Utente 428XXX
Buongiorno gentile dottore,

in seguito alla somministrazione di xeplion 100-75mg mi è sopraggiunto il seguente problema:
quando sono molto agitato o ansioso gli occhi si bloccano in alto, e non riesco più a decidere
dove guardare, è come se i nervi oculari o bulbi oculari fossero bloccati in alto: non riesco più a guardare in nessuna posizione al centro o in basso, ma solo in alto.
Quando capita ,all'improvviso, fuori quando cammino in mezzo alla strada è molto fastidioso.
Mi tocca prendermi le 20 goccie di rivotril già preparate nella bottiglietta e aspettare seduto con gli occhi chiusi su una panchina e aspettare che il rivotril faccia effetto.
Lo psichiatra a parte darmi l'akineton che non funziona o dirmi di prendere il rivotril anche non al bisogno: 5 goccie la mattina, 5 a pranzo e 5 dopo non mi è di aiuto.
Cosa posso fare in più.
A me ormai è venuta fuori la paranoia di avere questa crisi oculogira.
Meno male che non lavoro sennò non so come farei.
Ho paura di uscire fuori di casa, sto uscendo meno per colpa di questo problema, poi ci penso sempre a questo problema , mi sto arrovellando il cervello.

Ormai è passato un mese dalla dismissione di xeplion e l'effetto dovrebbe andarsene.
Prima di assumere lo xeplion non avevo mai avuto questo effetto collaterale.
Ora assumo zyprexa 5 mg perchè con abilify avevo lo stesso problema agli occhi.

Come posso risolvere questo problema di carattere psicologico evidentemente come alcuni dottori su internet l'hanno definito?

Lo psichiatra mi ha fatto mettere in piedi con le braccia distese in alto per farmi fare una sua prova sugli effetti extrapiramidali e ha detto che è tutto a posto.

grazie per aver letto tutto e buona giornata.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Portuesi

28% attività
20% attualità
16% socialità
PINEROLO (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Dal quadro che mi da mi sembra che la causa più probabile del suo sintomo sia quello di una distonia provocata dalla xeplion. E' un effetto collaterale degli antipsicotici, i giovani maschi ne sono più frequentemente affetti, e deve essere considerato globalmente, come tutti gli effetti collaterali ( cioè quanto è disturbante, che vantaggi porta il farmaco, che svantaggi etc ). L' akineton può aiutare, oppure un altro farmaco della stessa classe, gli anticolinergici ( preso tutti i giorni per prevenire ) e le benzodiazepine ( come il rivotril ) possono aiutare al momento.
Non conosco segni obiettivi da rilevare in una visita che possono essere predittivi dell' evenienza di crisi distoniche. SI può verificare la rigidità extrapiramidale, ma quest' ultima è un effetto collaterale degli antipsicotici separato dalle distonie, anche se sono tutte e due effetti dell' azione sul sistema extrapiramidale.
Dr Giovanni Portuesi

[#2] dopo  
Utente 428XXX

La ringrazio molto dottore, io sono della provincia di Torino.

Lo psichiatra che ha pensato allo xeplion sapeva della possibilità di queste distonie?

Mi fà un esempio di anticolinergico preso tutti i giorni per prevenire?
L'akineton non è forse un anticolinergico?

Più che prendere l'akineton e il rivotril altro non posso fare vero?

Passerà con il tempo questo effetto collaterale?
Ci vuole un'altro mese?

grazie mille saluti