Utente 516XXX
Salve, sono una ragazzo di 21 anni e vi scrivo per togliermi dei dubbi e avere delle rassicurazioni. Vi parlo brevemente di me:studio all'università, fino all'anno scorso facevo sport ed esco con gli amici.. Insomma più o meno la vita che fa ogni ragazzo della mia età. Mi capitato nella mia vita di bere alcol (ho esagerato solo in occasioni tipo feste di compleanno ecc..) e fumato qualche spinello (uso molto occasionale). Il problema, per cui vi scrivo, è questo: l'altro giorno ero abbastanza ubriaco e insieme ad un mio amico ho sniffato una striscia di coca che mi ha dato subito un effetto di ripresa dall'alcol e altri sintomi come battito accellerato e narice anestetizzata. La premessa è che sono sempre stato una ragazzo tendenzialmente paranoico e ansioso e adesso sto abbastanza male perché mi sono pentito di averla provata (non ho più intenzione di riprovare l'esperienza) e inizio ad avere paranoie sui possibili danni che potrei avere e delle paranoie assurde del tipo "cosa accadrebbe se i miei genitori lo sapessero". Sono molto sensibile e un po' debole di carattere, ma ho paura di parlare con i miei genitori e non vorrei andare da uno psicologo. Voi potete rassicurarmi e darmi dei consigli? Non ho più intenzione di riprovare l'esperienza, né di fumare più canne, per il momento mi limito a fumare le sigarette ma ho intenzione di smettere a breve pure con quelle

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Le rassicurazioni hanno una efficacia scarsa.

Il problema della dipendenza in lei è piuttosto presente in diverse forme.

Più che vivere il senso di colpa dovrebbe affrontare la questione in modo adulto.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it