Utente 428XXX
Buongiorno gentile dottore,

la psichiatra mi ha prescritta abilify 20 mg e zyprexa 5 per una forma lieve di schizofrenia paranoide.
E'corretto prescriverli assieme?
Compiendo ricerche su internet pare di no.
Prima avevo olanzapina 10 e io volevo zyprexa 5,allora lei affianco' abillify 20.
Questo farmaco mi fece svenire sul bus (in estate).
Poi mi diede un effetto davvero terribile e insopportabile: talvolta l'impossibilità di decidere di "guardare" ovvero puntare il campo visivo di un determinato punto qualsiasi e non riuscirci (se volevo guardare negli occhi una persona non ci riuscivo, se volevo guardare in un determinato punto non ci riuscivo)

Allora continuai a prendere solo zyprexa.
Lei sapeva di questo terribile effetto collaterale?
grazie
saluti

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Presumibilmente non ha ancora un compenso completo: secondo lei come si può sapere se altri sappiano cose?

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 428XXX

Il compenso completo cosa presuppone:?
io ho un lavoro a t.i, faccio sport, ho diversi hobby, vado nei musei, vado al circolo dei lettori, frequento un gruppo interreligioso, cosa devo fare di più per essere considerato "normale"?

grazie saluti

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
"Lei sapeva di questo terribile effetto collaterale?"

E' una domanda che scaturisce dal tipo di disturbo di cui soffre. Non è immaginabile che qualcun altro che non conosce né lei né la sua psichiatra possa sapere se la stessa era a conoscenza di questa cosa "terribile".

In realtà non è nulla di trascendentale ma la sua domanda scaturisce dal dubbio che ha sulla sua psichiatra.

Oltre alla normale vita sociale dovrebbe comprendere che in alcuni momenti i suoi pensieri sono portati dalla malattia per cui può avere la tendenza ad essere sospettoso e meno disponibile.

Non basta impegnarsi per dimostrare di fare cose, si devono avere atteggiamenti differenti verso gli altri.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente 428XXX

Premettendo che un dottor psichiatra studia decine di migliaia di pagine e compie numerosi sacrifici in percorso di studio molto duro e irto di ostacoli.
Una volta conseguita l'abilitazione lo psichiatra fa il grosso errore di sentirsi come un imperatore o un pallone aerostatico montato e vive sulle nuvole.

Neanche il papa ha il dono dell'infallibilità.
Per quanto uno psichiatra possa aver studiato ed essere intelligente anche lui può compiere degli errori e anche i dottori devono fare un bagno di umiltà.
Chi ha troppa stima in se stesso poi ,spesso, fa una brutta fine (dottori morti come subacquei, in moto, col paracadute, in auto...; si sentivano bravi a guidare come schumacher)

Cartesio diceva che dubitava di tutto anche di dubitare, io se permette, sono un po'sospettoso e lo ammetto.
Mi è capitato che un dottore mi diagnosticò una ciste benigna innocua come un sarcome tumore maligno ma la mia ostinatezza e (sospettosità come lei la chiama) mi salvò dal subire un'operazione chirurgica inutile.

Pertanto se lei permette, non tutti i dottori sono intelligenti, ci sono ottimi professionisti come mediocri.
Sono andato da uno psichiatra privato per sfizio e mi ha detto che alla luce di quello che ho raccontato, e di come parlo,(scherzo, rido,lavoro ,esco con amici e ragazze) mi ha consigliato di andare da uno psicologo e che non presento sintomi psichiatrici.

il fatto è che la asl e lo psichiatra non mangiano la foglia e vogliono avere ragione anche a costo di dare farmaci a chi non ne ha bisogno, prima del bene del paziente e del suo benessere c'è il loro ego,.
Anche lo psichiatra è un essere umano e anche lui abituato ad avere a che fare principalmente con persone fuori di testa (fulminati), pazienti con problemi con la legge, rispetto a psicologi e psichiatri privati tende a stare sulla difensiva e a minacciare iniezioni,ricoveri.

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
E con questo cosa vuole sostenere?

Se pensa che non debba assumere terapia certo non può chiedere a me il consenso, oppure chiedere se altri facciano bene o male a prescrivere terapie.

La risposta lei è convinto di averla per cui il tutto diventa inutile.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139