Utente cancellato
assumo prozac 20 mg da circa 1 settimana l’umore e’ gradualmente migliorato ma ho iniziato a sentirmi più rigido del solito a tal punto da non andare piu d’intestino, quindi ho sospeso per un giorno il trattamento e sono andato così d’intestino, ma i sintomi sono ricomparsi, stato depressivo, ansia, angoscia, senso di frustrazione abbattimento morale.
in questi casi sarebbe meglio cambiare farmaco? o associare insieme al prozac un farmaco miorilassante per ridurre le tensioni muscolari?
sono un ragazzo disabile affetto da tetraparesi spastica dalla mia nascita con difficoltà di deambulazione convivo tutti i giorni con una rigidità muscolare, forse ho paura che il farmaco possa farmi male e questo mi irrigidisce ancor di più, è come se non mi va di sentirmi costretto a prendere un farmaco ma allo stesso tempo so di non stare bene e soffro comunque e come se comportandomi così mi faccio del male da solo, cosa posso fare? quale’ la cosa giusta da fare? aspetto un vostro consiglio Saluti

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
I tempi di valutazione per le variazioni terapeutiche iniziano dopo 8 settimane di trattamento a dose piena.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it