Utente 505XXX
Salve dottori, sono un ragazzo di 22 anni ex sportivo, ora purtroppo sedentario per motivi di lavoro. Premettendo che sono molto ansioso e vengo da un anno molto negativo, oggi mi è successa una cosa che mi ha molto spaventato. Mentre ero in macchina all'improvviso mi è venuto un forte ma molto forte mal di testa, così, all'improvviso (mal di testa però solo al lato sinistro, soprattutto fronte, sopra la fronte, tempia e dietro la testa e, non meno importante, il dolore si espandeva anche agli zigomi, sopracciglia, occhio e in generale al volto a lato sinistro), in tutto questo sono tornato a casa dove per il forte dolore mi è venuta una leggera nausea e proprio per il dolore che era diventato ancora più forte una volta arrivato a casa, ho cominciato a provare una sensazione di essere "spaesato", leggero appanamento all'occhio in questione e mi dava fastidio ogni cosa intorno a me. In tutto questo ho trovato la forza di misurarmi la pressione arteriosa che era 120/70 e dopo, essendomi un po' rassicurato, mi sono messo sul divano per riposarmi un po'. Da quel momento in poi, pochi minuti e mi è passato completamente tutto fino a questo momento che sto scrivendo(il tutto è successo ieri ad ora di pranzo e ora sono le 3 del mattino). In tutto, dall'inizio del forte attacco alla fine saranno passati un 15 massimo 25 minuti, dopo invece, mi so sentito come se non mi fosse successo nulla. Ora sono molto spaventato, non riesco a spiegarmi perchè all'improvviso mi è venuto questo dolore così forte e insopportabile che per 25 minuti circa mi stava facendo veramente chiamare il pronto soccorso per essere così pesante e perchè sia scomparso così, come se nulla fosse. Vedendo su internet mi è uscito "attacco ischemico transitorio" e mi sono spaventato. Cosa dovrei fare? Sono molto preoccupato, vorrei capire un po' come pensarla riguardo la situazione, come la pensa un medico specializzato in questo e a possibili modi per diagnosticare la causa.
Grazie della gentilezza e dell'attenzione e grazie in anticipo della possibile risposta. Buona serata.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Caro giovane,
pensare ad un attacco ischemico transitorio a seguito di una banale cefalea verosimilmente di tipo emicranico, onestamente, è un po' troppo!
Se questa è una manifestazione isolata che non si è cioè mai presentata in precedenza, trascurala, ma se avesse tendenza a ricorrere, allora può essere opportuno consultare un Neurologo.
Attenzione all'auto-diagnosi! E' una trappola infernale. Per averne un'idea, leggi questo articolo di cui accludo il link:
https://www.medicitalia.it/news/neurologia/7755-la-paura-delle-malattie-neurodegenerative-fa-male-al-cuore.html
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it