Utente 328XXX
Salve, ho scritto su questo sito altre volte per avere dei consulti a proposito. Per una ricaduta in depressione (ero in una terapia di mantenimento con efexor 37.5)mi sono rivolta ad un altro psichiatra. Mi ha prescritto zoloft 50 mg e 2 capsule da litio. Dopo circa un mese, a causa di una sonnolenza fortissima, mi è stato abbassato lo zoloft a 25 mg. Dopo un mese e mezzo di cura il mio umore è sempre molto basso (ho difficoltà anche a camminare sentendo le gambe pesantissime, non riesco a studiare etc) e l'unico beneficio è stato l'annullamento dell'ansia/angoscia. Ho chiamato nuovamente la psichiatra che mi vuole cambiare l'antidepressivo. È possibile che un antidepressivo non sia giusto per il proprio caso? Volevo sapere una vostra opinione a proposito. Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Per la verità la dose di Zoloft (50 mg) è bassa, ma il suo psichiatra avrà avuto le sue ragioni. Forse , data la prescrizione di litio, ritiene che la patologia di fondo sia un disturbo bipolare, e quindi preferisce non forzare troppo la dose dell'antidepressivo.
Per rispondere a un'altra sua domanda, un antidepressivo, così come tutti gli altri farmaci, compresi gli antibiotici, può essere "giusto", cioè indicato per una data patologia, ma non efficace sul singolo individuo.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-