Farmaci e terapia

Buonasera....... Vorrei dei chiarimenti riguardo due cose: 1)I psicofarmaci possono risolvere definitivamente i problemi oppure come si smette di prenderli, tutto ricomincia?

2)La psicoterapia è per tutti? Cioè nel senso, tutti possono risolvere i loro problemi tramite la psicoterapia (sedute da psicologo), oppure alcuni pazienti possono non "rispondere" alla cura psicoterapica fatta da uno psicologo /psicoterapeuta?

Grazie...
[#1]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 3.8k 220
Belle domande!

1) "I psicofarmaci possono risolvere definitivamente i problemi oppure come si smette di prenderli, tutto ricomincia?"

Non posso darle una risposta univoca. Dipende molto dalla diagnosi, dal temperamento e dalla situazione ambientale.
Se mi specifica meglio il suo problema posso provare a risponderle con maggiore precisione.


2) "La psicoterapia è per tutti? Cioè nel senso, tutti possono risolvere i loro problemi tramite la psicoterapia (sedute da psicologo), oppure alcuni pazienti possono non "rispondere" alla cura psicoterapica fatta da uno psicologo /psicoterapeuta?"

La risposta è più o meno la stessa della precedente domanda. Vi sono patologie psichiatriche che non possono essere curate con la psicoterapia, e anche tipi di pazienti non adatti alla psicoterapia,indipendentemente dalla diagnosi.

Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2]
Utente
Utente
Soffro di ansia per varie cose, anche cose banali......... A tal punto che faccio fatica ad uscire di casa, perché mi da fastidio, ho paura che mi venga gli attacchi di ansia in giro, non mi fa sentire molto a mio agio....... Di conseguenza, vivendo in questa maniera, incide sull'umore, che è appunto un po' depresso, ci sono alcune volte che mi sento morire dentro........... Ho provato e sto provando quindi ad intraprendere un percorso di psicoterapia, ma è sorto un problema..... Il transfert verso lo psicologo, che per mio carattere timido, mi imbarazzo facilmente e infatti provo vergogna........ A tal punto che oggi per esempio non sono riuscita a collaborare facendo la psicoterapia (tecniche immaginative).......... Perché a causa di questo transfert, mi blocco........ Per questo forse dovrò appoggiarmi, cambiando strada, cioè prendere delle semplici pastiglie o gocce di psicofarmaci......... Il punto però, è che tra le tante paure inspiegabili e senza senso, ho anche quella di paura di prendere questi farmaci........... Paura dei loro effetti collaterali, ma più che altro paura che possano dare l'effetto contrario, che possano peggiorare i miei problemi o portando addirittura a pensare al suicidio, come c'è scritto sul foglietto illustrativo di una confezione di psicofarmaci che mi aveva ordinato uno psichiatra, ma che io appunto non ho mai preso......... Perché alla fine a causa delle mie paure, mi sono bloccata e alla fine appunto non li ho mai presi........ Come questo effetto collaterale che può dare, che c'è scritto che se uno pensa al suicidio, a causa dell'effetto opposto, di chiamare l'ospedale o qualcuno di più vicino........ Come se comunque uno stesse lì a chiamare quando ha intenzione di suicidarsi......... Poi si può tra l'altro diventare dipendenti, per questo io volevo evitare gli psicofarmaci......... Ma mi sa che dovrò convincermi in qualche modo, di prenderli, dato che forse la psicoterapia non funzionerà con me............. E cambiare psicologo, mah, perché ne sento tanti a pagamento nelle mie vicinanze, ma io non posso permettermi di andare a pagamento........ Non ho le possibilità di spendere così tanto......... A seduta...... Comunque qualcosa devo fare....... Perché di certo stare così, non posso, non mi fa uscire di casa, faccio fatica a vivere.......... Ho provato oggi a dirgli e infatti gliel'ho detto allo psicologo che questa cosa del transfert verso di lui mi imbarazza a tal punto che ostacola la terapia, ma la sua risposta è stata solo questa: "ma va la, fai conto che è come quando ti piace un attore e punto, solo fantasie".......... Ma questo l'ho capito anche da sola che sono solo fantasie, il punto è che ostacolano la psicoterapia e pensavo che magari mi aiutasse, dicendomi che bisognava quindi elaborare il transfert, aiutandomi magari anche a non imbarazzarmi e poi magari una qual volta risolto questo problema, proseguire con la terapia....... Mi sento un po' abbandonata......... Mi sembra che aiuti solo dove vuole lui, mah............ Oggi ho avuto una giornata stressante, molto dura a livello psicologico, nervosismo, ansia e pianto..... Per quanto è successo in seduta....... Sono diventata molto sensibile da quanto ho questi problemi, sarà la depressione che mi rende molto sensibile, fragile........... E ogni volta, mi cade il mondo addosso, quando al mondo ci sono persone con problemi più Seri........ Infatti, mi rendo conto che questi miei problemi mi rendono ridicola, ma ormai è la mia mente che ragiona così, non riesco a comandarla, pensa a quello che vuole...... È come una macchina rotta che non risponde più ai comandi......... Mi sembra e anzi lo è, che le paure si moltiplicano....... Ramifica, passando da un problema ad un altro e un altro ancora...... Anche banali.......... Io quindi soffro di ansia con conseguente depressione e un doc, il bisogno di dire gli errori che nella vita faccio...... Mi rendo conto che forse non dovevo dirgli del transfert, così almeno mi imbarazzavo meno........ Ma ormai è fatta, ora ne pago le conseguenze...... A volte vorrei morire per tutti questi problemi fastidiosi, dolorosi, ma fortunatamente lo penso e basta, cioè non ho mai provato per fortuna a suicidarmi.......... Però sono stanca, molto stanca e sto male........... Tutto ciò è troppo.......... Lui comunque mi ha detto queste diagnosi : attacchi di panico più di preciso e il doc.......... Il doc è un pezzetto, un po' di mesi che non lo sento più, forse è andato via da solo o forse è solo un periodo che sta buono, mentre gli attacchi, sono persistenti.......
[#3]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 3.8k 220
Ho capito, e le dico che una terapia farmacologica anche semplice, ma ben mirata e soprattutto fatta senza paura, può farla stare molto meglio in tempi molto più rapidi di qualsiasi psicoterapia.
[#4]
Utente
Utente
Si anche se prendere gli psicofarmaci, sembra una sconfitta.......... Sembra arrendersi a questi Mali, senza provare e riprovare altre vie........... Sembra che da una parte abbia vinto l'ansia, come sempre........ Sembra da deboli prendere gli psicofarmaci......... E se io non riuscissi a prenderli e se la psicoterapia non fa per me, che cosa faccio? Rimango rovinata per sempre, abbandonata al mio destino?
[#5]
Utente
Utente
Ed è anche vero che gli psicofarmaci, a quanto sembra non risolvono definitivamente i problemi....... Per questo dico che da una parte vincono sempre i problemi.......... Non capisco....... Questa tecnica immaginativa.......... Lui dice di immaginare il pugno allo stomaco cioè il sintomo dell'ansia, la sensazione non è ovviamente sentire veramente il pugno allo stomaco ma comunque dovrebbe dare fastidio mi ha detto........ Ma io non sento niente........... Boh, non capisco cosa si deve sentire........ E perché non può cambiare terapia, ogni psicologo ha studiato solo un tipo di psicoterapia? Mah.......... Mi sento a pezzi......