Utente 459XXX
Buongiorno dottori/e,
Sono un ragazzo di 21 anni che soffre di disturbo ossessivo, vivo tranquillamente e conduco una vita senza fatiche, prendo farmaci quali Depakin 300 e Zoloft 100. Certo, ci sono momenti altalenanti, però non posso di certo lamentarmi, la mia vita è cambiata drasticamente.
Nell'ultimo periodo però è subentrata dentro di me un angoscia tremenda, non so spiegarmela, è successo tutto dopo il 27 Dicembre, ho iniziato a pensare di non amare più la mia ragazza, in questi giorni quando ci siamo visti, sono stato male, ho vissuto una sorta di stato d'agitazione che non so spiegarmelo. La nostra è una relazione che dura da 1 anno e mezzo, siamo sempre stati affiatati, raramente abbiamo litigato, ogni qualvolta subentrava un problema ne parlavamo senza impegni, certo, ci sono cose che non apprezziamo di noi, ma quando ci si ama, si accetta tutto. Non facciamo più l'amore come prima, ma non per volere mio, ma perchè lei sta vivendo dei problemi di salute, che le causano fastidi. A breve infatti, avrà una visita di controllo. La serata più brutta è stata il 31 alla Vigilia di Capodanno, siamo stati a casa di amici, e io mi sentivo tremendemente giù, pensavo di non amarla più, di non provare più interesse verso di lei, dopo cena, quando siamo andati a ballare, lei aveva capito tutto, a fine serata mi confessa di essere stata triste, perchè se ne è accorta del mio stato angoscioso. In questi giorni però io sto male, ho una sensazione strana, ho paura sia di perderla che di andare avanti anche senza di lei, quando vedo le nostre immagini però mi emoziono ancora, oppure mi autoconvinco di amarla ancora, non so che fare. Spero in una risposta esaustiva, dottori voi cosa ne pensate? per caso non la amò più?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Probabilmente il suo disturbo sta riaffiorando per cui tende a creare nuovi sintomi.

La terapia va rivista al più presto.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it