x

x

PRAZENE

In passato ho sofferto di disturbi di ansia generalizzata e distrubo del controllo.

Sono cinque anni che non prendo più antidepressivi (prendevo 10 gocce Daparox) e per circa tre anni non ho preso neanche ansiolitici (prendevo prazene 10 mg), prescritti dalla pscichiatra.

Ho sempre continuato psicoterapia ogni 3 settimane.

Ad aprile 2019, la notizia che ad un mio collega hanno diagnosticato SLA, e tutto era cominciato con fascicolazioni, ha fatto si che comparissero anche a me le fascicolazioni. Da allora ho cominciato a prendere 10 gocce di prazene mattina e sera, e tutto è rientrato.
Ammetto di non averlo scalato come dovuto, a fine luglio sentita la psichiatra mi ha detto di prendere una compressa da 10 MG verso le 16/17 e non appena andato in vacanza di prenderlo a giorni alterni. Tutto è filato liscio, anche se mi sono accorto che in vacanza avevo preso il dissenten e non il prazene, avevo preso su solo i blister e ho fatto casino. Risentita la psichiatra dopo ferragosto mi ha detto di prendere sempre 10 mg ogni 5/6 giorni o al bisogno. Tutto è filato liscio fino a che non ho ripreso a lavorare dove l'unico problema è che mi addormento senza problemi ma ho un risveglio dopo circa 3 ore, poi mi riaddormento ma alle 5. 40/6 sono sveglio. La psichiatra mi ha detto di provare a prendere prazene per 4/5 giorni e poi vedere come va.
Vi volevo chiedere se condividete la sua strategia e a che ora sarebbe meglio prendere il prazene per avere maggiore copertura la notte per il sonno. Vi ringrazio e saluto
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38.1k 913 63
Deve seguire le indicazioni e poi vedere come va in quanto solo in questo modo è possibile capire come proseguire con la terapia.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/