Utente 482XXX
Gentili medici, ho deciso di scrivere perché c'è una questione che mi tormenta e non riesco a togliermela dalla testa. 3 anni fa sono stata ricoverata in psichiatria con diagnosi di psicosi Nas e per 2 anni ho preso diverse combinazioni di farmaci, nei primi tempi soltanto zyprexa 5 mg; poi per 3 mesi zyprexa 5 mg, haldol 2 mg e zoloft 50 mg; poi ho sostituito lo zyprexa con abilify 5 mg e per diversi mesi ho preso oltre all'abilify anche lo zoloft 50 mg e lo Xanax. Poi negli ultimi mesi di terapia soltanto l'abilify 5 mg e ora più niente da un anno. Su diversi siti online anche accreditati ho letto che gli antipsicotici creano danni irreversibili al cervello, io ne ho presi per 2 anni, talvolta anche due in associazione (haldol e zyprexa), ho difficoltà di concentrazione e memoria e ho paura che potrei andare incontro a demenza. Cosa potrei aspettarmi? Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Non credo proprio che sia il suo caso. Sono gli antipsicotici classici (neurolettici) che possono provocare alterazioni funzionali del sistema nervoso centrale non reversibili, ma a dosi medio-alte. Lei ha preso solo 2 mg di aloperidolo e per un periodo limitato, quindi stia tranquilla.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 482XXX

La ringrazio per la rapida risposta. Il fatto che in quel momento stessi prendendo anche un altro antipsicotico non peggiora la situazione? Perché ho letto anche che l'uso di due antipsicotici contemporaneamente è sconsigliato... Un cordiale saluto

[#3] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
No, l'altro era un antipsicotico atipico.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-