x

x

Citalopram e thc

Buongiorno,
a causa di disturbi di ansia derivanti dalla fine di una relazione con una ragazza, la quale fine mi ha portato ad avere problemi di relazione (soprattutto sessuali) con altre ragazze dopo di lei, mi è stata prescritta una terapia con Cipralex (10mg al giorno) iniziata a luglio 2017.
Durante l'estate e l'autunno ho fatto saltuariamente (e inconsciamente) uso di Cannabis sottovalutando gli effetti collaterali che ci potrebbero essere tra il farmaco e la cannabis. In questi mesi non sono mai stato male dopo l'uso di Cannabis per quanto riguarda effetti collaterali di ansia e attacchi di panico, anche perchè le dosi sono state sempre minime, al contrario la sensazione di euforia e benessere mentale sono stati gli effetti.
Posso aver modificato l'efficacia della terapia con l'uso saltuario di questa sostanza? O con una bevuta ogni tanto? In futuro sarà meglio evitare totalmente l'assunzione di cannabis e alcolici durante la terapia?
Devo dire che dopo 5 mesi di terapia con Cipralex sto molto meglio e riesco ad affrontare le situazioni in modo molto più tranquillo e sereno.

Grazie per le eventuali risposte.
Buona giornata.
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.4k 930 271
Gentile utente,

Non essendoci stati problemi perché ha questo dubbio ?

Inoltre, " ho fatto saltuariamente (e inconsciamente) uso di Cannabis": in che senso inconsciamente ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
la ringrazio per la tempestiva risposta.
"Inconsciamente" nel senso che non ho pensato in quei momenti alle interazioni che potevano esserci tra farmaco e sostanza, sarebbe stato meglio dire "sbadatamente".
Il dubbio mi è sorto ieri sera parlando con un mio amico il quale sosteneva che l'effetto della cannabis o dell'alcol (opposto a quello del farmaco, secondo lui) potesse neutralizzare o modificare l'efficacia della terapia.
Quindi, volendo io stesso ottenere a pieno i benefici della terapia, mi sono rivolto a voi per chiarire questo dubbio.
Cordiali saluti.
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.4k 930 271
D'accordo, però tolto questo, e cioè che genericamente l'effetto va un po' a contrastare quello della terapia, o a favorire quello del disturbo, non direi che abbia senso preoccuparsene a posteriori.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore la ringrazio.
Saluti.