Utente 112XXX
Buonasera, mia moglie 46 anni da diversi anni soffre di depressione maggiore/ bipolare tipo 2, senza via d uscita, e' seguita da uno psichiatra e effettuato innumerevoli consulti psicologici, la situazione non cenna a migliorare, abulica verso la vita, ogni tanto pensa alla morte, ha cambiato diverse cure,ma siamo sempre fermi allo stesso punto, non so più cosa fare praticamente sono disperato, dall'ultima visita lo psichiatra le ha prescritto, wellbutrim 150mg una compressa dopo pranzo, insie a resilient 83mg una cpr mattina e sera, amaless 100mg una cpr mattina e sera, lorazepam 1mg mattina e sera, dopo l aggiunta di wellbutrim mia moglie e' iniziata a stare malissimo, con episodi di tremolio svogliatezza sbandamenti vomito e pianto, avvisato lo psichiatra che ha detto di smettere con wellbutrim e di farle assumere citalopram 20mg dopo pranzo, citalopram ha paura di prenderlo perche'non ce la fa più con tutti questi medicinali, chiedo aiuto perché la situazione e' insostenibile ma soprattutto vedere la propria consorte stare di continuo cosi'male ed non riuscire a trovare una soluzione che le dia un po' di serenita' prima a lei e di conseguenza a me, in tutto questo volevo dire che purtroppo non abbiamo figli, grazie per la risposta.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La situazione che ha descritto è chiara, però la domanda che pone quale è esattamente ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 112XXX

Grazie dottore, la mia domanda e' perché siamo sempre punto e a capo? E non vedo miglioramenti? Grazie

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ci sono forme in cui queste fasi durano e non è semplice assestare l'umore su una tonalità soddisfacente. In questo ultimo caso il farmaco non è stato verificato, ha avuto un peggioramento iniziale, e quindi è stato subito sospeso.
I medicinali sono due al momento, che significa esattamente che non ce la fa più coi medicinali ? Che siano all'ennesima prova ?
Di preciso che tipo di terapie ha provato ? Ha eseguito i dosaggi del litio e della lamotrigina nel sangue per sapere se sono adeguati ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 112XXX

Grazie gentilissimo dottore, abbiamo cambiato più e più cure per ritrovarci sempre al punto di partenza, il dosaggio del litio lo ha effettuato ed e' nella norma, in mia moglie e' subentrato lo sconforto ulteriore per l assunzione di tutti questi farmaci e ritrovarsi sempre e comunque con pochi risultati, inoltre da qualche giorno a questa parte, ha sonnolenza continua e palpebre sempre tendenti alla sonnolenza, prima assumeva dulex al posto di wellbutrim e non aveva questi sintomi, ma lo psichiatra dopo il controllo effettuato a mia moglie ha ritenuto opportuno sostituirglielo, la ringrazio per l attenzione

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
L'idea dello psichiatra è comprensibile, cambiare classe di farmaco e quindi meccanismo.
Non so quali terapie esattamente siano state provate: antidepressivi ? Altro ? A parte quelle in corso ovviamente.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 112XXX

Grazie dottore, le precedenti terapie tutte a base di antidepressivi, se vuole gli posso elencare tutti i precedenti antidepressivi prescritti

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quindi questa è la prima cura con stabilizzanti, cioè litio e lamotrigina, cioè prima solo antidepressivi ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 112XXX

Da poco ha iniziato con il litio e da 2/3 giorni con lamotrigina prima solo antidepressivi

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Allora direi che questo nuovo approccio mi pare più sensato, data la diagnosi, quindi non si può dire che abbia provato tutto, anzi, le cure principali iniziano ora praticamente.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 112XXX

Grazie dottore, per ricapitolare forse ho saltato qualche passaggio, prendeva da molto tempo dulex,amaless, larozepam, e resilient(da 3/4 mesi), dopo l ultimo controllo le ha sostituito dulex con wellbutrim, e aumentando il dosaggio di resilient, dall'assunzione di wellbutrim la situazione e' precipitata, grazie ancora per l' attenzione.

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Più che precipitata, non lo ha tollerato nell'impatto iniziale. Capita.
Quindi l'ultima introduzione è il resilient, e con una litiemia che è nella norma ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 112XXX

Esatto l ultima i produzione e' resilient con una lietimia nella norma, anzi secondo lo psichiatra finanche troppo bassa per l assunzione di resilient prescritta, tanto e'vero che gli ha aumentata la dose, grazie

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gli stabilizzatori possono essere lenti, specie se si parte da forme croniche o a cicli rapidi, però direi che ancora, a un mese neanche dall'introduzione del litio, c'è spazio per giudicare l'evoluzione.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it