Utente 431XXX
Gentili dottori, fino a metà giugno ho assunto 15 mg di vortioxetina e da 3 mesi ne sto invece assumendo 10 mg
questa molecola rispetto a quelle assunte in passato (cymbalta in primis - entact ed altri) mi causa meno problemi sessuali ma comunque me ne causa perchè la mia libido su una scala da 1 a 10 sta a 5.5 e ciò a volte mi causa anche problemi di erezione (quando la mia libido scende ulteriormente) e in più, quando faccio sesso sento che la mia sensibilità e la mia capacità di provare piacere (anche durante l'atto sessuale) e tipo ovattata.
Ho fatto le analisi del testosterone ed è venuto fuori che quello
totale sta a 5,84 ng/ml (valori normali 1 - 10)
libero 8,7 Pg/ml (valori normali 3,87 - 34,17)

Volevo chiedere se il valore del testosterone libero è basso abbastanza da causare una mia scarsa libido (e dunque sarebbe consigliabile consultare endocrinologo) o se invece molto più probabilmente il problema è causato dall'antidepressivo che abbatte la libido per altre vie (tipo agendo sulla serotonina e sulla dopamina).

Grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

I farmaci che lei ha citato possono sicuramente causare, in termini statistici, meno problemi sessuali, sta di fatto che però sono comunque tra gli effetti possibili.
La funzione sessuale va sempre valutata durante un benessere umorale, e in condizioni abbastanza varie da poter dire che in generale, e non in singole situazioni, la libido è bassa.
Forse di tutti i sintomi il senso di ridotta sensibilità farebbe pensare ancora ad un effetto farmacologico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 431XXX

Capisco gentile Dr. Pacini,
però, chiedo venia, se io in qualche maniera.........
intendo tramite sport aerobico - un pò di pesistica - assumere per cicli il tongkat ali (quello buono è certificato) che leggo ha la capacità di stimolare la produzione di testosterone (mentre secondo altre fonti da benefici in quanto l'ormone con l'età si lega maggiormente con le globuline <SHBG> e i capsinoidi di questa radice riducono il numero di questi legami aumentando la quantità di testosterone libero attivo) - cercare di ridurre lo stress - 3 volte a settimana integrare 2 mg di creatina monoidrata (che dovrebbe aumentare anche il diidrotestosterone) - mangiare due tuorli d'uovo sbattuti a settimana ..........
riuscissi ad aumentare il mio testosterone libero portandolo dall'attuale 8,7 Pg/ml magari sui 20 Pg/ml
molto probabilmente proverei maggiore desiderio sessuale (con i relativi benefici che ne conseguono) ?
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Queste misure se le faccia indicare da un medico, non con un fai da te. Non faccia l'autodidatta su se stesso, non funziona.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 431XXX

Ok Dr. Pacini,
però poichè dal punto di vista depressivo va bene e la cura e stabilizzata già da tempo, lo specialista mi ha detto di continuare e la prossima visita dovrò farla o prima o dopo le feste natalizie.
Alla luce del risultato ematico del testosterone, è il caso che mi faccia vedere prima affinchè il dottore mi indichi le misure per aumentare il testo libero,
oppure 8,7 Pg/ml in rapporto a valori normali che vanno da 3, 87 a 34,17 è un valore normale nel senso che se non assumessi l'antidepressivo non sarebbe così basso da causare bassa libido con ciò che ne consegue?
Ma anche se senza antidepressivo il valore non da problemi, assumendo la molecola è il caso che lo specialista (psichiatra - endocrinologo o andrologo?) adotti delle misure per farlo alzare così probabilmente la mia libido sarebbe più elevata?
Se è possibile che aumentando il testo libero (quello totale credo sia sufficientemente alto) aumenti anche la mia libido, allora anticiperò di molto la visita presso lo psichiatra o ne farò una presso endocrinologo.
Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Appunto, ma intanto si faccia spiegare se queste ipotesi hanno senso pratico o no, cioè aumentare un valore nell'ambito dei valori normali potrebbe non aver senso come sì. Stiamo parlando di un problema collaterale noto, che poi questo sia sulla base del testosterone è possibile, ma ad esempio non abbiamo un confronto con valori precedenti per stabilire che i livelli siano scesi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it