Utente 437XXX
Ho 24 anni,abito sola con mia mamma.Non studio e lavoro.Da gennaio ho avuto diversi problemi tra cui un'influenza partita da un mal di gola forte con cure di zitromax(alla prima cura è passato),e episodio di un giorno di vomito con supposte antivomito),ricomparsa del mal di gola e ripetizioni di zitromax,bentelan(ecografia ai linfonodi),froben,visite da 3 otorini con 3 diagnosi diverse,la 1 problemi alla postura con quindi dolore ai linfonodi ma gola a posto, il 2 faringite cronica con corsodyl,deltacortene,bactoblis, il 3 candidosi da stomatite con da prendere mycostatin.Fatte la 1 e la 2 cura,la 3 no visto che ero piena di farmaci e avevo tre diagnosi differenti prima di fare la terza ho chiesto al medico di fare un tampone faringeo che è uscito negativo.Da lì non ho più fatto nulla,ma avevo il fastidio in gola a gennaio e poi di nuovo a febbraio fino a maggio e io ero preoccupata del fatto di avere qualcosa punto primo, punto secondo sono andata in confusione e in stato di "ansia" per la diversità di diagnosi.Perchè ho preso tante medicine se poi il tampone era negativo?Come mai ho continuato ad avere male in fondo al palato e alle pareti della gola?Ho vissuto tutti questi mesi con la fissazione di avere qualcosa visto che non mi era mai capitato che una cosa non passasse per tempo anche con i medicinali.Da dicembre c'erano stati episodi di sangue dopo aver defecato e a maggio sono andata in ospedale per un episodio più significativo di sangue,faccio una visita proctologica e il medico:trattasi si ragade,ho fatto la cura.Tutto vissuto come un incubo,la paura di avere qualcosa di brutto (ho fatto le analisi del sangue a gennaio e a marzo sotto il medico di base con richieste specifiche(es aslo,tsh),piangevo spesso,ero/sono diciamo ancora convinta che qualcosa non va.Ad aprile mi è ritardato il ciclo di 5 gg(io sempre anticipato)a maggio mi sono ritardate dall'11 al 30/31.La sera del 30/31 avverto fortissima nausea e vado al pronto soccorso,flebo plaisil e prelievo e mi dicono esami a posto da fare visita ginecologica visto che ero in ritardo.La mattina mi arriva il mestruo e penso che era quello,ma i giorni dopo avverto forte mal di stomaco,crampi,nausea all'idea del cibo,eruttazioni,acidità e vado dal medico di base che dà il domperidone 30 min prima dei pasti.Lo prendo la sera stessa ma ho forti dolori e vado al pronto soccorso,maloox,flebo,prelievo ancora esami a posto, scrivono gastrite e danno l'ormeopazolo.Il male persiste nei giorni e tutt'ora.
In tutto questo vado da aprile/maggio da una psicologa che ho visto 4 volte,e 1 volta la psichiatra e ho spiegato tutto questo,il mio vissuto di un padre poco presente,scuola non finita,un'amica sola e mi ha dato ora un cura farmacologica con bromazepam e eutimil.E' una cosa psicologica tutto questo?Ho paura degli antidepressivi.Non sono informata di quando vanno presi,non so la mia diagnosi e non se se le sedute sono abbastanza per prenderli.I sintomi sono psicosomatici?Xk sto sempre male fisicamente?

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Probabilmente la terapia è stata prescritta con delle motivazioni che dovrebbe farsi chiarire se non le ha ben comprese.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 437XXX

La mia psicologa ha detto che probabilmente c'è un malessere dentro di me ma non di tipo fisico. Il fatto è che però io sto sempre male anche fisicamente e non mi ha dato la certezza clinica che il motivo sia una stato di malessere in me, mi ha detto che potrebbe essere così. Non mi ha detto i motivi ne spiegato cosa sono gli antidepressivi (ha solamente detto che starò meglio e che non hanno effetto subito), gli effetti collaterali. Sono stata dal medico di base ieri perchè la psichiatra mi ha tolto il domperidone datomi dal medico perchè dice non essere compatibile con il bronzepam e l'eutimil e mi ha lasciato l'ormepazolo, ma ieri il mio medico ha detto che se me lo ha tolto è perchè la psichiatra pensa che io sia anoressica e per evitare di farmi star male visto che il domperidone toglie la nausea a fa venire appetito (parole del medico di base) quindi soffrirei di più a non mangiare con l'appetito in corpo. Qui sono rimasta un po' scioccata perchè la psichiatra mi ha detto che era per l'incompatibilità. Io non sono anoressica e mai lo sono stata,sono magra di costituzione e in questi giorni mangio leggero (anche sotto consigli medico) perchè ho questo mal di stomaco. Non so cosa fare riguardo a questa incomprensione. Chi ha ragione?il medico che dice che me lo ha dato perchè pensa io sia anoressica o la psichiatra che dice per incompatibilità?
In più come dicevo sopra non conosco gli antidepressivi e non so quando vanno dati, come posso essere sicura che è il caso?ho letto qui e lì che bisogna essere informati e che danno effetti collaterali, io non so in che termini vanno dati. Come posso essere certa che debba prenderli? Non so il motivo per cui me li hanno dati, se depressione, ansia ecc. E' normale che io non abbia una diagnosi e debba prenderli dopo 4 sedute?