Utente 502XXX
Buona domenica a tutti gli esperti
Da 15 anni sono in cura per psicosomatizzazione dell'idea del cancro
Ho cambiato parecchi farmaci da 6 anni prendo stabilmente abilify con antidepressivo
La mia domanda é:si può assumere in sostituzione di abilify latuda?
Allo stato sto bene ma vorrei stare meglio (ho fatto 3-4 ricadute .l'ultima 9 mesi fa.. )
Ho letto e ho saputo che Latuda é un farmaco di 3 linea indicato per i no responders alle terapie psichiatriche tradizionali
Sto prendendo una cantonata?
Grazie..

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
"psicosomatizzazione dell'idea del cancro "

Un concetto che non esiste. Vuol dire ipocondria forse.

Non capisco il motivo per porsi come problema la sostituzione dell'abilify.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 502XXX

grazie doc:)
semplicemente perche' vorrei avere piu chance di tenere sotto controllo l'ipocondria dopo ben 4 ricadute :)
grazie !!

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ma con l'abilify è ricaduto ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 502XXX

ahime si 9 mesi fa....doc !!!!

[#5] dopo  
Utente 502XXX

Doc
rimango in attesa di un Vs riscontro
Fino a ieri per e per 20 gg ho avuto forti attacchi di ansia e panico: non ho preso nulla ma con la forza di volontà mi sono imposta e fortunatamente sono scomparsi
saluti

[#6] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La forza di volontà non è una funzione nota. Sono passati, da soli.

Il medico fece una variazione quindi 9 mesi fa?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 502XXX

Grazie doc!!!
dalla 2 ricaduta risalente al 2012 vado avanti con Abilify da 15 e Seropram
Non ci voleva la 3 ricaduta di 9 mesi fa..ma tutto sommato ad oggi sto bene vivacchio insomma
Secondo lei si potrebbe pensare ad una sostituzione con latuda ? (che ho letto essere farmaco di 3 linea per i no responders ai farmaci classici)
Non mi creeerebbe neppure problemi di peso..a quanto ne so
Attendo una sua valutazione
La ringrazio ancora

[#8] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Chiedevo se il medico 9 mesi fa lasciò tutto così.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 502XXX

si si esatto Doc !!!

[#10] dopo  
Utente 502XXX

Domani nel tardo pomeriggio ho il consulto con il referente psichiatra
Non sono un esperta come lei ma credo che , per superare la maggior parte delle difficoltà, dobbiamo fare forza su noi stessi , credere nel futuro e alimentare la nostra speranza di guarigione.
In sostanza, molte volte, dobbiamo " aver voglia" di guarire e quindi imporci scelte di vita e comportamenti che ci portino al superamento della malattia stessa.
E forse non servirebbe neppure il Latuda
la aggiornero domani sera doc :)

[#11] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, questi sono parametri mentali, sono già espressione del funzionamento del cervello. Se sono intatti, bene, uno ne usa i meccanismi sottostanti, ma se sono alterati sono alterati.
Per questo un depresso non si "tira su", un agitato non si dà pace, e un attacco di panico fa andare nel panico.

Tutti avrebbero voglia di guarire, ma anche questa è una variabile dipendente. C'è chi non vede possibilità, o vede la catastrofe, e quindi non concepisce alcuna guarigione di cui aver voglia. Il disturbo, quanto più è grave, tanto più imbriglia o coinvolge anche le funzioni che permettono alla persona di curarsi, di attendere, o semplicemente di chiedere aiuto generico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 502XXX

Doc
mi pare una visione pessimistica la sua..
cmq ne prendo atto
Un medico deve incoraggiare il paziente.!!!!
un saluto e buon inizio settimana
la aggiornero' stasera

[#13] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non ci vedo niente di pessimistico e di scoraggiante. Quindi non si permetta di dar giudizi del genere o di fare lezioni s come si fa il medico in base a queste considerazioni. Quindi se uno pensa che guarirà con la forza di volontà deve essere incitato a farlo, omettendo di spiegargli come funzionano le cose ? Ma ci mancherebbe.
Anzi, la visione è ottimistica: se uno sta bene, la cura funzione, e non è che sta bene perché è stato bravo.
Non è questione di ottimismo o pessimismo, ma di visione morale. Dire che il malato non ci mette abbastanza forza di volontà è una sciocchezza.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it