Utente 757XXX
Egr. Dr., utente 75703. Ad un mio parente molto stretto gli è stato prescritto da una visita psichiatrica della sertralina, essendo un ipocondriaco ed avendo trovato scritto sugli effetti indesiderati rari che questo farmaco potrebbe provocare cancro non lo vuole assumere. A dire il vero tutti i farmaci hanno effetti collaterali, ma addirittura trovare scritto, se pur raro, che può provocare il cancro un po di riflessione ci sta. Per cui vorrei chiedervi : 1) se è possibile cambiare la sertralina con escitalopram (consigliatogli dal curante.
Cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Non capisco: sta chiedendo notizie per il caso di un parente, che però ha già ricevuto indicazioni in merito.
Il medico avrebbe consigliato di cambiare farmaco a causa del fatto che la persona (ipocondriaca) legge il foglietto illustrativo, peraltro travisando il senso delle avvertenze ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 757XXX

Grazie Dr. Pacini per la sua disponibilità. Molto probabilmente non sono riuscito bene a spiegarmi. Lo psichiatra gli ha prescritto la sertralina. Il paziente leggendo il foglietto illustrativo( nel paragrafo effetti indesiderati rari c'è scritto oltre ad altri effetti collaterali la parola"cancro". Per cui si è rivolto al suo medico curante se era possibile cambiare farmaco. IL medico curante gli ha prescritto escilatopram. Volevamo solo sapere se si può sostituire la sertralina con l'escilatropan. N.B. Ho letto anch'io il foglietto illustrativo e se ben capisco l'italiano non mi sembra che il paziente abbia travisato quello che c'è scritto. (rari possono interessare 1 su 1.000: problemi all'intestino, infezioni alle orecchie, cancro, ecc...). Cordialmente.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Intanto non c'è scritto "cancro" (mi parrebbe strano come termine su un foglietto medico), poi c'è una nota esplicativa.
Quindi Lei appoggia questo atteggiamento ipocondriaco di questo suo conoscente, ma il problema rimane l'interazione del paziente con il suo medico, non è che le decisioni debbano derivare da consulti con amici e parenti.
Mi dice se ha travisato il senso ? Direi di sì, ma non ovviamente il senso letterale e più scarno delle cose, ma il senso pratico delle informazioni di un foglietto, che li rende praticamente tutti ugualmente terrificanti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 757XXX

Egr. Dr. Pacini, molto probabilmente non riesco a spiegarmi bene. IL farmaco gliel'ha cambiato il medico curante, quando ha capito che mio cugino, ipocondriaco, non avrebbe preso la sertralina per la parola "cancro" scritta sul foglietto illustrartivo. Intanto c'è scritto cancro e per trovare la stessa, se Lei non ha a portata di mano il foglietto illustrativo, basta andare sul web su my personal trainer o altro la legge. Ma a prescindere da tutto questo a Medicitalia si chiedeva solamente se confermava la decisione del medico curante e cioè se l'escitalopram era sostituibile alla sertralina. cordialmente.

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Io sono andato a visionare i foglietti di diverse sertraline, ma questa parola non c'è.
Comunque cambiare farmaco a causa dell'ipocondria è ovviamente poco costruttivo. Così si alimenta l'ipocondria, alla persona resterà in mente che c'era una ragione di cambiarlo.

Ah, chiedeva la conferma della decisione del medico ? Allora ha sbagliato, non si possono chiedere cose del genere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 757XXX

Intanto chiedo scusa Dr. Pacini se la ringrazio con ritardo per la sua disponibilità. Ma se Lei non ci crede le possiamo mandare una foto sulla parola in oggetto. Per quanto riguarda i due farmaci volevamo solo sapere se come fine avessero lo stesso obiettivo e non che Lei dovrebbe sostituire al medico nella sua decisione. Cordialmente.

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, basta copiare il link al foglietto in questione, visto che sono tutti disponibili in rete.

Scusi, il medico ha sostituito un farmaco con un altro. Che significa se hanno lo stesso obiettivo ? Perché dovrebbe essere cambiato obiettivo nel frattempo ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 757XXX

Risalve Dr. Pacini. Le invio il link come da sua richiesta.
http://www.my-personaltrainer.it/Foglietti-illustrativi/Zoloft.html#Effetti_Collaterali.


"Effetti indesiderati rari (possono interessare fino a 1 persona su 1.000). Cordialmente.

[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, in effetti si usa quella parola, decisamente bizzarro sul piano terminologico.

Però vede, secondo me non sono chiare due cose. La prima: tra gli effetti si riportano, ordinati per frequenza, tutti gli "eventi" segnalati (nessuno può affermare sempre e comunque che siano dovuti al farmaco, sono semplicemente tutti gli eventi verificatisi in corso di trattamento, comprese cose comunissime tipo infezioni, influenza etc).
L'ipocondria non troverebbe rassicurazione neanche in un foglietto dove fosse scritto: "nessun effetto collaterale". L'ipocondria pretende risposte anti-ipocondria, mentre le conoscenze non nascono con questa natura, per cui non sono né rassicuranti, né allarmanti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 757XXX

Grazie Dr.Pacini per la sua disponibilità. In un post precedente ho usato impropiamante il termine obiettivo. Volevo sole sapere se potevo sostituire la sertralina con escitalopram come consigliato dal medico curante dicendomi che tutte e due i farmaci hanno lo steso campo di azione. Coedialmente

[#11] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Perché lo chiede questo ? Ha ricevuto una prescrizione, e la decisione è sua. E' sempre stata sua.
Prevedo però gli stessi problemi ipocondriaci anche con l'altro, e non è buona cosa in generale cambiar farmaco per delle paure che sono i sintomi del disturbo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 757XXX

Grazie di tutto Dr. Pacini
Cordialmente