenzione di sla, ma esistono cose che siano in grado di ridurre almeno in minimo il rischio? Es per l'esame di patologia ho studiato gli effetti antiradicalici del resveratrolo, potrebbe essere utile come integratore per prevenire il danno ossidativo dei motoneuroni?

[#38] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

no, non esiste alcuna prevenzione del rischio.
Dr. Antonio Ferraloro

[#39] dopo  
Utente 457XXX

Buongiorno dottore
Avrei una domanda : quanto tempo impiegano gli ansiolitici a fare effetto? La mia neurologa mi ha prescritto 3 gocce di cipralex la mattina, lo sto assumendo da 3 giorni e l'ansia è tutt'altro che diminuita, senza contare che si è anche aggiunta una tachicardia pressoché costante, tremore interno e fascicolazioni sparse soprattutto alle gambe, e tremore alla distensione (se tengo la bocca aperta o metto in tensione la mano queste iniziano a tremare). Mi sembra che oltre a non migliorare stia peggiorando

[#40] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il cipralex non è un ansiolitico ma un antidepressivo indicato anche per l'ansia.
I primi effetti positivi si incominciano a vedere dopo tre-quattro settimane, all'inizio è normale una lieve accentuazione dei sintomi che poi dopo un paio di settimane tendono a regredire spontaneamente.
Comunque tre gocce ritengo che siano la dose iniziale che poi va incrementata nel tempo, infatti il dosaggio attuale non è terapeutico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#41] dopo  
Utente 457XXX

Dottore purtroppo devo chiederle di nuovo se esiste atrofia senza debolezza nella sla. Perché ho appena notato un vistoso avvallamento nella coscia destra assente nella sinistra. Io ormai non so più con chi parlare perché nessuno mi dà ascolto e tutti mi etichettano come pazza e si rifiutano di visitarmi. Però io adesso questo buco lo vedo e ieri non c'era e non posso fare a meno di pensare che sia atrofia da sla

[#42] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un'atrofia muscolare non si sviluppa da un giorno all'altro, "Però io adesso questo buco lo vedo e ieri non c'era e non posso fare a meno di pensare che sia atrofia da sla", occorrono mesi o anni per cui può anche essere una banale contrattura muscolare, ovviamente solo a livello teorico.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#43] dopo  
Utente 457XXX

Buonasera dottore
In caso di sla i problemi sono difficoltà di deglutizione e assenza di dolore? Io non ho difficoltà a deglutire, ma la gola mi brucia e quando deglutisco sento qualcosa che si muove, tira e fa male
La ringrazio sempre per la sua pazienza

[#44] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

queste domande e queste sensazioni sono soltanto di origine ansiosa, è questo che deve curare. Come vede, rassicurazioni ne ha avute tante ma non risolvono il problema, anzi lo accentuano.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#45] dopo  
Utente 457XXX

Buongiorno dottore
La aggiorno circa i miei sintomi. La deglutizione dolorosa è quasi del tutto regredita, ma da qualche giorno si è manifestata una strana sensazione nel respirare, come se dopo un tot di respiri normali avessi la necessità di farne uno più profondo perché mi manca l'aria. Inoltre i muscoli delle gambe mi sembrano molto più duri e grossi, come se avessi fatto una sessione intensiva di pilates, ma in realtà ho solo ripreso a camminare di più in questi giorni. In più a volte fanno male e tirano. Secondo lei questa dispnea può essere sempre un fattore legato all'ansia? E questi sintomi alle gambe secondo lei possono essere indice di sla? Aggiungo che il peso oscilla sui 59 chili sia che mangio pochissimo sia che faccia pasti sostanziosi
La ringrazio anticipatamente

[#46] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

vede? Va via un sintomo e ne arriva un altro, questo è uno dei decorsi più tipici.
Quanto è durata l'ultima rassicurazione? Qualche giorno...
Già spunta nuovamente la paura della SLA, non ha sintomi sospetti.
Si è decisa a curare il disturbo d'ansia?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#47] dopo  
Utente 457XXX

Gentilissimo dottore
In realtà in questi giorni sono stata più tranquilla, non so se per effetto delle gocce, ho anche ripreso a studiare. Per la psicoterapia dovrò aspettare ottobre sia per gli esami all'università sia per l'imminente ricovero per verificare l'origine di questa lesione cerebrale. La terrò comunque aggiornato

[#48] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Va bene. Mi faccia sapere eventuali sviluppi.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#49] dopo  
Utente 457XXX

Buonasera dottore
Siamo andati urgentemente dalla mia neurologa per dei sintomi che hanno gettato tutti nel terrore, quali dolore al petto, cefalea e vertigini, dispnea e gola che tira quando parlo. La. Neurologa mi ha fatto l'ennesima visita negativa. Ho un paio di dubbi che spero lei possa sciogliere
1) durante la prova del masseterino ha notato che era meno vivace dell'ultima volta. Io sapevo che se un riflesso diminuiva vuol dire che stava scomparendo, ma lei ha detto che invece è una cosa positiva. Me ne dà conferma?
2) sull'origine della macchia ha detto che dopo il 18 avremmo stabilito, dopo aver fatto visionare le risonanze al suo radiologo di fiducia, se fosse stata necessaria una rachicentesi. Ha detto "più di una cis non può essere, ma già che non ha preso il contrasto è improbabile". La mia domanda è : quante probabilità esistono che una cis possa evolvere in sm? Sinceramente vivere con questa spada di Damocle sulla testa che un giorno debba abbandonare la mia carriera di dentista per la sm mi fa vivere male

[#50] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1. Non lo interpreterei né positivo né negativo, il riflesso c'è ma se la scorsa volta era vivace ora dovrebbe essere normale.
Un riflesso isolato comunque spesso non influisce sulla valutazione di un esame neurologico completo.

Le probabilità che una cis possa trasformarsi in sm dipendono da tante variabili, in primis il numero delle lesioni, poi eventuali sintomi di sm associati, captazione o meno del mezzo di contrasto, presenza di bande oligoclonali nel liquor.

La localizzazione dell'alterazione però non è tipica di sm.
Assume ancora 3 gocce di cipralex?

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#51] dopo  
Utente 457XXX

Quindi il fatto che ci sia una sola lesione non captante il mdc è comunque un fattore prognostico positivo? La mia neurologa dice che nel 90% dei casi la sm neanche si nota in un paziente e potrei svolgere tranquillamente la mia professione, ma io ho sentito tante testimonianze del contrario... Comunque ha ritenuto il caso di aumentare il dosaggio a 5 gocce

[#52] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

"Quindi il fatto che ci sia una sola lesione non captante il mdc è comunque un fattore prognostico positivo?" Certamente.
In effetti ci sono tanti casi di pazienti con SM che conducono una vita assolutamente normale.
Cinque gocce di cipralex sono insufficienti.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#53] dopo  
Utente 457XXX

Buongiorno dottore
I sintomi da sla sono quasi tutti regrediti ad eccezione della dispnea che invece è peggiorata, e infatti farò una visita cardiologica e pneumologica per appurare il problema, anche se il mio medico curante attribuisce anche questo all'ansia. Da due giorni quando faccio un respiro forzato e profondo avverto dolore al centro della testa che dura qualche secondo. Crede che sia qualcosa di preoccupante? Se fosse una cosa grave tipo tumore, aneurisma etc la RM lo avrebbe rilevato?

[#54] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non è nulla di preoccupante.
Le ricordo che la ricerca continua di rassicurazioni rafforza l'ansia, è questa che va curata in maniera adeguata.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#55] dopo  
Utente 457XXX

Buongiorno dottore
Le scrivo per informarla delle novità circa la lesione.
Dopo aver fatto visionare le mie risonanze ad una serie di neuro radiologi, la mia neurologa ha dichiarato che la lesione non è una cis (buona notizia), ma che potrebbe avere un potenziale epilettogeno. Sono rimasta un po' di stucco dato che crisi epilettiche mi sembra di non averne mai avute. Lei ritiene che tutto il quadro dei miei sintomi (parestetici e motori) siano correlabili ad una epilessia? E qualora fosse così l'epilessia è una patologia che può interferire con una professione di dentista? La mia preoccupazione primaria resta sempre quella. Farò a breve l'elettroencefalogramma, ma spero intanto di avere chiarimenti da lei
La ringrazio anticipatamente

[#56] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi può ricordare i sintomi? Capisce bene che mi è difficile leggere 55 post.
Una lesione potenzialmente epilettogena non significa che necessariamente debba causare crisi epilettiche, potrebbe soltanto consistere in un abbassamento della soglia epilettogena, potenzialmente senza mai causare crisi.
Ovviamente tale condizione non preclude la pratica odontoiatrica.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#57] dopo  
Utente 457XXX

I sintomi sono iniziati con parestesie e disestesie (bruciori, formicolii, intorpidimento), vertigini, fosfeni. Sono proseguite con clonie, fascicolazioni linguali, senso di debolezza alle braccia,rigidità muscolare e articolare, dispnea, deglutizione dolorosa. L'epilessia può causare tutto questo?

[#58] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Quanto durano mediamente questi sintomi?
Dr. Antonio Ferraloro

[#59] dopo  
Utente 457XXX

I sintomi parestetici circa un mese. Quelli motori tre settimane. Fascicolazioni linguali, deglutizione dolorosa e dispnea una settimana ciascuna

[#60] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

questi tempi non sono compatibili con eventuali episodi di natura epilettica la cui durata è dell'ordine di qualche minuto, e poi sono molto eterogenei, non fanno pensare questa condizione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#61] dopo  
Utente 457XXX

Devo aggiungere però che non sono stati fissi per tutto quel tempo, duravano secondi o minuti e si ripresentavano dopo un certo tempo, in termini di ore diciamo

[#62] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Da come si riesce a capire a distanza, non hanno caratteristiche epilettiche, o, meglio, è poco probabile che lo siano.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#63] dopo  
Utente 457XXX

Buongiorno dottore
Vorrei chiederle un parere circa gli ultimi sintomi che sto avvertendo da una settimana. Alla coscia sinistra una strana sensazione di tensione, tremore interno simile a formicolio, crampi lievissimi al tricipite surale destro e dolore alla tensione al braccio sinistro. Dato che è stata esclusa una Sm e farò l'elettroencefalogramma solo dopodomani, può dirmi se secondo lei questi sintomi sono collegabili alla sla? Con 3 visite neurologiche negative ritiene che possa stare tranquilla? Non capisco perché questi sintomi non passino

[#64] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nessun sintomo fa pensare alla SLA, peraltro con tre visite neurologiche negative.
Dr. Antonio Ferraloro

[#65] dopo  
Utente 457XXX

Buonasera dottore
Il risultato Dell eeg è negativo, quindi si è deciso di archiviare la cosa, facendo una risonanza di con a gennaio. Il problema è che oggi ho fatto una visita medica sportiva e non sono riuscita a fare la prova da sforzo in quanto dopo 30 secondi di skip alto mi mancava il fiato e dopo altri 15 secondi non sono più riuscita a sollevare la gamba sinistra che sembrava pesare una tonnellata . La mia prima paura è sempre la sla. Alla luce di questo episodio che mi ha rigettato nel panico ritiene che dovrei accelerare i tempi per la risonanza o fare un'altra visita neurologica? Quello che è successo potrebbe essere un sintomo di sla?
Come sempre la ringrazio anticipatamente

[#66] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente

Le ho già detto di lasciar perdere la SLA.
Anticipare la RM? Non penso, non essendo un esame diagnostico utile per la diagnosi di SLA.
Stia serena.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#67] dopo  
Utente 457XXX

Se non è sla, cosa pensa possa essere una cosa del genere? Che tipo di accertamenti dovrei fare? Fare finta che non sia successo niente per me è impossibile, anche perché non posso ricominciare pallavolo per un problema oggettivo (non supero la prova da sforzo). Dovrei fare una elettromiografia per scongiurare un qualsiasi problema di tipo muscolare, dato che comunque ho i muscoli duri e dolenti, tremori e formicolii alla tensione delle gambe? Il medico sportivo ha ipotizzato una possibile ernia toracica, ma ovviamente ha detto che finché non avrò effettuato un altro colloquio con la mia neurologa posso dimenticare lo sport

[#68] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

può effettuare un'altra visita neurologica e l'EMG qualora non l'abbia ancora fatta.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#69] dopo  
Utente 457XXX

Gentile dottore
Ho avuto un consulto telefonico con la mia neurologa, alla quale ho spiegato la situazione e lei mi ha prescritto di fare le analisi per tutti gli enzimi muscolari, le transaminasi e la ves. Tutto nella norma. A questo punto mi ha detto di assumere una pillola di flexiban ogni sera. Dopo due giorni di questa pillola stavo meglio, poi ieri ho corso una maratona di 10 km e mi fa ancora male tutto, anche i muscoli intercostali e francamente non mi era mai successo. Ho alcune perplessità: anzitutto (dato che ci siamo parlate per messaggio e non mi ha spiegato) questa flexiban a cosa serve? Se me l'ha data è perché non sospetta patologie neurologiche, ma esclusivamente muscolari? 2)dato che ho corso questa maratona di 10 km e sono arrivata anche fra i primi 100 su 700 partecipanti posso escludere in assoluto la sla? (mi dispiace se insisto sulla sla, ma la paura c'è sempre) 3)dato che la mia neurologa non sembra intenzionata a prescrivermi una emg, dati i risultati delle analisi nella norma, ritiene che debba fare un'altra visita neurologica? 4) se le analisi sono normali allora questi disturbi muscolari a cosa posso essere dovuti? Sono anche aumentata di peso a fronte di un incremento dell'attività fisica e uguale apporto calorico
La ringrazio anticipatamente

[#70] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il flexiban è un miorilassante ed è utilizzato per contratture muscolari e anche per semplici tensioni muscolari.
Fa 10 km di corsa, arriva tra i primi e pensa ancora alla SLA??
Stia tranquilla, non penso serva un'altra visita neurologica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#71] dopo  
Utente 457XXX

Buongiorno dottore
Dopo un'altra visita neurologica negativa è stata data una diagnosi di fibromialgia spondilogena, e mi sono state prescritte visite fisiatriche e alcuni farmaci mio rilassanti fra cui il flexiban. Da alcuni giorni sta succedendo una cosa strana. La mia temperatura corporea si è sempre assestata sui 35.5 gradi, invece da giorni va dai 36.1/36.8 oscillando durante la giornata. Questo aumento di temperatura mi ha portato cefalea e vertigini e Sintomi simil febbrili (ma di fatto non ho la febbre). Preoccupata di infezioni e neoplasie ho fatto l'emocromo (perfetto), ho preso tachipirine, levopraid e plasil, ma la temperatura non si abbassa e i sintomi persistono. La fibromialgia può dare questo tipo di sintomi?
La ringrazio anticipatamente

[#72] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i sintomi riferiti potrebbero teoricamente associarsi alla fibromialgia che può manifestarsi in svariati modi, a parte i due fondamentali, dolore e stanchezza.
Riguardo le variazioni di temperatura, queste sono normali in ogni soggetto, a prescindere da condizioni patologiche.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#73] dopo  
Utente 457XXX

Salve dottore
Avrei una domanda: la visita neurologica basta ad escludere un tumore cerebrale? Questa cefalea non passa con nessun farmaco e ovviamente la mente galoppa

[#74] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una visita neurologica negativa può escludere tumori cerebrali di grandi dimensioni che poi sono quelli che possono causare cefalea.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#75] dopo  
Utente 457XXX

Salve dottore
Fra una 20ina di giorni dovrò fare la risonanza di controllo, anticipata in quanto questo strano mal di testa non passa con nessun farmaco. Le volevo chiedere, l'elettroencefalogramma fatto un mese fa avrebbe rilevato la presenza di un tumore cerebrale? Oppure i tumori sono così veloci da svilupparsi nel giro di un mese?
La ringrazio anticipatamente

[#76] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'EEG non è un esame particolarmente utile per lo studio dei tumori cerebrali, anche se a volte può causare delle alterazioni elettroencefalografiche spesso aspecifiche però.
Comunque una cefalea farmaco-resistente statisticamente è nella maggior parte dei casi non neoplastica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#77] dopo  
Utente 457XXX

Buongiorno dottore
Domani avrò la risonanza di controllo, intanto però sono molto preoccupata. Nell'ultima settimana i dolori di testa si sono alternati fra emicrania classica e
fitte lievi sparse per punti diversi del cranio e frequenti acufeni bilaterali. Oltre a questi non ho avuto altri Sintomi neurologici, e il medico di base dice che potrebbe essere la cervicale a portare questi sintomi, ma io non ne sono convinta. lei crede che sia il caso di stare tranquilli e non pensare a un tumore? Ci tengo a precisare che il mal di testa è sempre lieve e non mi impedisce nelle attività quotidiane e tende a sparire durante l'attività fisica
La ringrazio anticipatamente

[#78] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, lasci perdere i tumori cerebrali, la sintomatologia dolorosa non è tipica in tal senso.
È più probabile una cefalea tensiva.
Faccia serenamente la RM e stia tranquilla.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro